SEGUI L'AUTORE Vai al sito

SilentiUmbra

Perché ricorda sempre...non parlerò di ciò che è vero, ma di ciò che ai tuoi occhi sembra falso... Contatto per parlare/discutere/litigare con l'autore : [email protected]


Storie scritte
La morte scese leggera

La morte mi ossessiona, tanto da doverla provare in prima persona…

Quando sarò morto lascerò una nota che denota quanto questa vita sia vuota accanto al mio corpo in preda allo sconforto…

Solo allora, forse, riuscirò a capire cosa non va in me…

  • Mille cuori nella Pietra

    Don Nicola, giovane prete idealista, si reca a Petrumiet, città Istriana facente parte dello stato Italiano, nel 1936. Da qui assisterà all’evolversi del conflitto mondiale, fino ai massacri delle Foibe. Un racconto per tornare a ricordare ciò che a lungo è stato dimenticato.

  • ROMANZO POPOLARE

    Non ho motivi di mentirvi, questo è un testo di amore.

    Ma non quello dei filosofi o dei pensatori.

    Ma un amore popolare, vivo, di tutti i giorni, quello che ci accompagna ad ogni passo nella nostra vita. Di quelli che riempiono l’anima per un secondo. 

    Ma è quel secondo che riempie la vita…

  • VIOLENZA&TRASHATE

    E poi un giorno ho pensato, Hei Silenti, ma ti immagini un camionista polacco, tossicodipendente e ubriacone in un racconto horror. E magari, sto pazzo qui sa anche di essere il protagonista della storia. Ho riso. E l’istante dopo stavo scrivendo questo testo.

  • Il buon Pastore

    “E il Signore abbassò il suo sguardo sui nemici di Sion.
    Il cielo si squarciò e da esso calò Azazel, emissario dal Signore.
    E dalla terra si levò alto un urlo di dolore, alto si levò un urlo di sofferenza.
    E poi fu solo buio e stridor di denti.”

    Cosa sei disposto a perdere per difendere il tuo Paese?

  • Aokigahara – La Foresta dei Suicidi

    Aokigahara, Giappone.

    Aokigahara è un’estesa foresta ai piedi del Monte Fuji, conosciuta per la rigogliosa vegetazione in tutto il Giappone.

    Conosciuta in tutto il mondo per essere il secondo luogo nel globo ad ospitare il maggior numero di suicidi all’anno.

  • La società degli uomini malvagi

    …..e nel Mentre lE immagiNi scorrevano nello specchio senTivo le irIdi apriRsi in modo naturalE e il sangue cOlare dal naso  di froNte a me apparve nUda e iLLibata lA VERITA’ .

    Nel risvegliarmi non fu tanto il male fisico che provavo, quanto le mie convinzione che si sgretolavano a farmi del male..

  • Diario di un vivo morente.

    Anno 2020. La civiltà è decaduta a causa dell’epidemia del ceppo mutato Lazzarus ebolavirus, manipolato dalla natura o forse dall’uomo, impossibile da sapere.  Nella regione di Chernasus, in mezzo alle steppe della Russia, Olexander Kovarish,antieroe per necessita, si ostina a sopravvivere.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi