Prigioniera

Speranza

“Hai mai desiderato di dormire per cento o mille anni? Tutto continua ad andare male e non si vede alcuna speranza che questo migliorerà… come ha fatto la mia vita a finire in questo modo?”

«Lilia!» «Lilia rispondi…ci sei?»

“Di chi è questa voce”

«Ho sentito che Rock è andato via, cosa ti ha fatto?» «Ti prego parlami»

«B-Beth sei tu?»

«Grazie al cielo sei viva, cosa è successo?»

«Stai tranquilla, è venuto solo a farmi visita» disse Lilia con voce flebile

«Ha solo parlato per un’ora» continuò scostando una ciocca di capelli nero corvino dietro l’orecchio.

Subito dopo una lacrima solitaria le rigò la guancia sporca, fino a cadere violentemente sulle mattonelle di color grigio topo.

«Non mi stai mentendo vero?»

«No»

”che bugiarda che sono…” pensò la ragazza portandosi una mano sul viso.

”Perché la mia fronte è bagnata?” Allontanò la mano, la guardò con quegli occhi grandi e azzurri e poi disse

“ah è il mio sangue.”

Si alzò lentamente toccandosi la ferita e si appoggiò al muro ruvido e gelido.

Tempo fà era di un bianco brillante, ma le macchie e gli schizzi di sangue coprivano quel bel colore che un tempo le trasmetteva speranza. C’era una minuscola finestra in alto che illuminava fiocamente la stanza, priva di mobili e decorazioni, e una porta di ferro chiusa a chiave. Sembrava di stare in una cella, anzi in realtà lo era. La puzza di umidità in quel piccolo vano si mescolava nell’aria assieme al fetore del sangue, creando così un odore nauseabondo.

«Beth hai notizie di Kia?» disse con voce affannata 

«Si, è morta ieri notte»

«Rock l’ha uccisa?»

«Si…»

Lilia prese un respiro profondo, si accovacciò e diresse le sue labbra in direzione di quel piccolo buco nel muro.

«Faremo anche noi la sua stessa fine»

«Non dire così… riusciremo a scappare da qui, te lo prometto» esclamò l’amica

La ragazza abbassò lo sguardo e si distese sul pavimento gelido 

«Scusami, vado a riposare un po’, sono stanca»

«Ok, dormi bene Lilia»

«Ragazze è arrivata una nuova amica, datele il benvenuto» si fermò un attimo, fece un respiro profondo e subito dopo continuò dicendo 

«Il suo nome è Kia»

Nel prossimo capitolo, ne sapremo di più su

  • Rock (50%)
    50
  • Beth (0%)
    0
  • Lilia (50%)
    50

Voti totali: 2

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

1 Commento

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi