Gli amanti

Dove eravamo rimasti?

Charlotte proseguirà? Charlotte si avventura nel bosco (100%)

Passi stanchi

I miei passi sono stanchi e lenti, il piede mi fa anche un pochino male, sicuramente avrò un dito nero.

Il venticello leggero sembra spingermi lungo il percorso, starò ancora sognando ?
Cammino ancora ed ancora, ma dove sto andando ? Il bosco diventa fitto.
La strada finisce su un burrone. Mi affaccio, è bellissimo, gli alberi sono tutti intrecciati fra loro e nel buio della notte sembra stiano facendo l’amore anche loro.
Il venticello fresco riprende ad accarezzarmi, chiudo gli occhi e mi lascio sfiorare lentamente.

“Charlotte.”

Cos’è stato! Mi volto, niente, era la voce del sogno.

“Chi sei!” adesso ho urlato, l’incantesimo è finito, ho paura.

“Favonio” sento soffiare nel mio orecchio.

Favonio ? Mi sembra di averlo già sentito, non è un nome comune in realtà.

Resto immobile, tremo, adesso fa freddo.

Perchè mi sono avventurata così ? Apro gli occhi e mi volto, voglio trovare la strada di foglie per ritornare indietro.

Non c’è nulla, tutte le foglie sono sparse in terra disordinatamente, impossibile capire com’erano messe prima.

Ricomincio ad urlare, sono disperata.

“Stai tranquilla Charlotte” soffia ancora.

“O mi dici cosa vuoi o fuggo via!”

“Devi fidarti, altrimenti non posso materializzarmi”

Ormai sono in questo casino, penso, il gioco è iniziato ed allora giochiamo.

Chiudo gli occhi. “Mi fido, mi abbandono ma tu parlami.”

Inizia a muoversi un forte vento intorno a me, ma non mi sposta, ho gli occhi chiusi ma sono sicura che gli alberi e le loro foglie siano sbattuti a destra e sinistra.

Cerco di ripetermi che è solamente un sogno e che tutto questo finirà.

“Apri gli occhi.”

Lentamente le mie palpebre si lasciano andare e quello a cui assistono è un qualcosa a cui nessuno riuscirebbe a credere.

Davanti ai miei occhi spalancati un giovane ragazzo alato che stretto fra le mani tiene un mazzo di fiori primaverili.

Sorride, il suo sorriso è così bello e così sincero, ma alla dolce sensazione di sicurezza che quel sorriso poteva darmi prevale la sensazione di paura e di sgomento nel vedere per la prima volta una figura del genere così strana e così dannatamente bella.

Faccio alcuni passi indietro, sconvolta ed ancora più impaurita, fino ad inciampare sui miei passi ancora più stanchi ed a cadere all’indietro.

Poi il buio.

Al mio risveglio...

  • ...le urla, le grida, erano i miei amici, mi stavano cercando, finalmente ! (0%)
    0
  • ...ero in una caverna adagiata fra i fiori morbidi primaverili (50%)
    50
  • ...il primo volto dinnanzi ai miei occhi è quello di Cristian, che preoccupato mi tiene stretta la mano. (50%)
    50

Voti totali: 2

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

10 Commenti

  1. Ciao Giusy,
    capitolo breve, ma intenso.
    Ho notato la frase: “gli alberi sono tutti intrecciati fra loro e nel buio della notte sembra stiano facendo l’amore anche loro.” mi è piaciuta, molto poetica, ma non capisco chi altri stia facendo l’amore oltre agli alberi… forse mi sono persa un pezzo.
    Se posso consigliarti: eviterei le”d” eufoniche, nella scrittura non sono belle da vedere e da leggere 🙂
    do ragione a Red, e torno a dire che pare più un racconto fantasy che uno di fantascienza…
    Alla prossima!

  2. Charlotte si avventura nel bosco! Alla via così 🙂

    Dall’Incipit sembra più un Fantasy ma è classificato Fantascienza, quindi ci dovrebbero essere delle spiegazioni più avanti. Vediamo dove ci porti 🙂

    Ciao 🙂
    PS: attenzione ai tempi: passare dal passato al presente senza soluzione di continuità, scombussola un pochino 😉

  3. Ciao Giusy,
    hai scelto la categoria fantascienza, quindi o ci troviamo nel futuro o in un presente alternativo oppure siamo su un altro pianeta… l’incipit a me sembra quello di un racconto horror oppure rosa, mi sbaglio? L’inizio è interessante, può venirne fuori un bel racconto, non ho capito i cambi dei tempi verbali, ma forse è parte del progetto?
    A questo punto aspetto il secondo capitolo per capire e voto per la passeggiata nel bosco.
    Alla prossima!

    • Ciao ! Mi fa piacere ti piaccia molto, continuerò al più presto.
      Si, diciamo che all’inizio cercavo di rievocare un ricordo mentre dopo volevo narrare al presente perche mi riesce di più così per esprimere le emozioni dei personaggi.
      È stato effettivamente un distacco troppo improvviso, grazie per avermelo fatto notare.
      Alla prossima !

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi