Il Lato Oscuro Della Magia

Prologo: L’inizio di tutto

Una lunga strada grigia serpeggiava a perdita d’occhio. L’unica luce che illuminava quella strada in una notte così buia di Settembre era la luce debole di un lampione. Era situato al lato della strada, donava una atmosfera inquietante e rassicurante allo stesso tempo. Lei osservava dalla finestra con tutta la calma possibile. Cercava di scorgere ogni piccolo graffio nei muri dei vari condomini che si trovavano vicini a quello dove viveva lei. Era al terzo piano, era ormai difficile distinguere un essere umano al buio da un semplice animale. Era abituata a vedere quella strada. Stava ammirando il noioso muro giallastro dell’altro condominio quando, distaccando per un singolo secondo lo sguardo posandolo sulla strada, una figura grossa e massiccia la stava percorrendo lentamente. Data la sua curiosità nel sapere perché tale figura stesse camminando davanti a casa sua, la ragazza decise di seguirla senza avvertire i nonni, dato che dormivano. Scese le scale del condominio vestita con una misera felpa nera e dei leggins del medesimo colore. Era il suo pigiama. Aveva quei vestiti nell’armadio e non sapeva che uso dargli. Aprendo il portone si rese conto che la figura si era fermata davanti ad esso. Cercò nel buio di distinguere i connotati dell’uomo, che era troppo strano. Era un uomo alto almeno 10 volte la ragazza dai capelli neri e grosso altrettanto, quasi come un gigante. I suoi capelli erano nocciola scuro ed erano molto lunghi. Aveva una lunga barba marrone, il caldo sotto a quella barba deve essere stato fastidioso. L’uomo finalmente aprì la bocca e pronunciò una frase: <vedo che finalmente ti fai vedere, Heryl Wolfhard!> ridacchió il grosso uomo, mostrando un sorriso a metà fra l’inquietante e il dolce. <Cosa? Chi sei tu? Perché sei davanti a casa mia?> rispose lei a bassa voce. Aveva un tono decisamente basso, aveva paura.. L’uomo porse una lettera color giallastro con uno strano marchio rosso come chiusura a lei e finalmente decise di spiegarle tutto: <Vedo che i tuoi nonni hanno fatto il possibile per tenerti lontano dal leggere questa lettera eh? Io sono Hagrid, piacere di conoscerti!>. La sua voce era roca ma calma e rassicurante. La ragazza si decise di aprire la lettera finalmente e non riusciva a credere a quello che leggeva: “Scuola di magia di Hogwarts. Direttore, preside, capo esorcista, mago potente Albus Silente. Cara Heryl Wolfhard, la nostra scuola la invita calorosamente ad entrare ed imparare le arti magiche. I libri le saranno forniti gratis, solo la scopa e la bacchetta dovranno essere comprate.>, questa fu parte della lettera. E fu così che cominciò la sua avventura in quella fantastica scuola.

Su cosa si dovrebbe incentrare il primo capitolo?

  • Presentazione degli altri protagonisti (0%)
    0
  • Salto temporale in avanti, buttandosi già alla giornata dove la ragazza misteriosa comincia la scuola (100%)
    100
  • La backstory della ragazza, cercando di spiegare tutto (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

  1. Salto temporale in avanti, buttandosi già alla giornata dove la ragazza misteriosa comincia la scuola.

    Una fanfiction sul mondo di Harry Potter! Può nascere una cosa veramente fantastica, se non si cade nel tranello di voler fare gli “emuli” del maghetto. Sfrutta a fondo l’ambientazione e crea la tua storia! Vai così e ti seguo! 😀

    Ciao 🙂
    PS: vai a capo tra un discorso e l’altro, così si capisce che sta cambiando il personaggio che parla.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi