Le avventure di Gabbia

Le avventure di Gabbia

Gabbia era una donna di 54 anni piena di vita e voglia di vivere. Laureata in Uccelli era una grande esperta di volatili e amava tenerli in casa liberi. Le amiche non le erano mai mancate mentre l’amore si era fatto sentire nella sua vita, ogni tanto si sentiva una ragazza di 16 anni pronta a innamorarsi follemente di un uomo. Sin da piccola Gabbia amava gli anziani e i ragazzi della sua età non le interessavano poi così tanto. Ma adesso non dilunghiamoci…

Era un freddo giorno di Novembre quando Gabbia venne svegliata dalla sua assordante pappagalla tibetana in calore di nome Petonia. Gabbia le tirò la lampada ovviamente cercando di non prenderla ma di spaventarla con il frastuono. Petonia si spaventò e scappò via. Gabbia si vestì in fretta perché aveva il turno di lavoro al dipartimento veterinario di Pubico. Uscì di casa con Petonia e prese l’autobus 69 che ferma proprio sotto casa sua. Gabbia entrò nell’autobus e incontrò la sua amica Vasella nel bus. 

“Vasellaaaa” urlò Gabbia con voce acuta

“Vasella” Ripetè Petonia con grande affanno

“Hey ciao Gabbiaaa” rispose con entusiasmo al saluto di Gabbia

“Come stai Vasella?”

“Bene grazie tu tesoro?”

“Bene dai, sto andando a lavoro”

“Anche io tesoro, comunque meno male che ti ho incontrato così ti posso far vedere una cosa che volevo farti vedere e che fortunatamente ho qui in borsa”

Vasella cominciò a cercare nella sua borsa quando ad un tratto tirò fuori…

Cosa tirò fuori dalla borsa Vasella per farla vedere a Gabbia?

  • Una pantofola marcia (0%)
    0
  • Un dildo di gomma rosa (40%)
    40
  • Lo spazzolone del wc sporco di merda (60%)
    60
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

10 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi