Dilucolo

Dove eravamo rimasti?

Riuscirono a baciarsi? si, ma fu strano (67%)

CAPITOLO VII

Un soffio leggero sfiorò leggermente il mio viso. Non feci in tempo a capire ciò che stesse succedendo che le sue forti braccia mi presero e mi fecero girare in un quasi casqué che fu seguito da un bacio. Una scena perfetta da film pensai, ma qualcosa mi spaventò. La troppa bellezza di quell’istante mi gelò il cuore, tant’è che mi sentii strana e non provai subito la sensazione che credevo di dover provare con lui. Mi spostai leggermente e lo salutai, mi salutò e salii sul pullman. Restò lì a guardarmi mentre salivo. Non volle andarsene finché il bus non partì. In quel momento, tutto cambiò. Mi girai verso il finestrino e guardandolo le mie gambe iniziarono a tremare. Mi toccai le labbra e chiudendo gli occhi pensai a ciò che successe poco prima. Sorrisi. Capii che la perfezione non fu la scena in se, ma lui. Lui rappresentava tutto ciò che di più bello c’è. Lui rappresentava l’altra parte di me. Lo salutai. Partimmo.
Da quel giorno la mia vita cambiò. Trovai la rosa che tempo prima il Piccolo Principe trovò per se. Era la mia rosa. La più bella. Non per la sua infinita bellezza, ma per ciò che aveva dietro a quel bellissimo involucro, ovvero la dolcezza. La dolcezza del suo tocco, del suo sguardo. Arrivata a casa mi toccai il viso, le labbra..il cuore. Iniziai a rivivere tutto ciò che passai con lui. Piansi dalla felicità. Sapevo che non mi avrebbe abbandonata. Oh almeno, lo speravo. Continuai con i miei pensieri. Parlammo tutta la sera finché non mi addormentai. E anche il giorno dopo si fece sentire. Era così perfetto. Così perfetto che qualcosa non quadrava. Non poteva succedere. Non a me. Smisi di essere così felice e iniziai a pensare a cosa sarebbe potuto succedere in futuro. Ma non riuscii a collegare il male con lui. Mi dava gioia. Mi rendeva felice. Mi insegnò ad amare. Come io lo insegnai a lui. Mi perdevo nel suo sguardo. E si sa, lo sguardo parla e dice la verità. Fu il primo sguardo che studiai. Lo amai. E i suoi occhi. Furono cristalli per i miei. Erano castani, come cristalli.

Cosa scoprì lei in futuro che la sconvolse?

  • Che lui provava solo attrazione fisica (25%)
    25
  • Che lui aveva tradito in passato (50%)
    50
  • Che lui si sentiva anche con un'altra (25%)
    25

Voti totali: 4

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

26 Commenti

  1. Ciao Naomy,
    ho recuperato abbastanza piacevolmente questi primi quattro capitoli.. Ti dico quelle che sono le mie impressioni al riguardo:
    – per quanto riguarda la storia in sé non posso dire né che mi piaccia particolarmente né però che sia brutta.. Nel senso che mi sembra una storia che rientra abbastanza nei canoni classici del genere rosa, il che non è un male di per sé, ma per qualcuno come me che non è amante del genere non riesce a coinvolgere pienamente.
    – il tuo modo di scrittura, il tuo stile diciamo mi piace: usi molte frasi brevi, il che a mio parere aiuta a mantenere un buon ritmo, nonostante alle volte ci siano delle ripetizioni di troppo; ci sono delle descrizioni efficaci e soprattutto riesci, almeno dal mio punto di vista, a trasmettere delle emozioni.. Direi che si vede una certa passione per quello che scrivi.
    – infine vorrei riallacciarmi a quanto detto da Achillu. Non prenderlo come un attacco, perché davvero non vuole esserlo, però come detto da lui questo sito è creato apposta per dei racconti interattivi, in cui lo scrittore si impegna a rispettare le votazioni, perciò anche io mi aspettavo nel terzo episodio il bacio. Ci sono altri siti online in cui poter scrivere racconti brevi in forma tradizionale senza questo aspetto dei bivi.
    Il commento è lungo, lo so, però mi avevi chiesto un parere e questo è quello che mi è venuto in mente.
    Buona giornata e alla prossima!

    • Ti ringrazio per il commento Encio e pur sapendo che non ami questo genere son felice che comunque ti piaccia il mio stile e che leggere 4 capitoli di fila non sia stato così lagnoso per te.
      So benissimo che ciò che dice Achillu è giusto, anche per questo sto cercando di adattatevi le tre risposte a ciò di cui andrò a parlare nel capitolo dopo, essendo una storia vera è un po’ difficile stare dietro a ciò che votano gli altri, ma vedrò di correggermi

  2. Ciao Naomy.

    Forse ti è sfuggito un particolare: questa piattaforma non è un blog. Su THe iNCIPIT le storie si inventano. Ci si può ispirare alla vita reale, ma se il pubblico decide una strada l’autore deve seguire quella strada, anche se la storia reale è andata in un modo diverso 🙂

    Anche in questo episodio: il pubblico ha deciso per i punti di domanda, ma tu hai seguito la tua strada con i due che scoprono di amarsi. Non prenderlo come una critica a cosa scrivi o a come lo scrivi; si tratta proprio del funzionamento di questa piattaforma.

  3. Ciao Naomy.

    Due cose. La prima: usa un po’ più l’imperfetto, a volte hai usato il passato remoto dove invece ci vuole l’imperfetto.

    La seconda: dov’è il bacio? La risposta che ha avuto più voti è stata:

    Come iniziò il loro primo appuntamento?
    Così bene che scatto subito un bacio (75%)

    Ma tu non hai messo il bacio in questo episodio. Avresti dovuto. È così che funziona questa piattaforma 🙂

    Attendo di leggere il prossimo episodio.

  4. Mi è piaciuta da morire l’ultima frase.
    “Odiavo l’inverno. Amavo lui. ” crea un contrasto di emozioni bellissimo a mio parere, mi è piaciuta anche l’inizio del testo, emozioni e sentimenti in bilico come su una bilancia, brava!

    Ovviamente peccato per gli errorini qua e là, però nel complesso stai andando nella direzione giusta a mio parere 🙂

    • Eh sai a volte provo una certa paura nel rileggere il capitolo prima di pubblicarlo, ho quasi pausa che possa non andare bene a me più che ai lettori, mio errore!
      Comunque ti ringrazio, sono felice che riusciate a fare vostri i sentimenti che cerco di trasmettere.

    • Ciao Ally, ringrazio anche te! È bello sapere di non aver fatto errori ortografici, ma la cosa che più mi riempie il cuore e che riusciate a fare Vostre le emozioni che cerco di trasmettere ai lettori, che sono anche le mie emozioni..

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi