Alea

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo episodio... La protagonista decide che è meglio lasciar perdere (60%)

3.

“No, stavo scherzando, certo che non ti amo”
“Ah”
“Cosa?”
“Per un attimo ci ho sperato…cioè nel senso, no. Hai mai sentito parlare del colpo di fulmine?”
“Si”
“Ecco…beh…mi prenderai per pazzo forse, ma c’è qualcosa in te che…lascia perdere.”
E allora si decidi di lasciare perdere. “Meglio così” pensi.
La conversazione va scemandosi e non vi scrivete più,
I giorni stanno passando e tu di Fabian non hai più avuto novità.
Ammetti a te stessa che però ti sei ritrovata svariate volte a pensare a lui, a sperare di vedere il suo nome scritto ogni volta che il telefono, dopo aver vibrato, si illuminava.
Inizi a pensare che forse aveva ragione.
Forse c’è qualcosa.
Non sai dargli un nome, non sai descriverlo, non sai dargli un forma, un colore, una voce.
O forse un nome per descriverlo c’è: il suo.
E’una sensazione di strano dispiacere non giustificato nel pensare che lui non ti abbia più cercato, soprattutto che lui non abbia bisogno di te, ma poi pensi “Intanto non lo conosco, non vedo come questo possa interessarmi e addirittura buttarmi un po’ giù
moralmente”.
Provi a non pensarci più. E lo ripensi “Meglio così, lascia perdere”.
Il giorno dopo aver preso coscienza del fatto che non lo avresti sentito più, era una giornata del tutto normale.
Decidi di uscire con un’amica, per fare due passi lungo il mare e andare al solito bar per bere un bicchiere di vino e farsi due risate.
Torni a casa e ti sdrai sul letto, pensando alla giornata passata e a quanto straordinariamente siete compatibili tu e la tua amica, e Dio solo sa quanto ti reputi fortunata ad avere un’amica così al tuo fianco. Sorridi. Nonostante questo, senti comunque la mancanza di un qualcosa dentro di te.
Come se mancasse un tassello. Il tassello del tuo puzzle. E sai che c’è solo una persona nel mondo che ha quel pezzo, in grado di completare perfettamente il tuo.
Ci sono tanti, tantissimi pezzi in questo mondo, ma uno, e solo uno, è veramente compatibile con il proprio.
E sai per certo che non vuoi la storiella divertente, non hai voglia delle storie da una settimana, o da un mese. Quelle non hanno valore per te. Non sei fatta per quello.
Ma ti sei sempre ripetuta anche che alla fine, l’amore non lo devi cercare. Anzi, l’amore vero non deve essere nemmeno trovato. E’ l’amore vero che arriverà da te al momento giusto, nel posto giusto.
Non ti dirà mai né quando né come arriverà. Può essere a 8 anni come a 80.
E’ per questo che l’amore vero non ha età, perché è l’amore che sceglie le persone, mai il contrario.
Mentre pensi che prima o poi arriverà anche il tuo momento, senti il telefono vibrare sotto la schiena; non ti eri nemmeno accorta di essertici sdraiata sopra; sbadata.
Tutto nella norma: stavi aspettando un messaggio dalla tua amica, per farti sapere che era rientrata a casa sana e salva, oppure per dirti l’ennesima battuta stupida.
Mentre prendi il telefono da sotto la schiena pensi già a qualcosa di altrettanto stupido da risponderle, ma appena si illumina lo schermo scopri che in realtà, la persona ad averti scritto non è la tua migliore amica.
E stranamente ti fa piacere. E sorridi. Perché, stranamente ti fa piacere risentirlo.
“Ciao, ti stavo pensando, e non ho potuto fare a meno di scriverti.”
“Ciao Fabian, ti stavo pensando anch’ io, e ti stavo aspettando.”

Cosa farà Fabian?

  • Non le scriverà mai più (0%)
    0
  • Vuole riprendere a conoscere la protagonista, ma niente di serio per la distanza (25%)
    25
  • Si dichiara, e viene ricambiato (75%)
    75

Voti totali: 4

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

8 Commenti

  1. Ciao Agnes,
    diciamo che si dichiara e viene ricambiato (già che mi sono deciso a leggere qualche rosa, provo anche a sprigionare un po’ di romanticismo 🙂 )
    Ti faccio notare due cose:
    – la prima è di pura formattazione del testo; ci sono degli a capo che spezzano delle frasi in corso (sicuramente delle sviste, ma non sono piacevoli da vedere)
    – la seconda è relativa ai tempi; il tuo racconto è al presente perciò in una frase come quella “Il giorno dopo aver preso coscienza del fatto che non lo avresti sentito più, era una giornata del tutto normale.” l’era andrebbe sostituito con è.
    Buona serata, alla prossima!

    • Caro Encio, si! Cavoli purtroppo me ne sono accorta una volta pubblicato.
      Lo so e mi scuso, non è piacevole da vedere.
      La prossima volta starò più attenta.
      Mi fa piacere però che continui a seguire questa storia, nonostante tu non sia amante del genere.
      Ti ringrazio alla prossima 🙂

  2. Ciao Agnes,
    ti consiglio di lasciar passare almeno qualche giorno tra la pubblicazione di un capitolo e il successivo così da dar modo a più lettori di leggerti e votare.
    Leggerti è piacevole; più che altro, come ti avevo già accennato, non amo troppo il rosa… o meglio, non amo quelle storie d’amore tutte rose e fiori (questione di gusti), perciò voto per il puro divertimento ( da cui comunque potrebbe in futuro scaturire qualcosa di più 🙂 )
    Buona giornata e alla prossima!

    • Si ti ringrazio per il consiglio, che seguirò sicuramente!
      Ma ci tenevo tanto ad arrivare a questo punto della storia 🙂
      Ti ringrazio per il voto, e sono davvero contenta che nonostante tu preferisca altri generi, continui a seguire la mia storia! (Anche perché vedrai… non sarà tutto rose e fiori…anzi!)

  3. Ciao Agnes,
    benvenuta sul sito 🙂
    Non sono un amante dei rosa però provo a seguirti per vedere dove vuoi portarci.
    Da quel che leggo mi sembra che la protagonista percepisca una certa monotonia nella sua vita perciò direi che il messaggio potrebbe incuriosirla, apportando qualche novità nella sua quotidianità.
    Buona continuazione e alla prossima!

    • Ciao!
      Grazie mille per il tuo commento!
      Si la sua vita è un po’ così, monotona, a tratti noiosa, sente che le manca qualcosa.
      Non svelo nient’altro: posso solo aggiungere che sì, ne succederanno di tutti i colori!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi