Una vita (a tempo determinato)

Dove eravamo rimasti?

cosa farà Adesso Tina,la mamma di Luce? racconterà finalmente tutta la verità. (100%)

5

Mia madre mi confermò tutto quello che mio padre mi aveva scritto nella lettera. Era tutto vero. Era stato sincero.   

-Perché non mi hai mai detto nulla?ti avrei capita e anche ammirata più di quello che ho fatto,per avermi cresciuta senza un uomo accanto!

  • forse è vero Luce,ma avresti odiato lui!ho preferito che tu immaginassi un padre perfetto,piuttosto che scoprire davvero di che pasta era fatto.

Scoppiammo a piangere tutte e due. Ehi Luce,non ti pare troppo? Due volte nello stesso giorno! Mi voltai  verso mia nonna … piangeva anche lei! La abbracciai,e per la prima volta sentii che tra noi tre,finalmente,si era sanata una frattura durata troppo tempo.

  • Tu che faresti al posto mio mamma?
  • Io?non lo so ,credevo che lui non avrebbe mai neanche avuto il coraggio di scriverti .Spero solo che non lo abbia fatto perché ha perso tutto.Ho letto qualche articolo su di lui, so che la sua società è fallita …
  • E che sua moglie lo ha lasciato?
  • No,questo non lo sapevo , ma non mi meraviglia la cosa
  • In che senso?
  • Quando io tuo … e Filippo ci siamo conosciuti,lui non era ancora sposato,lo avrebbe fatto qualche mese dopo … io ho pensato di potergli far cambiare idea … ma evidentemente Adele aveva armi che io non avevo …
  •  A che armi ti riferisci?
  • Adele era bellissima,aveva anche qualche anno in meno a me,era giovanissima,aveva una ventina d’anni … ma a differenza mia proveniva da una famiglia milanese molto ricca,e Filippo è sempre stato un uomo d’affari,ce lo aveva nel sangue, non si sarebbe mai fatto scappare quell’occasione!
  • Quindi non erano innamorati?
  • No Luce,direi di no!
  • Perché non hai combattuto per lui mamma?avresti potuto far scoppiare uno scandalo,bastava dire che eri incinta!
  • Si, e per cosa Luce?finire sui giornali,fare test del Dna, dimostrare che eri sua figlia?farti pagare gli alimenti?e poi?pensi che lui sarebbe rimasto con me?avrebbe fatto il bravo padre di famiglia?no Luce,la vita non è questa. Io gli ho dato la possibilità di scegliere. Perché quando ami qualcuno lo devi lasciare libero di decidere in modo autonomo. E lui ha scelto un’altra vita,in cui né io né te eravamo comprese. Adesso non so cosa deciderai di fare,se conoscerlo o meno.  Io non mi sento di dirti niente,perché voglio che tu non sia condizionata da me o da altri. 
  • Grazie mamma
  • Per cosa?
  • Per essere stata sincera 
  • Forse avrei dovuto farlo già molti anni fa , ma non ne ho mai avuto il coraggio!
  • Ciao mamma … Ti voglio bene!
  • Ti voglio bene anche io!

Chiusi la chiamata,accompagnai nonna,abbastanza provata, a letto,ed andai a dormire anche io.                                                            

‘È  una bella giornata estiva,sono al mare con Manolo. C’è molta gente,fa caldo e decido di farmi un bagno. Lascio il mio amico che dorme sdraiato di spalle e vado in acqua. Tutto a un tratto il mare diventa mosso,molto mosso … mi arrangio a nuotare,ma non sono così brava. cerco di tornare a riva,ma le onde mi buttano sott’acqua … ho difficoltà a respirare! Riemergo … la spiaggia si è svuotata,io cerco di chiamare Manolo ,ma non mi sente,sta ancora dormendo. Un’altra onda mi riporta giù,sono stanca … non so per quanto ancora posso resistere! Torno in superficie e il mare si calma … respiro! Esco dall’acqua,ma si è fatta notte,la spiaggia è buia,non vedo più neanche Moreno … che fine ha fatto? A qualche metro di distanza noto un falò … ho freddo,sono bagnata … trovo un asciugamano per terra e me lo avvolgo addosso, vado verso il fuoco,almeno posso scaldarmi un po’. Arrivata mi accorgo che è una cerimonia funebre … stanno bruciando un corpo,come avveniva secoli fa ,soprattutto se si trattava di soldati,uomini valorosi o re. C’è Moreno,mi avvicino a lui e lo chiamo:” Lollo che hai,perché piangi?chi è morto?mi hai lasciata sola,stavo per annegare!”. Mi guarda e non parla,continua a piangere. Provo a scuoterlo. A questo punto mi sussurra.”mi dispiace!non ho potuto salvarti”. Non capisco … gli tiro un ceffone:”che diavolo dici?lo hai sentito questo?era uno schiaffo!se fossi morta non potrei farti male!”.e lui mi risponde:”è la mia coscienza che fa male,se non mi fossi addormentato adesso saresti ancora qui con me!”. Ma che succede?è impazzito?chi sono queste persone? Vidi Roberto,era affranto anche lui!c’era anche Ramona ,e altre mie colleghe … e poi c’era un uomo,sulla settantina,portati molto bene devo dire … si avvicinava sempre più alle fiamme, troppo vicino … corro verso di lui e lo tiro per un braccio:”che diavolo fa,è impazzito!vuole bruciare anche lei?”. Si volta verso di me. Mi assomiglia molto,ha il mio stesso colore degli occhi,la stessa forma del naso,lo stesso mento … so chi è quest’uomo … è mio padre. sta piangendo e mi dice:”è tutta colpa mia,dovevo starti accanto!merito anche io di morire!” . mi spinge a terra e si getta tra le fiamme,io grido e mi avvicino,tanto da vedere il mio corpo che brucia,ormai quasi irriconoscibile …’

  • Luce,luce svegliati!!!che hai?

Mi svegliai di soprassalto,ero sudata ed agitata. La nonna era  accanto al letto. Avevo fatto un incubo..

perché Luce fa questo incubo?

  • perché sta per succedere qualcosa di brutto ed ha avuto un presentimento. (100%)
    100
  • perché ha sempre avuto paura dell'acqua (0%)
    0
  • perché non riesce ad essere lucida ed è ancora troppo sconvolta (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

23 Commenti

  1. Ciao Luce, bel capitolo movimentato, ma era giusto così!
    Siamo alla fine e spero che tutto torni, quindi dalla denuncia si potrà arrivare ad un epilogo che possa dare equilibrio all’animo inquieto della nostra protagonista.
    Leggerò l’ultimo capitolo e spero di giocare con un’altra tua storia al più presto…

  2. È stata denunciata, molto probabilmente dalla ex moglie di Filippo, che in cerca di un colpevole per coprirsi ( forse) avrà suggerito alla polizia questa probabile pista.
    Capitolo ben strutturato, immagini nitide della scena.
    Ti sostengo sempre!

  3. Ciao Lu.ce
    La storia procede coerente e ci avviciniamo al finale.
    voto la denuncia, anche se hai solo un capitolo per chiudere la storia.
    Ancora un suggerimento per il futuro, gli elenchi puntati sono un modo inusuale di presentare i dialoghi. Si possono sostituire con il trattino – oppure con i caporali « », migliora la formattazione, salva spazio e sono esteticamente più gradevoli. 😊

    PS se vuoi, quando puoi, viene a trovarmi.

  4. Ciao Luce, come promesso ho letto la tua storia e mi è piaciuta…
    La vita spesso ci riserva delle sorprese e non sempre riusciamo ad affrontarle con serenità, Anna Luce però non è da sola.
    Io tifo per Roberto, ma credo che la nostra protagonista stia cominciando a credere più in se stessa, probabilmente l’amore aiuta.
    Aspetto il prossimo capitolo, buon lavoro e a presto!

  5. Buongiorno Lu.ce
    ho letto tutti i capitoli, la tua storia è carina.
    Agganciandomi alle parole di Feather, credo che la formattazione non ti habbia aiutato ad avere più lettori.
    Mi spiego. Quando si legge a video, il testo deve essere il più possibile scorrevole. I tuoi paragrafi sono densi, si può ovviare inserendo uno spazio dopo ogni punto e dopo ogni virgola e andare a capo più spesso, altrimenti la lettura diventa quasi ipnotica. Per i cambi di scena potresti usare *** epoi andare a capo.
    Spero tu non ti offenda per quanto scritto sopra.
    Intanto voto Roberto.

  6. A meno che non si trasformi in un fantasy deve essere Roberto!
    Wow, questo capitolo mi ha catturata e ti faccio I miei complimenti!
    Qualche ripetizione non necessaria da evitare e ci siamo!
    Sembrava un quadro surrealista la scena finale, non so perché, ma mi sono immaginata un opera di Matisse, la bella prigioniera.
    Non capisco come mai la tua storia sia così poco seguita.
    Purtroppo il rosa ha molti pregiudizi.

  7. Ciao Lu.Ce, ho votato per l’incontro. Sono talmente entrata nella storia che mi piace immaginare di essere anch’ io un’amica di Anna.. Il mio consiglio sarebbe quello di non rivelare la mia identita’ di “figlia”
    Non dovrebbe scordare che lui ha chiesto a sua madte di abortire . Non merita di essere padre. Vediamo come la pensa Anna!

  8. Ciao Lu.Ce, meno male che e’ un sogno e che si torna alla commedia , anzi alla ttagicommedia quotidiana molto diversa, grazie al cielo, dalle soap strappalacrme. Ridere piangendo o viceversa e’ una antica arte partenopea che apprezzo molto. A presto!

  9. Ciao LuCe, la faccenda si complica, a quanto leggo. Ho votato lo sconosciuto perche’ il tipo sembra piovere proprio dallo spazio. E poi c’e’ la coppia gay in arrivo e la famiglia in assetto di guerra. Dialoghi ottimi. Unico neo (per mr) qualche spiegazipne di troppo che toglie.naturalezza.

  10. Direi un vecchio compagno di scuola, le due alternative non mi sembrano molto sensate.
    Bello l’accento dialettale di nonna e nipote, ma consiglio di prestare maggiore attenzione alla forma del testo. Gli spazi che saltano sono piuttosto fastidiosi da leggere, così come il dialogo telefonico stile copione, che sì, fa risparmiare spazio, però è davvero bruttino da vedere.
    Occhio anche a un paio di tempi verbali sbagliati.

  11. Ciao Lu.Ce, sono contenta di averti votato per prima. Il tuo racconto mi è molto piaciuto. Fresco, scorrevole e con un bel tocco humor. Ho votato per il compagno di scuola perché mi è sembrato che la povera Luce, avesse già un bel da fare con i suoi familiari “terribili” (per non parlar del gatto). Vienimi a trovare. A presto.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi