The moon

Cambiamento pericoloso

1. Ci troviamo nel 2044 a Detroit. I crimini sono aumentati dopo la scoperta dei vampiri, mostri notturni assetati di sangue. All’inizio anche gli zombie davano un loro valore, ma dopo il trattato di pace avutosi nel 2027, la terra ha potuto godere di pace. Infatti, gli umani sono riusciti a costruire un enorme isola per far si che essi avessero un loro abitat e crescessero senza problemi. Eppure, quando il sindaco volette dare questa chance anche ai vampiri, essi si sono rifiutati, andandosi, di nuovo, a nascondere tra gli umani. All’inizi si pensava che avevano in mene una guerra, ma in realtà, volevano solo uccidere. “Solo” in effetti, non è poco. Però, le morti a causa di vampiri non sono mai state più gravi di quelle caustero dagli umani, anche perché dopo il 2020, la popolazione umana non ha più causato tanti problemi come suicidi o omicidi, poiché le tecnologie avanzante hanno dato molte cose in più e la povertà e molto diminuita. Detroit viene chiamata “la città dei mostri” da quante uccisioni ci stanno facendo. Eppure, è la gente che si va a cercare il pericolo, chi ha mai obbligato qualcuno ad andare nella Foresta del Terrore? Tutti sanno che li vibono parecchi lupi, e che tra di loro, può tranquillamente nascondersi un vampiro, pronto a mettere i suoi denti aguzzi nelle vene del collo di qualche sfortunato che per li passava. Anche se essi fanno tanta paura, molta gente ne è fan, li amano, amano la loro solitudine, i loro misteri e la loro passione per la luna, anche se…La loro passione priferita…È bere. 

2. Il college più bello di tutta Detroit, Carpaust college. Era lì che la giovane Eleanor Lilipop sarebbe andata per la prima volta. Era così entusiasta e allo stesso tempo spaventata. Gli studenti di quella scuola venivano chiamati “gli impeccabili” e ciò la faceva tremare dalla paura. Conoscendo però la piccola donzella non ci avrebbe pensato molto. Arrivata a scuola, la prima persona che incontra è Teresa Flinton, una ragazza allegra quanto lei, ma più amante del divertimento a letto. Vergine? Sì, Eleanor aveva già 17 anni, ma era ancora vergine. Non le è mai interessato molto il relazionarsi con qualcuno, il contrario della nuova conoscente. “Ciao! Sei la nuova, vero?” Disse Teresa appena la vide ” sono contenta che sei qui! Penso noi due diventeremo molto amiche.” Eleanor rispose, ma con meno entusiasmo della compagna, dato che avrebbe priferito iniziare una amicizia con qualcuno che le assomigliasse di più.

” Ciao…Il mio nome è” non ebbe tempo per finire che un suono interruppe “miao” 

“Che cosa è? Un gatto?” Disse la ragazza sorpresa, il suono proveniva dallo zaino di Eleanor “hai un gatto, qui a scuola?!”             “Cosa? No…no…Per niente.. te lo sarai immaginata…” era una bugia, il gatto c’era e parlava pure. La prima volta che Eleanor la vide si spavento’ tanto da urlare una parola stranissima, ovvero ghiuu, e fu così che ebbe l’idea di chiamarla appunto così. La discussione tra le due ragazze duro poco e menomale, fu tanto noiosa che Teresa se ne è uscita con un “uh la campanella, meglio che io vada…Ciao!” Arrossita dalla vergogna del loro discorso, la ragazza scappò via in classe e stessa cosa per Eleanor. La lezione? Più noiosa ancora. Mentre però la professoressa parlava, la timida ragazza, seduta da sola nell’ultima fila, guardava il suo ciondolo porta fortuna, che i suoi genitori le hanno dato ai suoi 13 anni, prima di scimparare nel temibile mare Hotril, vicino all’isola degli zombie. 

Eleanor scoprirà qualcosa di strano in città?

  • Potrebbe essere tanto curiosa a causa di una leggenda, raccontata da Teresa, da andare nella Foresta del Terrore (100%)
    100
  • Potrebbe trovare un portale nascosto per un mondo strano (0%)
    0
  • Potrebbe scoprire qualcosa di oscuro su Teresa. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

9 Commenti

  1. Ciao Sare. Ho visto che sei andata a rileggerti anche Distress. Ti ringrazio davvero moltissimo. Mi fa veramente piacere questo interesse. Sono contento che hai proseguito il racconto. Ci sono ancora degli errori, ma sarà dovuto al virus. Tipo quando parli di “spogliare le pagine”. Forse intendevi “sfogliare” 😀
    In generale però questo capitolo è scritto decisamente meglio rispetto al primo. Brava.
    Aspetto il terzo capitolo
    P.S. : aspetta un po’ prima di pubblicare. Darai la possibilità ad altri lettori di commentare o votare la tua storia.

  2. Ciao Sarettajsjsj, e benvenuto/a su The Incipit. Sarò sincero: fai più attenzione quando scrivi un racconto. Ci sono moltissimi errori grammaticali e sintattici. Giusto per farti qualche esempio:
    “la terra ha potuto godere di pace” . Forse intendevi la “Terra” pianeta. Oppure “non sono mai state più gravi di quelle caustero dagli umani”. Immagino volessi scrivere “causate”.
    C’è anche discordanza nei tempi. A volte usi il passato, a volte il presente, poi ritorni al passato e così via. Ci sta qualche errore, ma quando sono troppi è difficile leggere un testo.
    Però puoi rimediare. Basta solo stare attenti.
    Solo un’ultima cosa: ho la sensazione che tu abbia già delineato come andrà la storia. Il bello di The Incipit è che è un sito molto interattivo. I lettori possono influenzare la trama, dialogando direttamente con l’autore. C’è dialogo, scambio di idee, critiche costruttive. Uno degli errori che possono fare i nuovi utenti (e io ero fra questi) è quello di fare “railroading”. Di offrire scelte banali, o di non offrirle proprio, perchè hai già deciso la trama. Facendo così rischi di perdere l’interesse di chi ti legge.
    Spero che non prenderai il mio commento come una brutta opinione, ma uno stimolo a migliorarti.
    Ti seguo. Ho fiducia in te.

    • Grazie mille, gli ho notato pure io gli errori. Il fatto è che da un po’ di tempo la mia tastiera fa un po’ come vuole. Credo di avere un virus, dato che anche se scrivo bene delle specifiche frasi, esso me le cambia radicalmente. Anche se sono stata abbastanza attenta, non sono riuscita a migliorare un po’ di più le cose, ma la pRossini volta invece di solo due occhi, ne avrò ben tre. Grazienda ancora per il commento costruttivo, spero che la storia col tempo ti piacerà. Riguardo alla trama, non so se ho capito, dici che sai già il continuo della storia? Nel senso che è molto ovvio? Potresti dieri come pensi che continui? Grazie ancora

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi