il desiderio e la vergogna 2

Dove eravamo rimasti?

cosa a intenzione di fare Monica? vendicarsi con Giorgio (100%)

presentazioni

I nuovi saggisti erano seduti a tavola aspettando la padrona di casa che entrò insieme a Monica vestite eleganti che presero posto nelle loro sedie e Lulù si presentò.

<<Benvenuti nella mia casa, io sono Lulù colei che vi a invitato a fare questo concorso, dove oggi inizierà la gara. Il vincitore lavorerà per me nella mia azienda di fashion o di designer. chiunque di voi se avrà bisogno di qualunque cosa, chiedete a mia figlia Sarah, mi informerà lei del vostro bisogno per il materiale.>>

Giacomo seduto a canto alla sua donna guardava Monica perplesso, lui sapeva chi era. Monica gli punto gli occhi a dosso senza sorridere, poi le distolse quando entrò Giorgio baciandola sulla guancia, facendo rimanere titubante.

<<Ho fatto prima possibile tesoro.>> disse Giorgio a Monica che rimase senza parole guardandolo

<<Sei arrivato  giusto in tempo. Scusate questo è il futuro marito di mia figlia.>>disse Lulù agli ospiti

Monica sorrise  Giacomo, abbracciando Giorgio davanti a lui.Giacomo aveva uno sguardo dubbioso, cercava di capire la situazione, poi decise di fare qualche domanda a Monica davanti a tutti.

<<Felicità a entrambi, anche io e la mia fidanzata tra poco ci sposeremo.>> disse mentre la sua ragazza lo guardò incerta.

<<Allora alla vostra felicità!>> rispose Giorgio sorridendogli.

la gara stava per giungere i partecipanti fuori in giardino avevano i loro materiali per iniziare a creare e sfidarsi. Lulù suonò la campana d’inizio e i partecipanti si sparpagliarono per trovare qualcosa che le attirasse.Monica passava ad ognuno di loro per vedere come svolgevano il loro lavoro e si fermò dalla fidanzata di Giacomo.

<<Monica, ti chiami cosi vero? lo so, me lo ha detto Giacomo, so chi sei.>>

<<Mia madre mi chiama Sarah, ma si.. sono Monica. Io non so il tuo nome, presentati.>>

<<Io mi chiamo Nat, sono la fidanzata di Giacomo. arrivo al dunque, stai cercando di riprendertelo?>>

<<Tra non molto mi sposerò, per quale motivo dovrei farti questo?>>

<<perche due mesi fa ti ho visto con una ragazza e il tuo fidanzato al bar dove lo frequentiamo io e Giacomo.>>

<<Veramente sono stata io a far conoscere quel bar a Giacomo, poi ero andata a trovare la mia amica e portargli l’invito delle mie nozze.>>

<<Mi a detto tutto di te sai? fatti curare per il tuo bene.>>

<<Prego? non ho capito.>>

<<Sei una psicopatica maniacale.>>

<<Hahahaha ti a detto questo? lo aveva detto anche a quella che c’era prima di me. Credi di conoscerlo eh?! a per caso un armadietto chiuso a chiave e non vuole che tu lo apra?>>

<<Come fai a saperlo?>>

<<C’ero io prima di te, fai attenzione bellezza prima o poi lo conoscerai bene come è fatto. >>

<<Ci ai fatto venire tu qui, vero?>>

<<No, forse è il contrario.>>

<<Cosa ci fai tu qui se La padrona non è tua madre.>>

<<Ti sbagli, lei è mia madre, fai attenzione a chi hai vicino.>>

<<Scusa ma devo finire di fare questo test.>>

<<Certamente. Ah.. prende ancora le sue medicine?>>

<<quali medicine?>>

<<Ti lascio proseguire a più tardi Nat.>>

Monica continuò ad osservare i saggisti con le loro creazioni, lasciando Nat a guardarla con inquietudine. 

La sera a cena Lulù si congratulò con tutti loro per l’ottimo lavoro come prima prova e li premiò con una festa nei sotterranei alla stanza N°4 dove dopo cena avrebbero festeggiato.Giacomo quella sera non riusciva a togliere gli occhi di dosso a Monica, aveva uno sguardo Perfido e maligno. Giunsero alla festa dove c’era musica e le ragazze di Lulù ballavano sul palco, dove Giacomo cercava di intravedere Monica per parlargli. Lulù entrò Con Monica e Giorgio, e Lulù prese Giorgio e lo portò a ballare in pista.Monica sorrise ma vedendoli insieme gli diede quasi fastidio, forse si era accorta di Giorgio? o provava sentimento per Lulù? I due si stancarono di ballare e si sedettero accanto a Monica.

<<Vai a ballare tesoro, fai vedere di cosa sei capace.>>

Monica si fece prendere da Giorgio per la mano e fu tirata in pista. musica a tutto volume che scatenò Monica strusciandosi a dosso a Giorgio e lo baciò in modo strano.

<<Mi stai eccitando, sai?>>

<<Lo sento c’è l’hai duro, toccami fammi eccitare  anche a me.>>

Giorgio non se lo fece dire due volte, inizio a toccarle il fondo schiena passando per accarezzargli il seno, mentre Monica si mordeva il labbro sorridendogli. Lulù iniziò a inquietarsi guardandoli male, ma i due eccitati si dimenticarono le regole della casa, mentre  giacomo li guardava nauseato vedere Monica comportarsi in quel modo, per lui era la prima volta che la vedeva atteggiarsi cosi. 

le conclusioni di Monica a nat a cosa si riferiscono su giacomo?

  • schedato per condotta maniacale per le donne (50%)
    50
  • adolescente irriquieto con le autorità (50%)
    50
  • Era stato un orfano (0%)
    0

Voti totali: 2

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

1 Commento

  1. Ciao Manola, ho letto il tuo racconto e mi sono chiesta chi fossero i “saggisti”. Dal contesto, sembrerebbero degli esperti di moda ma forse sbaglio. Ho votato l’opzione del maniaco perché mi è sembrata la più adatta a farti proseguire con la tua trama, anche se mi piacerebbe molto che Giacomo non fosse un personaggio troppo prevedibile. Un consiglio. Controlla con attenzione i racconti prima di pubblicarli perché ci sono tantissimi errori di grammatica. Prenditi tutto il tempo necessario e magari fatti aiutare a “correggere le bozze”. Ti seguo.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi