Nello spazio nessuno può sentirti urlare!

L’Innocente ed il Sopravvissuto

Vascello Stellare Nebula in velocità Iperluce, sala infermeria

Una bimba sta seduta sul lettino. Indossa un uniforme blu scura, dalle maniche lunghe e la gonna corta. La calzamaglia è nera e non indossa scarpe. I suoi capelli ramati sono legati in una coda di cavallo. Ha un visino tondo pieno di lentiggini ed occhi color nocciola. Tiene in mano una pallina e sgambetta mentre un medico le sta medicando un braccio. Il medico indossa un’uniforme bianca ed un camice azzurro. Ha lunghi capelli neri così come gli occhi. Sta passando un oggetto sul braccio della bambina ed infine vi mette un cerottino.

«Fatto – dice – e spero che questo ti insegni a non toglierti gli stivali magnetici, quando sei fuori dalla tua stanza»

«Sono scomodi» si giustifica la bimba.

«Ma servono. Non saresti caduta, se li avessi avuti ai piedi. Ora dimmi: non sarai per caso andata di nuovo nella stiva?»

«Se ti dico di no mi si allunga il naso?» dice la bambina facendo il gesto con la mano.

«Sicuramente perché te lo tiro! – risponde il medico e la bambina si copre il naso con la mano d’istinto – Ma si può sapere che ci trovi di divertente laggiù? È un luogo pericoloso per una mocc… ehm, una bambina come te»

«Ci sono un sacco di cose strane: è tutto da esplorare»

«Non ti va bene di leggere gli olo-libri?»

«Sono noiosi! Posso farti una domanda?»

«Dimmi pure» risponde il medico mentre pensa “Piccola rompiscatole!”

«Mi puoi spiegare come funzionano i Contenitori classificati come Zora?»

«Troppo complicati per una come te. Ma chi te l’ha fatto fare di salire su questa nave?»

«Papà! Mi ha detto di salire qui e lui mi verrà a prendere a destinazione. Sai da grande voglio essere come lui…»

“Speriamo di no” pensa l’infermiere

«…e lui mi ha detto che sarebbe stata un’esperienza interessante…»

“E così noi ci dobbiamo sorbire i tuoi capricci”

«…però qui nessuno mi vuole mai spiegare niente ed io mi sto annoiando! Ok, ho la pallina ma mi piacerebbe fare qualcos’altro. Ad esempio: mi spieghi cos’è quella cosa che tenete nei contenitori Zora? È strano…»

«Non è una cosa che ti deve interessare! – tuona il medico – E non avvicinarti mai più lì o sarò costretto a…»

Tutte le luci si spengono all’improvviso, rimanendo attive solo quelle di emergenza.

«Che succede?» chiede la bambina.

«È meglio se ti metti gli stivali» risponde il medico preoccupato.

La bambina esegue.

Le luci ballano e strani suoni vanno e vengono.

«Non mi piace» dice il medico.

«Ho paura, Jan» dice la bimba.

Jan solleva una mano per colpirla; la bambina si ripara la testa.

«Perché mi vuoi picchiare ogni volta che dico che ho paura? – si lamenta – Non è così che si tranquillizzano le persone! Stupido!»

In quel momento scatta l’allarme. La bambina strilla e si nasconde dietro una sedia. Tutti i monitor si spengono e vengono sostituiti da una scritta: “ALLARME NERO!”

«Che… che significa “allarme nero”?» chiede la bambina deglutendo.

Jan l’afferra per un braccio e la trascina fuori in malo modo.

«Significa che ora corri nella tua stanza e non ne esci fin quando non ti viene a prendere qualcuno!» le ordina.

«Ma…»

«Non si discute in emergenza! Fila!»

La bambina corre via. Non appena sparisce dalla sua vista, Jan torna dentro, getta via il camice e mette la mano sulla parete. Un lettore legge la sua impronta ed un pannello si apre rivelando un arsenale!

«È l’inzio della fine» dice Jan.

***

Diario del sottoufficiale medico Jan, detto queste righe caso mai nessuno di noi riesca ad arrivare a destinazione. Purtroppo il dispositivo di contenimento è andato ed il mostro è libero. Secondo me è stata quella mocciosa di Talia. Spero che il mostro se la sia mangiata o le abbia almeno staccato un braccio od una gamba, così impara! Dicevo: il mostro è libero. Ha attaccato ed ucciso la maggior parte dell’equipaggio. Tutti i sistemi sono fuori uso. Il supporto vitale è ancora operativo ma ci sono zone prive di gravità ed altre esposte allo spazio esterno. Grazie al fatto che ho partecipato alla missione di cattura, conosco abbastanza le tattiche del mostro da riuscire ad evitarlo. Cercare di fermarlo è inutile. Riesce a muoversi indisturbato per la nave, attraversa porte e muri come se non esistessero e rimane invisibile a tutti i sensori; però so che egli cerca carne fresca e calda. Mantenendo un basso profilo sono finora riuscito a cavarmela. Lo ammetto: ho dovuto sacrificare qualcuno. Come si dice: mors tua vita mea. Tenterò di resistere fino all’arrivo e spero di trovare il modo di lanciare un SOS, anche se ne dubito. Il computer di bordo continua a funzionare e l’astronave viaggia verso destinazione. Forse ho una possibilità. Chissà se esistono altri sopravvissuti…

Abbiamo conosciuto l'Innocente ed il Sopravvissuto. Nel prossimo chi vogliamo conoscere?

  • Scegliete una combinazione dei personaggi di cui sopra (22%)
    22
  • Lo Scienziato e l'Artificiale! (67%)
    67
  • Il Militare ed il Tecnico! (11%)
    11
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

101 Commenti

  1. Red, perdonami se ti scrivo così in ritardo.
    Fantastico, semplicemente fantastico. Questa storia mi è piaciuta davvero un sacco. Ho visto persone che fuggivano, che sparavano, Mostri alieni che attaccavano e un sacco di altre che sicuramente riconoscerai anche tu.
    Ottimo lavoro, davvero. Nel tuo stile semplice sei riuscito a descrivere una storia incredibile e fantastica… o scientifica… beh, forse entrambi; comunque sia sei stato fortissimo, quasi quanto i tuoi personaggi (Naaa! Sai che scherzo).
    Ti auguro uno splendido week end! E altrettanto quelli che verranno:)

  2. Ciao Red. Scusami per il ritardo ma sono in un periodo che definire incasinato sarebbe un eufemismo. Che dire? Un bel po’ di azione in questi ultimi scampoli. Ti faccio i miei complimenti per la descrizione delle scene più concitate. Se proprio dovessi darti un consiglio ti direi di lavorare sui dialoghi e renderli più caratteristici. La bambina, a mio modestissimo avviso, spesso non parlava da bambina. Complimenti comunque per questo epilogo e per la fantasia degna di un vero appassionato di fantascienza. 😉

    • Grazie ^_^
      Sui dialoghi della bambina: ci provo in tutti i modi ma non riesco a rendere comprensibile un discorso lasciando un linguaggio infantile. Quindi quando deve essere un bambino a spiegare, parte un monologo da adulto. Però mi è piaciuto troppo dare un ruolo chiave alla bambina rispetto al suo solito ruolo di “bimba da salvare” ^_^

      Ciao 🙂

  3. Ciao Red,
    Un finale degno del resto del racconto. Hai fatto un buon lavoro. Anche il mio racconto ha perso qualche lettore lungo la strada. Qualcuno ha semplicemente votato una volta, per poi sparire. Ritengo che si debba leggere leggere per essere letti. Dietro ogni storia si nasconde l’impegno di qualcuno, ogni storia é importante per chi la scrive. Si puo scegliere di seguire una storia oppure no, ma se si sceglie di seguirla, si dovrebbe arrivare fino alla fine. Questa è la mia opinione.
    Aspetto il tuo nuovo racconto e ti rinnovo i complimenti,la fantascienza é un genere che richiede una fantasia speciale, come ti ho già detto ritengo che tu ce l’abbia insieme a pochi altri qui su TI.
    Bravo Red,
    Alla prossima!

  4. Spero il finale vi piaccia. Credo di aver perduto molti lettori durante il racconto, eppure non mi sembrava male. Boh, forse non avrò colto i gusti dei più.

    Prossima settimana inizio un racconto Fantasy: tornano Martina, Giovanni e Federico, insieme al Drago ed i suoi Coboldi, protagonisti di una precedente storia (ma non dovrebbe servire leggerla) 🙂

    Ciao 🙂

  5. Ciao Red,
    direi che Jad viene ucciso dal mostro, anche perché non mi pare che rispetti troppo i patti.
    In questo capitolo ho notato una serie di ripetizioni che avresti potuto ovviare usando qualche sinonimo. le parole mostri, mostro, mostriciattoli, vengono utilizzate diverse, forse troppe volte.
    nella frase iniziale : “Zorast percorre di corsa il corridoio” corre corsa corri, tutto di seguito in una stessa frase, risulta ridondante. Scusa se te lo faccio presente, ma ritengo che tu abbia buone capacità di scrittura e quindi potresti trovare il modo per rendere l’idea senza troppe ripetizioni.
    Il numeroso ticchettio doveva essere quantificato in molti ticchettii o è un refuso?
    Hai comunque dato vita a un bel capitolo, l’azione l’hai resa bene e sicuramente hai la fantasia giusta per affrontare questo genere.
    Alla prossima!
    p.s. i miei sono consigli di una dilettante, prendili per quello che sono 🙂

  6. Eccomi Red, buonasera. Un bel capitolo denso denso di azione, e immagino che il meglio debba ancora arrivare 🙂 ho votato per il mostro che stringe un nuovo patto, sperando di non crearti casini stavolta con le percentuali delle 3 opzioni 😀 alla prossima

  7. Ciao Red eccomi qui,
    Chiedo venia, ma questo ultimo mese è stato un inferno, ho recuperato gli episodi molto velocemente, anche perché mi sono accanita tantissimo e non volevo staccare e poi riprendere dopo… Davvero geniale il tutto, il fatto della videocamera e Jad è stato bellissimo, la bambina diventa sempre più un mito! Bravissimo davvero!
    Ps. Non si sa… aspetto il prossimo capitolo sperando di essere puntuale 😅 a presto 😉

  8. Ottimo ingaggio della suspance e dell’azione.
    Ciao Red, bravo.
    A parte qualche refusino e qualche D Eufonica di troppo, te la sei cavata alla grande.
    E adesso, il caro Jad, riuscirà a trovare il coraggio per uccidere i suoi compagni?
    Staremo a veder. Attendo il nuovo episodio.
    Alla prossima!

  9. Ciao Red, arrivo un po’ in ritardo. Sebbene non sia esattamente un amante della fantascienza intesa nel senso più classico ho letto con piacere tutti e 7 i capitoli e ormai posso considerarmi agganciato alla tua trama 😉 Ho votato per 3 o 4… In medio stat virtus 😛
    Ti seguo e attendo il prossimo episodio

  10. Ciao Red,
    io direi che sopravviveranno in due. La bambina di sicuro.
    Bello questo capitolo, a parte un minuscolo refuso sul defibrillatore, tutto è filato liscio.
    Ottima idea quella della videocamera che riprende Jad all’opera, hai avuto una bella intuizione.
    Ora aspetto il nuovo episodio, si va verso la fine, mi aspetto un’ulteriore crescita della tensione!
    Alla prossima!

  11. Ciao, Red.
    Questo capitolo mi è sembrato scritto un po’ di fretta, ma capisco perfettamente che la colpa non ricade su di te ma sui 5000 caratteri troppo pochi. 😛
    Per il resto è tutto fantastico. La storia continua a piacermi un sacco. La tua fantascienza è semplice e scorre via in battibaleno.
    “Sequenza finale”, eh? Allora i prossimi capitoli saranno piani di azione. Bene! Non vedo l’ora di leggerli! 😉
    Ho votato 5 o 6, non mi piace l’idea che qualcuno muoia, anche se capisco che ormai va di moda inserire delle morti nei romanzi.
    Ciao, buona giornata!

    • Io sono quello che non uccide mai i protagonisti, ma qui si tratta anche di sperimentare e quindi lascio scegliere a voi 😉

      Sì, verso la fine ho accelerato perché mi sono accorto che stavo finendo i caratteri. Spero di riuscire a descrivere l’azione come si deve 🙂

      Ciao 🙂

  12. Rieccomi, Red. Ho votato per i guai alla sezione motori.
    Uhm, la situazione è complessa: la bimba, che pareva la più indifesa, ha di fatto assunto il controllo. Il mostro è una mostra e vuole ottenere qualcosa, e se è scesa a patti vuol dire che può anche perdere qualcosa. Fantastici gli inesorabili ragnetti smontatutto 😀
    La tua storia, per atmosfere, mi ricorda “Ixtl”, un episodio di “Crociera nell’infinito” di Van Vogt. Leggilo, se lo trovi, per quanto sia datato, rimane affascinante.
    Ciao, ti auguro un ottimo weekend

  13. Ciao, Red.
    Sai, Talia mi sta sempre più simpatica. Quello che invece non mi va a genio sono quei cari ovetti pronti a schiudersi e mandare tutti in avaria verso morte certa!
    E adesso che si fa?
    Spero tu abbia idee (Naaa! Sono sicura che tu abbia il controllo di tutto! Vero…?) perché io sono a secco.
    Capitolo fantastico, descritto in modo impeccabile.
    Ciao, buona giornata! 🙂

    • Già, bella domanda: che si fa? Il controllo di tutto non ce l’ho perché lascio le decisioni a voi; quindi è anche per me una scoperta 🙂
      Vero è che dal prossimo punteremo verso la conclusione e dovremmo scoprire chi vive e chi muore 😉

      Ciao 🙂

  14. Ciao Red,
    ci saranno problemi coi motori.
    Ho notato qualche piccolo refuso in questo episodio, ma poca roba… Trovo sempre che la bambina abbia un lessico troppo adulto, ma forse è solo una bambina del futuro, con un’educazione differente da quella a cui siamo abituati.
    Il mostro femmina mi fa venire i brividi, perché ci saranno tanti altri piccoli mostri in giro per l’astronave e se i motori si rompono davvero, i nostri si troveranno davvero nei guai più neri.
    Ci si vede al prossimo capitolo. 🙂

  15. Ciao Red eccomi qui,
    Il mostro è femmina? 😳 non me lo sarei mai aspettato 🤔
    Aspetta come le uova? Questo significa che nasceranno dei piccoli mostriciattoli? 😳… uh carino l’androide che sorride *_*… da quello che puoi vedere, questo capitolo ha scaturito in me tantissime emozioni diverse, quindi bravissimo complimenti!
    Ps. Zorast… aspetto il prossimo capitolo con ansia, a presto 😉

  16. Ciao Red eccomi qui,
    Ma che carina la bimba, poi mi sono innamorata di And, che caruccio quel robottino *_*… comunque anche questo è un gran bel capitolo, bella l’idea dei ragni riparatori! Ora sono curiosissima di sapere di più sul mostro!!!
    Ps. Aspetto il prossimo capitolo a presto 😉

  17. Ciao Red
    Ancora un buon episodio, solo, hai fatto un po di confusione con i dialoghi:……«Miss Talia ha ragione – dice Jad – Tu dovevi badare alla bambina e l’hai messa in pericolo»
    «Ma senti chi parla – risponde Jad – Chi ci dice che invece non sei tu ad essere il responsabile di tutto: sei un robot, non hai sentimenti»

    Chi parla a chi?
    Al prossimo
    penne

    • L’ho letto tre volte e mi è sfuggito tutte le volte. 🙁

      …«Miss Talia ha ragione – dice And – Tu dovevi badare alla bambina e l’hai messa in pericolo»
      «Ma senti chi parla – risponde Jad – Chi ci dice che invece non sei tu ad essere il responsabile di tutto: sei un robot, non hai sentimenti»…

      Ciao 🙂

  18. Ciao Red,
    interesante questo capitolo. Hai messo in luce le intenzioni di Jad, senza però svelare troppo.
    La tensione sale e le cose si fanno concitate, l’unica cosa: il linguaggio della bambina mi pare un po’ troppo curato. È una bambina piccola, ma, in diverse occasione, parla come un’adulta.
    Ti aspetto col nuovo episodio e ti saluto votando “l’artificiale”
    Alla prossima!

  19. Ciao Red,
    accidenti a questo Jad, proprio ce la sta mettendo tutta per far danni!
    Un bel capitolo, scorrevole e con il giusto livello di tensione. L’androide che si chiude sulla bimba, proteggendola, è ben resa così come risulta molto evocativa l’immagine di Talia che gioca con gli stivali magnetici a pochi passi da lei.
    Chi ci sarà oltre la fessura? Non vedo l’ora di scoprirlo nel prossimo capitolo.
    Alla prossima!

    • Jad ne combinerà ancora di più con l’avanzare dei capitoli. Il prossimo sarà l’ultimo con una relativa calma, poi gli eventi inizieranno a precipitare 😉

      Più che chi, io pensavo a cosa, ma vediamo se mi viene in mente qualcosa di interessante 😉

      Ciao 🙂

  20. Rieccomi, Red. Ho votato per lo scienziato. Uhm, la bambina sta guadagnando la ribalta, eh? Qualcuno la vuole seccare ma non sappiamo perché. Divertenti e scorrevoli, le atmosfere di questa storia mi ricordano quelle particolari di un libro che ho letto… Mannaggia a me se mi ricordo l’autore!
    Il cliffhanger finale, invece, mi ha ricordato IT.
    Ciao,.ti auguro un’ottima settimana

  21. Ciao Red eccomi qui,
    Oddio che bel capitolo, mi hai incollata allo schermo senza farmi neanche prendere fiato, bravissimo!
    Wow ma che carino And, così coraggioso! Povera la piccola, ma ora sono curiosa di sapere cosa ha visto o cosa ha trovato!!!
    Ps. Zorast… aspetto con ansia il prossimo capitolo a presto 😉

  22. Ciao Red. Le uscite comiche durante la situazione tragica sono sempre spettacolari, complimenti. Che poi sarebbe un po’ la storia dell’umanità: litigare per chi ce l’ha più grosso mentre il mondo va a scatafascio. Se i dialoghi continueranno a essere così sarà sempre scorrevole leggere il tuo racconto. Per me è Etrimos a voler nascondere la cosa. Magari fa tutto parte di una cospirazione miltiare, chissà.

  23. Ciao, Red.
    Capitolo allettante e potenzialmente misterioso e intrigante.
    Come fai a creare questi dialoghi incredibilmente realistici non ne ho idea, so solo che fino a quando continuerai a inserirli nel racconto nessuno si annoierà mai. 🙂
    Adoro i gialli! E i gialli fantascientifici ancora di più!
    Ottimo lavoro e alla prossima! 🙂

  24. Ciao Red,
    opterei per il sopravvissuto, mi pare il più papabile.
    MI è piaciuto il battibecco per stabilire la presa di comando della nave. Ora rimane da capire come salvarla. Tutti i termini che usate, l’ho già detto, mi affascinano molto, io non ne sarei capace, immagino sia grazie a sterminate letture fantascientifiche che si acquisisce un vocabolario così ricco. Comunque bel capitolo, bravo.
    Alla prossima!

  25. Ciao Red eccomi qui,
    Anche questo è un ottimo capitolo!
    Carina la bimba, anche se è un bel po’ monella!
    Bello il fatto che ci sia tensione, e soprattutto bello il mistero che s’infittisce sempre di più!
    Ps. Oddio ma che domanda è??? Come posso scegliere tra queste tre persone ;-;… Forse Jad, no Zorast! Si Zorast penso!… comunque aspetto il prossimo capitolo
    A presto 😉

    • Diciamo che avevo motivi per cui tutti e tre potevano decidere di sacrificare il resto dei superstiti, così ho lasciato scegliere a voi. Non vi dico i motivi così almeno quelli saranno una sorpresa (anche se credo siano intuibili) 😉

      Mi fa piacere che la bimba ti stia piacendo 🙂

      Ciao 🙂

  26. Rieccomi, Red. Ho votato che è anche più pericoloso di quanto sembri, perché, dato che io non riesco mai a dipingere un cattivo veramente cattivo, lo voglio trovare nelle storie degli altri 😀
    Mi è piaciuto molto, questo capitolo; l’assortimento dei tre personaggi, la scena del ritrovamento della bambina con la sua filastrocca, i sentimenti della piccola che oscillano tra paura e gioia. Bello 🙂
    Ciao, ti auguro un’ottima settimana.

  27. Ciao Red Dragon,
    secondo me, il mostro, vuole solo essere lasciato in pace.
    Mi è piaciuto il rapporto della piccola con l’androide, un po’ mi ricorda John Connor con il Terminator.
    Come molti autori di fantascienza qui, hai molta fantasia e la metti al servizio della storia in modo che chi legge riesca a immaginare a sua volta.
    Avrei aggiunto un accento al tè e ai pasticcini… Ma farei meglio a dare una letta al mio ultimo scritto, invece di criticare quelli degli altri 😉
    Alla prossima!

  28. La filastrocca della bambina in quella situazione drammatica mi ha fatto mori. Anche i tempi ci stanno. Sembrava di stare lì, nei corridoi di quella nave infestata.
    Solo un appunto: non so perchè ma l’uso del presente rende un po’ “strana” la narrazione. Però de gustibus.
    Beh dai, sono curioso di conoscere gli ultimi due attori del cast. E anche di vedere come affronteranno un mostro che non è solo forzuto, ma anche intelligente.

  29. Ciao Red,
    Davvero un bel capitolo, mi sono piaciute molto le filastrocche e soprattutto la canzoncina del “girotondo”, in un certo senso mi hai fatto rivivere l’infanzia 😊… Il mostro sembra molto interessante, per questo voto “ha un piano”, sono sicura che troverai davvero un bel piano da fargli mettere in atto! Bravissimo
    Ps. Aspetto il prossimo capitolo, a presto 😉

  30. E vai di Alien! Mi intraga molto come se la faranno gli altri sopravvisuti a cavarsela contro il mostro. Già immagino che l’Artificiale sia un cinico David e lo Scienziato il suo degno compagno. Non vedo l’ora di leggere il prossimo capitolo.

  31. «Se ti dico di no mi si allunga il naso?» : nel tempo degli olo-libri, è una bella idea abbeverarsi agli eterni bei libri. La storia scrorre bene. NOn so come sono capitato da queste parti, ma sono contento di esserci capitato. Io sceglierei una combinazione dei personaggi.
    Buona serata.

  32. Lo scienziato e l’artificiale.
    Ciao Red Dragon,
    sono passata a rendere la cortesia.
    La fantascienza mi piace, se scritta bene. Direi che la tua è scritta bene quindi seguo.
    un unico appunto: un mostro pericoloso, capace di uccidere chiunque incontri, libero per una marachella? Forse avrebbero dovuto contenerlo meglio, non trovi?
    Ma io non sono così ferrata sul genere, dunque rimango a guardare, o meglio, a leggere e ti auguro un’ottima giornata di festa!

    • 6 personaggi: lei è una di quelli 😉
      Nelle mie intenzioni c’è quella di non fargli capitare nulla nei primi cinque capitoli, per poi iniziare ad alzare il tiro in vista del finale. Ma naturalmente dipenderà anche dalle votazioni 😉

      Ciao 🙂

  33. Ciao, Red.
    Mi è caduto l’occhio sulla tua storia e ho deciso di dare un’occhiata.
    Sai che sei bravo? 😉
    È bello il tuo stile, sempre al presente. Ti fa immergere nel racconto, come se stesse succedendo tutto proprio in quel momento.
    Ho sempre amato lo spazio, è una delle mie passioni e questa storia mi ha acchiappato subito.
    Seguo volentieri.
    Ciao! Ti auguro buona giornata 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi