Quando il gruppo incontrò Paul

Dove eravamo rimasti?

Dai segni trovati sul carro e nell'area tutto intorno, pare che... il carro si sia schiantato contro un albero e i conducenti abbiano poi preso strade diverse, inoltrandosi nella foresta (75%)

Competizione

Il giorno dopo, di buon mattino, gli avventurieri erano seduti al tavolo a consumare della frutta e del pane duro, pronti alla partenza. Per ultimo arrivò Kito, ancora un po’ assonnato.
-Sono l’ultimo?- chiese sbadigliando.
-Sì! Metti qualcosa sotto i denti velocemente e partiamo- gli rispose Josephyn infastidita -Vado a preparare i cavalli-.
-Ma che ha?- chiese Kito a Gus, dopo aver preso posto.
L’amico gli fece un cenno con il capo e Kito vide, seduto ad un altro tavolo, il mercenario che la sera prima li aveva trattati in quel modo sgarbato. Anche lui intento a fare colazione, li osservava.
-Sembra quasi stia aspettando noi- rise tra i denti.
-Non sembra!- lo corresse Gus -E’ così! Non credo sia un ranger e cercare da solo l’artefatto richiederebbe molto più tempo e fatica. Aspetterà che lo troviamo noi, ci seguirà, per poi tentare di sottrarcelo sotto il naso non appena abbassiamo la guardia-
-Ah…- Kito inghittì sonoramente il pezzo di pane senza aggiungere altro.

***

La comitiva procedeva spedita verso Nord mentre alle sue spalle la cittadella, ancora immersa nel sonno, veniva inondata dalle luci dell’alba. I comignoli iniziavano a fumare e per strada si sentiva odore di latte. Dietro di loro, lungo la stessa via, un cavaliere solitario li seguiva.
-Mi inquieta- disse Kito dopo essersi guardato le spalle per l’ennesima volta.
-Ignoralo!- rispose seccamente Josephyn -Non ha neanche la decenza di seguirci di nascosto. I tipi come lui vanno solo ignorati-
-Ma potrebbe rubarci l’artefatto se ci distraiamo…-
-Lascia che ci provi!- rispose lei divertita.
-Ragazzi guardate!- Angel attirò l’attenzione degli altri indicando un punto più avanti, a bordo strada: coperti da alcuni cespugli si intravedevano i resti di un carro.
Raggiunsero il luogo con circospezione.
Sembrava che il carro fosse ribaltato, dopo essere uscito di strada ed essersi schiantato contro un albero. Le ruote erano distrutte mentre il resto della struttura buono solo come legna da ardere.
-Goblin?- chiese Angel.
-Non direi- rispose Roland -Non vedo sangue ne segni di colluttazione-.
-Qui ci sono delle tracce- aggiunse Seko, china a studiare il terreno.
-I cavalli alla guida del carro sono stati slegati- informò Gus -qui c’è una seconda pista-
 -Qui ci sono altre tracce. Vanno verso una terza direzione- disse Josephyn -Dobbiamo dividerci-
-D..dividerci?- balbettò Kito guardando indietro lungo la strada.
Paul si era fermato, un centinaio di metri prima, a bere dalla sacca di pelle e li osservava divertito, in attesa che prendessero una decisione.
-Kito verrà con me- disse a voce alta Josephyn, quasi volesse farsi sentire fin da laggiù.
-Bene, io e Gus seguiremo le tracce dei cavalli- rispose Roland.
-Ma così lasciate me e Seko da sole. Quel tipo verrà sicuramente a importunarci- si intromise Angel a cui non stava bene la divisione.
Seko le mise una mano sulla spalla e scosse il capo -Se verrà nella nostra direzione non tornerà più indietro. Stai tranquilla!-.
Rassicurata Angel, sebbene con alcuni dubbi e titubanze, ogni gruppo si incamminò in una direzione differente.

***

Gruppo Jo-Kito:
-Kito, smettila di voltarti- Josephyn pensava che portando con se Kito lo avrebbe tranquillizzato ma l’ansia di Kito non sembrava essersi chetata, a discapito dei suoi nervi.
-Ma potrebbe essere dietro di noi, ho sentito un rumore-
-Dannazione Kito, si chiama Foresta dei Sussurri, credi che non sentiremo rumori? Cammina tu avanti! e se ti volti ti do un pugno- lo minacciò.
Kito obbedì a malincuore.

Gruppo Gus-Roland:
-Credi che seguirà le ragazze?-
-Spero per lui che non lo faccia. Seko mi sembrava seria-
-Forse dovremmo preoccuparci più per lui che per loro-
-No! Gus, forse dovremmo preoccuparci di seguire queste tracce. Aiutami, non è il nostro mestiere. Le ragazze sanno badare a loro stesse-
-Sarebbe stato meglio se avessimo lavorato tutti insieme…-
-Shh! Hai sentito? Delle voci! Non sembrano lontane…-

Gruppo Seko-Angel:
-Forse dovremmo fermarci e tendergli una trappola. Io lo attiro e tu lo sorprendi, anzi no, meglio se lo attiri tu e io lo sorprendo. Quel tipo verrà sicuramente in questa direzione. Siamo due belle ragazze, indifese, che vagano sole per la foresta-
-Indifesa sarai tu!- rispose Seko.
-Potrebbe aggredire me per prima, perché sono disarmata. In quel caso tu potresti colpirlo alle spalle Seko-
(Lei fuggirà)
Angel si voltò d’improvviso verso l’amica, con apprensione, come se qualcuno le avesse sussurrato all’orecchio quel dubbio -tu non mi lascerai sola contro quel mercenario, vero?- chiese facendole gli occhi dolci.
Seko la ignorò -Mi sembra di aver sentito qualcosa- disse.
 Angel si mise subito in guardia .
-Nascondiamoci e aspettiamolo- suggerì Seko -Tu va tra quei cespugli, io salirò sull’albero-

***

Paul intanto aveva raggiunto i resti del carro e, se da un lato lo stuzzicava l’idea di seguire di nascosto gli altri per spaventarli a morte, dall’altro sapeva che così non avrebbe mai trovato l’artefatto e quindi ricevuto la ricompensa.
Quale strada seguire dunque?

Quale strada prenderà il mercenario? (Motivate la scelta)

  • Seko - Angel (67%)
    67
  • Gus - Roland (33%)
    33
  • Josephyn - Kito (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

32 Commenti

    • Ciao Red!
      Hai ragione ma non ho avuto molto tempo e non volevo farlo giusto per chiudere l’episodio senza aver prima pensato al finale.
      Tra l’altro durante questo periodo sono stato in Giappone quindi mi sono ricaricato per bene.
      E poi, come si dice “Meglio tardi che mai”… 😉

  1. Avrei votato Ekimenos viene ucciso ma una voce mi ha detto che forse ti potrebbe essere utile in futuro. Tuttavia l’elmo lo facciamo prendere e vediamo se i nostri si alleano o si scannano 😉

    L’orso gufo lo conosco e, dalla descrizione, dicono che ha il becco in grado di rompere il ferro. In realtà non ha questa capacità 😉

    Kito in questa storia mi riserva sempre sorprese: non avevo inteso che si riferisse ad Ekimenos come “pianta” invece che come “mostro” 😉

    Ti attendo per il gran finale ^_^

    Ciao 🙂

    • Credo che dare la possibilità di scegliere se la missione avrà successo o meno (cioè recuperano l’elmo o no) sia un po’ azzardato ma almeno appare evidente che le vostre scelte influenzano grandemente gli eventi.

      Mi piace inventare roba e nel caso del guforso ho voluto metterci un tocco personale.

      Alla prossima 🙂

    • 🙂
      Se scrivi che vuoi “vederlo” significa che non è scritto così male ( e/o che tu hai una fervida immaginazione 😛 ), grazie.
      Noto anche che sei molto attento, è vero Kito dice “dimenticata” ma non è una svista (al contrario se altre volte ho usato il maschile riferendomi ad Ekimenos quando parlava Kito ho sbagliato). Mentre per gli altri Ekimenos è “un mostro” generico per Kito che ha una cultura medica è una pianta, un tipo di pianta mostruoso ok ma pur sempre una pianta, per questo si riferisce a Ekimenos al femminile.
      Anche se in queste situazioni non so se abbia senso disstinguere tra il maschile e il femminile…..ci servirebbe la terza persona come gli inglesi “it”.

      Alla prossima 🙂

  2. Ciao! Be’ non penso proprio che Ekimenos si fermi sul più bello, forte della suo vantaggio iniziale tornerà all’attacco.
    Se posso permettermi di darti un consiglio, per le scene d’azione cerca di usare più periodi brevi e non soffermarti troppo su dettagli futili. Dai gli elementi essenziali ai lettori che poi completeranno con la propria immaginazione.
    Alla prossima!

    • Grazie del consiglio.
      Entro molto nel dettaglio perché credo che non tutti abbiamo la stessa fantasia e temo che qualcosa chiaro per me (o per te che ne hai molta) potrebbe non esserlo per altri.
      Per il futuro cercherò di seguire il tuo consiglio, facendo attenzione a non essere troppo conciso però 😛

  3. Ciao! Il capitolo è stato molto entusiasmante! Vedi che ho fatto bene a votare il potenziamento? 😉
    Assolutamente fantastiche le due ragazze! 🙂

    Per il voto sono indeciso tra collaborano insieme e fanno una sfida. In realtà mi piacerebbe entrambi 😉
    Voto a caso… dispari: sfida!

    Ciao 🙂

  4. Tecnica contro Forza e Lo Spadaccino di Wa-Cicala sono quelli che mi piacciono di più. Voterò a caso 😉

    Mi dispiace di essermi perso ben due capitoli, ma il Segui la Storia era saltato. Ora sono di nuovo qui.
    I tuoi personaggi sono sempre fantastici, ma in questa stora Kito si sta facendo valere al massimo (finora). Un giorno mi dovrai pubblicare le loro schede 😛

    Ciao 🙂

    • Hai ragione Muppetz. Il fatto è che lo spazio è poco e le cose da scrivere troppe.
      Ho scelto di dedicare più spazio alla storia che alla caratterizzazione dei PG perché non si tratta di una storia indipendente ma di una storia autoconclusiva che però fa parte di una serie. Ho scritto diversi racconti sempre con gli stessi protagonisti.
      Così posso dedicare più attenzione ai dettagli narrativi e spero che il lettore possa conoscere i PG sempre più, man mano che legge le diverse avventure.

    • Ciao Muppetz 🙂
      Che enfasi! “Potenziale distruttivo” rimanda più a quella volta in cui Kito e Roland attraversarono la Foresta delle Anime Insanguinate, o quando Seko si perse nel Labirinto della Disperazione.
      Ma è anche vero che la Foresta dei Sussurri non avrà lo stesso….impatto, ma è comunque pericolosa.
      Spero comunque tu faccia il tifo per i protagonisti e non per i nemici. 😛

      Alla prossima 🙂

    • Non mi è arrivata la notifica del tuo commento, altrimenti ti avrei risposto prima.

      Attenzione alla “puzza” di magia che senti…..se è odore di uova marce significa che si tratta di zolfo, in quel caso….. -SCAPPA!- perché zolfo = Draghi o Viverne!

      Alla prossima 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi