Lo stato del free party

Dove eravamo rimasti?

Ce la faranno Diego e Mik a coinvolgere tribe e guardie all'insegna dello stato del free party Le tribe alla parola 'guardie' girano i furgoni e se ne vanno. (45%)

Ad azione corrisponde sempre reazione

C’è una chiave a tutto. Lo so. Sempre c’è una via di uscita. Questo mondo è stato creato così. Non so bene da chi o perché, ma se sai aspettare, se perseveri, prima o poi la soluzione al problema salta sempre fuori. Quindi, maniche rimboccate e via nella chat segreta “NoPayForGoodMusic” a imbastire a tutti che ho un’idea pazzesca per un free party GALATTICO. Ecco, io credevo che rispondessero una manciata di tribe, qualche traveller sarebbe bastato per la giusta causa del free party, invece che ti combinano questi buonsamaritani? Mi rispondono tutti interessantissimi e vogliono sapere e dove e quando e tutto il resto. Il cuore mi rimbomba nello sterno come una cassa dritta dopo un quattro quarti di silenzio totale. Hai presente? TUM TUM TUM TUM. Ecco, proprio quello. Perché io il posto ce l’avrei anche, ma la dritta delle guardie amiche come gliela imbastisco? La soluzione c’è, bisogna solo trovarla.

Becca un volantino, mi fa Diego, su di giri come in formula uno.

Lo guardo e a istinto lo lecco, con tutto lo schifo che ingoiamo di solito, figurati se il volantino di Diego mi fa schifo.

Non è amaro e non vedo niente, faccio di getto senza pensare a nulla, neppure a una folle amicizia tra ravers e guardie.

Abbi fede, mi fa Diego coi palmi rivolti al cielo, tipo santone da tv commerciale.

Fuori è buio, molto buio, ma le tribe in chat vogliono vedere il posto, verranno appena possibile, allora rispondo con la descrizione e le coordinate del tao naturale e indovina un pò? Attizza tutti. Rispondono a valanga e i primi danno la punta per l’indomani a mattina. Butto un occhio fuori e una striscia verde fluorescente lampeggia verso l’uscita verso la strada.

Pure lampeggiante lo hai fatto?, chiedo a Diego con una mezza smorfia.

Già che c’ero, risponde l’inventore pazzo allisciandosi il mento.

Devo andare, faccio in piena eccitazione.

Ma è notte… beccherai il buio totale!, scalpita Diego come una vecchina in bilico nel burrone.

Non m’importa, rispondo con occhio fisso sul verde fluo.

E vado dietro a un lampeggiante fluo e più ipnotico di un loop ben architettato.

Come avrà fatto Diego a dargli anche delle coordinate mnemoniche? Geniaccio che non è altro… Un Will Hunting dello sballo, ecco chi è.

La strada si allontana dalla città e in effetti non è esattamente una passeggiata per la casa nella prateria. Non c’è una luce, niente, quanti chilometri saranno? Un tot, perché a tornare ce n’è voluto, mica a razzo, più tipo crociera. Confesso di avere paura e allora chiamo le guardie per vedere se abboccano.

Chi è?, NasoAppuntito risponde al terzo squillo, neanche fosse in servizio.

Sono Mik… quello del free party, faccio convinto, almeno della voce.

Non ci credo… telefoni per quella storia?, fa NasoAppuntito, molto più convinto di me.

Già… perché non credevi che avrei chiamato?, chiedo sempre più convinto della stronzata che sto attuando senza nessun criterio, ma con la certezza che può andare davvero tutto storto, con poca, pochissima accortezza.

Insomma… dove ci incontriamo?, mi fa NasoAppuntito tagliando come un rasoio bello affilato.

Tipo che ti mando le coordinate con un whatsapp… ci stai?, faccio cantilenando in bilico tra la ragione e la follia.

Ricevuto, fa NasoAppuntito e chiude secco.

Al buio, seguendo una striscia fluo che esce dalla mia testa, verso una festa che non so se si farà, con chi si farà, se la gente capirà lo spirito, ma sicuro che il volantino lo apprezzeranno tutti: quel paraculo di Diego ci ha aggiunto anche una buona dose di euforia nell’effetto ipnotico.

Arrivo sul posto che il nero del cielo sta sbiancando a mattino. Sul picco della collina principale s’impongono mastodontici carri, furgoni e altri mezzi pesanti che tutto credevo, meno che arrivassero prima di me. La luce fluo pulsa ancora a meraviglia e l’arrivo è impastato dal rosa dell’alba che sbanfa i contorni di autocarri e compagnia bella.  Sembra un confetto surreale, tutto questo ambiente fatato. A capo della cordata di tribe, c’è Peter, il capo degli SkizoPhenia. Peter ammira il panorama come il miglior quadro che ha visto in vita sua. Nello sguardo ha tutto lo splendore di questo bis di laghi incantati. Sta per dirmi qualcosa, ma si azzitta e cambia l’espressione del volto. Serra la mascelle. Acuisce gli zigomi e stringe i pugni.

Bastardo… ci hai venduto alle guardie, mi fa mirandomi con un pugno.

Non hai capito un cazzo… fermati Peter!, gli faccio mentre mi volta le spalle.

Sei peggio di quelli che postano i luoghi sui social prima dell’inizio del free party!, fa Peter mostrandomi il dito. Sale a bordo e mentre il fluo mi sta abbandonando sono costretto a corrergli dietro. Le guardie intanto salgono a piedi con quel fare tutto loro con una mano sulla fondina e l’altra sulle manette.

I carri tentano di andarsene, ma mi butto in mezzo all’unico viale a braccia larghe.

Stanno dalla nostra… cazzo!, strillo a palla.

Il primo autocarro si blocca, l’autista fa di scansarmi, altrimenti mi passerà sopra.

Mik lascerà andare via tutti?

  • Si sposterà e desolato ammetterà che tutti gli sforzi saranno andati persi (29%)
    29
  • Non si sposterà, ma tenterà di convincere le tribe a restare (50%)
    50
  • Non si sposterà e morirà per la causa del free party (21%)
    21
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

54 Commenti

  1. Ma certo che gli salva la vita, non vogliamo mica un morto nel nono capitolo! E così anche il tuo racconto si avvia alla fine… Ci sono alcuni passaggi in questo capitolo, che ho trovato molto interessanti, per esempio: “Ho questo fortissimo senso di profondità. Cioè sprofondo dentro me stesso, mi vedo crogiolare nella mia coscienza.”
    E anche questo “La luce si assottiglia, non so se è colpa delle nuvole, del giorno o semplicemente colpa mia e del folle che mi ha investito.”
    Hai uno stile originale e interessante, leggere i tuoi racconti è come guardare il mondo da un altro punto di vista. Ti seguo 🙂

  2. Ciao Andrea,
    voto per tenterà di convincere le tribe a restare, con la forza del suo sogno ha almeno una possibilità di farcela 🙂
    Storia particolare, in cui la follia si mescola a pure esplosioni di colore e l’umorismo sfocia nell’utopia.
    Mi dispiace solamente di non averla scoperta prima !
    A presto !

  3. Altro capitolo che è un vero “trip mentale” in un mondo che sto conoscendo ora, attraverso le tue parole. Alcune delle quali, lo ammetto, non le avevo mai sentite. Sai a cosa mi fanno pensare i tuoi capitoli? Al film “Trainspotting”, cult dell’LSD, di cui, tra l’altro, è uscito il seguito da qualche mese. Molto bella la parte iniziale con il cuore che rimbalza nel petto, TUM TUM TUM, pareva di sentirlo, è un po’ come vivere due o dieci vite tutte insieme. Davvero speciale, complimenti.
    Per la scelta, mi sono tenuta in una via di mezzo: non si sposta, perché cerca di convincerli a restare.
    Voto per originalità: 10 e lode.
    A presto 🙂

  4. In effetti più realistico che se ne vadano.

    Molto bravo, scorre molto bene si vede che l’hai curato.
    Prima parte straordinaria, concordo. Mai provato quelle sensazioni ma tu hai descritto tutto in modo molto realistico. Mi è piaciuto anche il ritorno alla realtà. Continua così. Ti seguo! 🙂

  5. Bellissima la prima parte, una vera e propria dissociazione tra corpo e spirito, degna di un grande sciamano. Ottime le descrizioni di questa ascesa verso i cieli, la leggerezza e la beatitudine artificiale sembrano così reali… Molto bravo. Per quanto riguarda le scelte, mi hai convinto a coinvolgere pure le guardie, anche se al momento non è la scelta che va per la maggiore. Prenditi un po’ di tempo per il prossimo, lascia che la gente legga 🙂 A presto.

  6. Accidenti che carta che ti sei andato a giocare: invitare le guardie alla festa e trovare sostanze perfettamente legali per sviare ogni sospetto. La scelta dei nomi è sempre esilarante. L’unico appunto che posso farti è che sei troppo veloce nel postare i capitoli e non dai tempo alla gente per leggere e votare i precedenti. Ho scelto gli esperimenti di Diego, chissà che si inventerà!

    • Ciao Hannock, infatti posto troppo presto il seguito, ma m’intriga, m’attizza andare avanti, scrivere e proseguire, però è giustissimo il tuo appunto. Posterò ogni due o tre giorni per dare respiro ai lettori. Che dici, può andare?
      Grazie mille come sempre!

      • Lo so, i polpastrelli scalpitano. Però dovrai imparare ad attendere se vuoi accumulare incipitpoints. Se ci fai caso, quelli che sono i più alti in classifica, attendono fino a due settimane per postare un nuovo pezzo. Nel frattempo scatta la caccia ai voti, commentando i racconti degli altri. Alla fine incipitpoint vuol dire maggiore visibilità e più letture. Non è questa la cosa migliore per chi scrive? A presto e… metti un freno alla voglia di rave!:)

    • Ciao Gianluca, mi piace la tua presa di posizione, ci vedi quindi furbizia. Però la sua, di Diego intendo, da scienziato è anche intelligenza e quindi sa che potrebbe svoltare con la pula alle spalle. Vediamo cosa dicono gli altri e poi decidiamo. Intanto grazie!

  7. Ti leggo sempre con piacere, anche perché non ho mai assistito a un rave party e sto imparando la filosofia 🙂
    Trovo molto azzeccato l’uso della prima persona, mi piace il modo in cui tratteggi i personaggi, OcchioIniettatoDiSangue da il meglio quando lo fissa e sgrana la mascella tipo panka in una botte piena. Hai un modi di narrare molto personale, cosa non facile avere un carattere e una voce propria. Passa nel mio racconto se hai tempo, scriviamo in modo diametralmente opposto, io sono più sul classico, ma un parare fa sempre piacere. Ti seguo, così ti prendi due punti in più. A presto

  8. Ehilà! Bell’incipit: all’inizio ho pensato che free party fosse una celebrazione della natura ed invece ecco che arrivano fattanza, sfattanza, fame chimica, atmosfere psichedeliche! Molto affascinante!
    Ho votato per un Diego super gasato all’idea di organizzare qualcosa di unico, in cerca del luogo adatto… chissà che non sbuchino nuovi personaggi nel prossimo capitolo… magari i pulotti ?
    A presto!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi