L’ultimo dei Marilù!

Dany non era!

Sebbene gli alieni suoi creatori gli avessero creato un sistema nervoso, Dany non poteva sentire le sensazioni termiche tipiche degli esseri umani.

I suoi creatori non volevano che si privasse comunque delle conseguenze tipiche umane agli shock della temperatura.

Era necessario per lo studio della razza umana che già sapevano si sarebbe ben evoluta nel corso di quelle migliaia di anni.

Mi aveva detto che sapevano già con estrema precisione come si sarebbe evoluta la nostra fisionomia. Che avrebbero previsto anche, sempre con la medesima esattezza quando saremmo stati eretti, avremmo utilizzato il fuoco, la ruota.

Mi aveva mostrato pure le equazioni che verificavano gli eventi significativi dell’umanità e che gli avevano impresso nel cervello, con la raccomandazione di non mostrare i risultati che segnavano le tappe future della nostra stirpe. Quello non gli era permesso perché non doveva interferire con la naturale evoluzione del genere umano. Almeno, non fino al punto X che non sapevano quando e se si sarebbe verificato su di noi. Intellettivamente e razionalmente però i suoi creatori, extraterrestri come avrete capito, ci avevano azzeccato e pure con estrema precisione. Dany sapeva tutto quello che era stato in noi, tutto quello che siamo e quello che molto probabilmente saremo.

Per questo aiutò ben bene Zio Franco nei suoi scavi archeologici che era meravigliato (e vorrei dire quasi osannato) dalla sua cultura e la sua vastità di conoscenza in campo egizio.

Il punto è che Dany non era un Archeologo, né un matematico, né un ingegnere e né un informatico.

Dany non era! Semplicemente questo potrebbe dire una persona normale.

Quello che direbbero i suoi creatori (almeno così mi ha detto lui eh) è che era stato creato per ben altre motivazioni e quando ne venni a conoscenza mi vennero i brividi!

Ed anche a te che mi ascolti e mi capisci, almeno credo,

dovresti convenire con me,

se ti dico … ah ma come faccio a spiegartelo ?!

Facciamo un esempio che ti possa chiarire tutto.

Poniamo caso che Dany si fosse scottato con la marmitta delle moto. Sì, quei cosi cilindrici antipatici posti dietro una Harley Davidson.

Quando questo accadde al sottoscritto a undici anni, io piansi e soffrii l’anima di Cristo e lo zio Franco mi medicò per tutto il tempo esprimendo il suo dispiacere per il fatto e raccomandandomi di fare attenzione la prossima volta. La cosa mi provocò non poco fastidio sia per il dolore in sé sia soprattutto perché a undici anni cominci ad avere un senso di responsabilità nei riguardi di te stesso che in quel caso non avevo dimostrato e quindi avevo vergogna. Non mi faccio problemi a dirla tutta:

Mi sono ustionato come un coglione!

Beh, voglio dirti amico lettore che nel suo caso la pelle si sarebbe ugualmente bruciata ma non si sarebbe accorto della ustione! Ma manco per il cazzo!

Almeno fintanto che qualcuno gli avesse logicamente detto (più normalmente proprio gridato come fece mio zio quando se ne accorse!) Cristo Dany. Ti sei ustionato al polpaccio!

E lui ? No, provate ad immaginare! Io ho urlato come uno stronzo in pieno centro città quando è successo. Ok, avevo undici anni, ma vorreste dire che se succedesse a te nell’età adulta non lasceresti un gridolino di dolore ? Neppure un ahi ? 

Però quel che avrebbe risposto Dany avrebbe dapprima sgranato gli occhi. Poi scatenato il putiferio a tutti meno che a lui per quell’espressione di sorpresa seguita da e allora ?

Ecco, non credo ci sia così tanto altro da aggiungere in realtà. Perché se sapessi il resto, davvero ti metteresti le mani sui capelli.

Se vogliamo possiamo chiudere già qua la sua storia. Ok ?

Davvero mi fa piuttosto ribrezzo.

Ora guardo la luna fuori. Com’è piacevole la brezza d’estate. Fresca, porta leggero il cuore. E lo porta in alto dove le stelle dipingono il cielo blu.

Dio come mi manchi Dany però! Mi manchi davvero tanto, vecchio mio per il tuo mondo così apparentemente inumano e apatico, eppure così splendido ed affascinante!

Almeno a chi ne è in grado di comprenderlo, ovvio.

Ma se davvero ti piace questa storia, vogliamo pensare un po' da che punto cominciare ? Per esempio ...

  • Vuoi che ti racconti di come ha fatto incazzare un automobilista perché si è fermato in mezzo alla strada ? (0%)
    0
  • Vuoi che ti racconti di quando ci vedemmo alla Facoltà di Chimica a Padova rispondendo al mio Professore con la sua memoria incredibile ? (50%)
    50
  • Vuoi che ti racconti di quella volta che è emerso dalle profondità oceaniche ed ha spaventato tutti per essere totalmente ignudo ? (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

5 Commenti

  1. Incontrammo i poliziotti. Stavano cercando un tizio uscito dall’istituto di igiene mentale della città. Poteva essere pericoloso e volevano sapere dove fosse finito, visto che le voci li avevano portati lì.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi