Il gatto

Risveglio

Aprì gli occhi stirandosi pigramente ; uno sguardo al quadrante della sveglia accanto al letto : le sei del mattino, ancora una volta il sonno lo aveva abbandonato ben prima che la sveglia suonasse. L’ennesimo segno che stava invecchiando ?

Si alzò svogliatamente e, trascinando i piedi, se andò in cucina ad accendere la macchinetta del caffè. Martedì, era solo martedì : la settimana si annunciava lunga. Molto lunga.

Un rumore leggero lo attirò verso la porta finestra che si affacciava sul giardinetto posteriore. Schiudendo le tende vide Jonas, il suo enorme e adorato gatto, di ritorno da una notte di caccia e vagabondaggio felini. Aprì i doppi vetri e si chinò ad accarezzare la testa vellutata della sua belva domestica. Il gatto teneva qualcosa tra i denti. <Oh, no, ancora un topo morto in regalo, Jonas, ti prego !> Il gatto posò con deferenza la preziosa preda ai piedi del padrone, che si apprestava a gettarla, quando si rese conto che questa volta non si trattava di un sorcio : ai piedi dell’uomo giaceva una minuscola creatura inanimata, in tutto e per tutto simile ad un essere umano, eccezion fatta per l’apparenza della pelle, che sembrava argentata e leggermente luminescente.

Vlad strizzò gli occhi due o tre volte pensando di aver avuto un’allucinazione : era mattina presto, aveva dormito poco e male, aveva lo stomaco vuoto, forse i postumi di qualche birra di troppo la sera prima. Ma non c’erano dubbi, per quanto chiudesse e riaprisse gli occhi la scena restava immutata : un uomo, un gatto, un microscopico omino che brillava di una pallida luce argentea.

<E questo cosa diavolo è?>

Come dice Vlad: e questo chi cavolo è?

  • uno spirito, demone, o altra entità fantomatica (60%)
    60
  • una creatura aliena capitata sulla Terra (0%)
    0
  • una creatura leggendaria, tipo folletto, gnomo, fata, eccetera (40%)
    40
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

74 Commenti

  1. Ciao Befana! Secondo me Mel gli farà ricevere il prestito di cui ha bisogno, magari mettendo fra le merci di scambio non solo la fortuna, ma anche il talento musicale di Vlad. Se sa commuovere e portare gioia nella vita di tante persone, non potrebbe farlo anche col cuoredipietra di un direttore di banca? 🙂 Buona scrittura!

    • Hai ragione, ma a mio parziale discapito, credo che alcuni “a capo” me li sono persa nel passaggio da office al sito: togliendo gli spazi tra parole e punteggiatura ogni tanto tolgo anche certi a capo che dovrei lasciare. E poi diciamolo, scrivo un po’ come leggo: d’un tratto! 😉

    • In effetti, questa era un test con me stessa: dopo anni a scrivere solo testi commerciali o “su ordinazione”, posso ancora inventare storie che qualcuno possa voler leggere? Ma confesso che sto un po’ divagando con sto gatto, penso già alla storia che vorrei creare dopo. Cerco di recuperare il tempo perso e vado a leggere Il Cerchio!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi