Presìdentesse, Zarìne, Regìne

Lo zar non è morto ìn Russìa, Dìana non è morta (?) a Parìgì

Scaccìa la paura, tìra drìtto ìncolume; ìl porto, che val bene ìl vìaggìo, è vìcìno e ognì onda è ìncantata” Ralph Waldo Emerson        Lo zar non è morto ìn Russìa e Dìana non è morta a Parìgì! Qualunque cosa sìa successa sotto quel maledetto tunnel detto dell’Alma, la cosìddetta Lady D, se pure poì è deceduta, non è morta a Parìgì. Ora rìvedìamo glì elementì a sostegno dell’ affermazìone dì cuì sopra, poì cì occuperemo delle connessìonì con ìl Romanzo deì Romanov: ìl romanzov che state vìvacemente vìvendo. 

Tutto doveva accadere ad Ascot. Tutto doveva finire ad Ascot.

In macchina ad Ascot, il Gran Premio per eccellenza, l’Oscar

dell’ippica internazionale, il rituale della moda tradizionale per

antonomasia: Diana e Dodi ci stanno andando su una Ferrari,

una 250 Gt Spider California. Al volante c’è Astorre, l’Uomo del

Vaticano.In automobile ad Ascot, il Gran Premio dei Gran Premi, quello

dove si scommette su tutto, anche sul colore del cappellino

della Regina: Tom Said, che non è arrivato in tempo al matrimonio

di Rod Steward, ma che è comunque riuscito a sgusciar via

da Kabul, è su un anonimo Jaguar nella scia della Ferrari

California. Al volante, c’è il principe, il principe-non-di-Galles.

Il fotografo Tom dall’Afganistan si è svincolato per conto suo,

mentre Lady D in versione egizia e Al-Fayed l’egiziano hanno

lasciato il Cairo grazie ad un emissario (di chi?) che viaggia con

passaporto del Sealand, lo stato-fantasma che ha sede su una piattaforma

petrolifera; Dodi e Diana, Said e il principe e un coloratissimo corteo di

signore infiorate, di ragazze in fiore e di signori in tuba arrivano

in macchina ad Ascot: il fantino Lanfranco Dettori detto Frankie

ci arriva in elicottero.

Frankie Dettori, per gli appassionati milanesi Lanfranco, figlio

del Mostro, ha tagliato per primo il traguardo a San Siro, senza e

malgrado l’aiuto interessato di due russi. I quali non hanno il

gusto del gioco, ma la pretesa, l’ossessione, la presunzione di vincere

sempre e comunque. Ha dato, il principe, la sua vita a garanzia della vittoria di Lanfranco.

Ma ad Ascot la stessa garanzia non basterà più.

Un fil rouge connette il gioco sporco tentato a San Siro allo

sporchissimo sabotaggio della Ferrari quand’era in procinto di

gareggiare a MonteCarlo (già, proprio nel Principato, guarda

caso), un fil rouge collega la Ferrari del Gran Premio alla Ferrari

California con il suo carico esplosivo che punta su Ascot, il filo di

un cappio stretto al collo dell’Europa: pericolo rosso!

Scenario di Ascot: piano A

Nello sventolio di tube maschili e bombette, esploderà la

bomba Diana”. Mentre l’Inghilterra celebra uno dei momenti

più tipici della sua maestà (di quel che resta della sua maestà), il

fantasma di Lady D si appaleserà, avvicinando Sua Maestà

Elisabetta Seconda per schiaffeggiarla pubblicamente: un remake

dell’oltraggio di Anagni, ma di segno opposto. Papista.

Intanto, Dodi Al Fayed (quel che resta di lui) metterà mano alla

sua cintura esplosiva e…

Scenario di Ascot: piano B

Al culmine del tradizionale sventolar di tube e bombette in

omaggio alla Regina, Lady D (quel che resta di lei) si mostrerà a

tutti, rubandole la scena. Nel frattempo, Dodi allungherà la

mano alla sua cintura esplosiva e… Scacco alla Regina: Scacco

Matto. Bisognerà far qualcosa, prima che tutto questo possa accadere:

una contromossa. Un’azione congiunta.

Storia del Cavallino e del Giaguaro

Il cavallo corre veloce, il cavallo corre spedito, il cavallo corre

in pista e corre in strada. Il cavallo corre in pista, il cavallo scatta

in dirittura, altri cavalli lo inseguono disperatamente. Il cavallino

corre in strada, imbocca a sorpresa una strada secondaria, un giaguaro

lo tallona senza perderlo di vista. Il cavallo è scattato in

dirittura, il jocker italiano alza il frustino, certo della vittoria. Il

cavallino ha scatenato i suoi ducentocinquanta cavalli sollecitati

dal driver Astorre, provetto pilota. Ma il domatore del giaguaro

non è da meno. E un fotografo è pronto a mitragliare i suoi scatti.

In breve, il giaguaro a quattro ruote affiancherà il cavallino e

comincerà un revival della celebre corsa delle bighe di Ben Hur:

chi prevarrà?

Azione congiunta ad Ascot: tutti contro tutti. Se gli scontri si

combineranno in una perfetta coreografia sincronizzata con i

copricapi alzati e agitati in segno di saluto, la guerra asimmetrica

si arresterà nello stop frame dello stallo. L’equilibro della paura

post atomica Astorre ha in serbo una mossa a sorpresa. Stacca una

mano guantata dal volante e fa un segno in direzione del principe

sul Jaguar. È e non è un gesto di vittoria. Il cavallino Californìa

finirà in posizione rampante su un albero, forse il tredicesimo

che fiancheggia una strada secondaria…………………………………………………………………………… Passato un bel po’ dì tempo e spazìo da queì tempì e quelle trame, ora, come sapete, è dì una fìglìa amerìcana dì Dìana che sì parla. Che dìnastìe potrebbe generare Sua Bìondìtà Bìonìca? 

Che dìnastìe potrebbe generare la fìglìa segreta dì Lady D?

  • ì neo Kennedy alla Casa Bìanca? (50%)
    50
  • ì Nuovì Romanov a Mosca? (17%)
    17
  • ì Realì d'England? (33%)
    33

Voti totali: 6

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

8 Commenti

  1. Devo essere sincero, fatico un po’ a cogliere tutti gli aspetti della tua ironia ermetica, forse perché non sono un gran gossiparo e nemmeno un esperto di teorie complottiste… Però mi piace il tuo modo di scrivere e certi passaggi li trovo addirittura geniali (il romanzov, il romanzo dei Romanov è la mia preferita). Ho votato per i neo Kennedy (visto che sappiamo che è di una figlia americana di Diana che si parla). Seguo. E lascia che ti chieda un parere sul mio esordio. Ho un disperato biisogno di buoni consigli…

  2. Sei un mostruoso genio e ti seguo perché se non lo facessi io, sarei folle.
    Tuttavia ti prego di perdonarmi, non sono in grado di votare poiché solo tu puoi rispondere alla domanda che chiude l’episodio… perciò dimmelo tu… che dinastia potrebbe generare??

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi