Regno d’Italia fino ad oggi

Dove eravamo rimasti?

Chi vince le elezioni del 1948? DC + Liberali (100%)

1948 - 1950

1948, 1° gennaio: entra ufficialmente in vigore la Costituzione del Regno d’Italia.

1948, 4 gennaio: al congresso del Fronte Democratico Popolare di Milano è riconfermata la pregiudiziale repubblicana, e questo porta all’entrata di alcuni membri del PSI nei Socialdemocratici.

1948, 2 febbraio: è firmato tra Italia e Stati Uniti un trattato di alleanza politica-economica.

1948, 27 febbraio: dopo il colpo di stato comunista in Cecoslovacchia, il quotidiano socialista L’Avanti accusa quello comunista de l’Unità di appoggiare possibili insurrezioni filo-sovietiche.

1948, 18 aprile: elezioni politiche in Italia per il primo Parlamento democratico dopo decenni. Si recano ai seggi anche il re Umberto e la regina Maria José per esprimere il loro voto. La DC ottiene il 39% dei voti, l’UDN il 25%, il FDP il 30%. I Democristiani decidono, nonostante il risultato, di creare una coalizione con i Liberali dell’UDN in funzione anticomunista.

1948, 8 maggio: si riunisce il primo Parlamento eletto a Montecitorio.

1948, 12 maggio: De Gasperi si reca ancora una volta al Quirinale, dove riceve l’incarico di formare un nuovo governo. Luigi Einaudi (UDN) è riconfermato vicepresidente del Consiglio, Giovanni Gronchi (DC) ministro dell’Interno, Carlo Sforza (UDN) ministro degli Esteri, Antonio Segni (DC) ministro dell’Agricoltura, Giuseppe Grassi (UDN) ministro della Giustizia, Amintore Fanfani (DC) ministro del Lavoro.

1948, 16 giugno: Fausto Coppi vince il Giro d’Italia.

1948, 14 luglio: uno studente monarchico, Antonio Pallante, spara al leader comunista Palmiro Togliatti, ferendolo gravemente. Ciò porta ad una grande tensione in tutto il paese, ma cessato il pericolo la situazione torna alla normalità.

1948, 16 luglio: Gino Bartali è nominato da Umberto II Gran Cavaliere dell’Ordine dei Savoia per meriti sportivi.

1948, 8 agosto: la deputata socialista Angela Merlin propone un disegno di legge per la chiusura delle case di “tolleranza”.

1948, 12 agosto: emerge l’organizzazione malavitosa in Puglia chiamata “Sacra Corona Unita”.

1948, 25 settembre: escono i raccontini di Don Camillo, scritti da Giovannino Guareschi, che narrano le storie di un prete omonimo della Bassa Padana “nemico” di un sindaco comunista.

1948, 27 dicembre: il re Umberto e la regina Maria José ricevono al Quirinale il regista Vittorio De Sica, e lo insigniscono come Gran Cavaliere dell’Ordine dei Savoia per il gran successo del film “Ladri di biciclette”.

1948, 29 dicembre: escono nuove banconote delle lire con i profili di Umberto II e di Giuseppe Garibaldi.

1949, 1° gennaio: secondo un regio decreto le Regioni italiane a statuto ordinario entreranno in vigore entro una decina di anni.

1949, 22 gennaio: a Roma, vicino al Foro, si sposano gli attori americani Tyrone Power e Linda Christian presso Santa Francesca Romana. L’evento di grande rilevanza gossip per la stampa porta la capitale italiana a diventare meta mondana ambita dalle star internazionali.

1949, 20 marzo: il Parlamento italiano vota per l’adesione del paese al Patto Atlantico (NATO) dopo l’accettazione del Piano Marshall per la ricostruzione. Durissima l’opposizione delle sinistre che organizzano scioperi, manifestazioni e proteste.

1949, 27 maggio: su proposta di Sforza, il 2 giugno e il 17 marzo diventano festività nazionali, il primo per il referendum e l’elezione di una Costituente democratica, il secondo per l’anniversario dell’Unità d’Italia.

1949, 19 giugno: l’Ente Nazionale Idrocarburi di Enrico Mattei trova il petrolio in Emilia.

1949, 1° luglio: la Congregazione del Sant’Uffizio, con approvazione di Papa Pio XII, pubblica un decreto secondo cui chi è ateo, comunista o materialista non può essere assolto.

1949, 11 settembre: Enrico Fermi, premio Nobel per la Fisica, torna in Italia per tenere conferenze.

1949, 1° ottobre: in Calabria, Puglia e Campania inizia l’occupazione delle terre da parte dei braccianti.

1950, 9 gennaio: a Modena scoppiano incidenti tra una manifestazione sindacale e la polizia.

1950, 17 gennaio: l’ONU affida all’Italia per dieci anni l’amministrazione fiduciaria della Somalia, sua ex colonia.

1950, 1° marzo: in tutta la Penisola e soprattutto nel Meridione, le agitazioni contadine per l’occupazione dei latifondi si fanno insostenibili. Le occupazioni si estendono anche nelle aree industriali di Venezia e Genova.

1950, 12 maggio: il governo espropria e riassegna le terre di Calabria, Puglia, Basilicata, Maremma e delta del Po.

1950, 5 luglio: viene ucciso a Castelvetrano, in Sicilia, il bandito Salvatore Giuliano.

1950, 10 agosto: è istituita la Cassa del Mezzogiorno, ente pubblico che finanzia iniziative industriali per sviluppare economicamente l’Italia del Sud.

1950, 22 agosto: Papa Pio XII pubblica l’enciclica che esprime la condanna della Chiesa verso l’idealismo, lo storicismo, l’esistenzialismo e il relativismo.

1950, 21 ottobre: viene varata la legge agraria italiana che espropria i latifondisti e ne ridistribuisce le terre.

La monarchia avrebbe cambiato il paese?

  • Non lo so (25%)
    25
  • No (50%)
    50
  • (25%)
    25

Voti totali: 4

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

12 Commenti

  1. Ciao. 🙂 Sono indeciso tra i tre. Forse la monarchia. 🙂 Scherzo. Hai descritto bene la storia italiana prima del referendum. Mi interessa come storia perché sarebbe curioso capire cosa sarebbe successo se la monarchia avesse vinto. Ti seguo. 😀

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi