Un’estate di meteo

Dove eravamo rimasti?

Siamo alla fine: Cesare ha informato Muccoso che, per le vacanze, partirà con la mamma. Cosa deve fare Fernando? Intromettersi e partire con suo figlio Cesare e l’ex moglie Eleonora (88%)

Un’estate senza meteo

– Papà, non vieni a farti il bagno? L’acqua è stupenda! 

– Uh? – Muccoso abbassò il quotidiano che stava leggendo e osservò suo figlio in costume da bagno, completamente fradicio e gocciolante – Tra poco ci vado, figliolo. Ti ho già detto quanto mi mancava vedere il tuo splendido volto?

– Papà… devo sistemare di nuovo l’ombrellone?

- Emh, sì… figliolo. Il sole in faccia non mi aiuta a leggere. Ah, c’è un articolo interessantissimo sul meteotizio bugiardo.

– Uff. – Cesare sbuffò, iniziando ad armeggiare con l’ombrellone, spostandolo da un punto all’altro della spiaggia per cercare di proiettare l’ombra su Fernando – Che cosa dice l’articolo?

– Che Brudolin è stato licenziato a seguito di numerose proteste nate nel web. La nostra vendetta è riuscita, lo hanno sostituito! 

– Evviva! Va bene così l’ombrellone?

- Sì, sì.

- Ah papà, che dicono le previsioni meteo sul giornale? Sono curioso di sapere che tempo farà oggi.

- Non lo sapremo mai! Quella pagina l’ho già stracciata e gettata a mare.

– Ma papà!

– No figliolo, questa sarà un’estate senza meteo! Ora scusami, ma anche i genitori devono andare in bagno. – annunciò Fernando, abbandonando la sdraio su cui era svaccato e dirigendosi al bar della spiaggia.
Lungo il percorso, notò un bagnante impegnato a leggere un libro sulla cui copertina  c’era scritto: “Megalomanus Magno”. Incuriosito da quel nome, non poteva non approfondire – Mi scusi se la disturbo, ma che cosa sta leggendo?

– Oh, è il romanzo di un esordiente! “La leggenda di Megalomanus Magno” di Gnammo Tumm. Niente di speciale, ma è simpatico. Parla di una belva dal manto ghiacciato creata da una ditta di gelati che…

– Ah la conosco fin troppo bene la storia! Grazie, grazie. – Fernando fermò la spiegazione del bagnante, lo ringraziò ed entrò nel bar.

Dentro, oltre a un grosso bancone pieno di bevande invitanti, c’era un televisore acceso.

Per puro caso, stavano trasmettendo l’ex programma di Brudolin – Buontonno… si dice così in vostra lingua, sì? Me è nuovo meteorologo di televisione. Mio nome è Fiasco Baratrante! Oggi sarà una giornata bella con temperature belle. Tutto bello! Arrivederci.

Sentire il meteorologo indiano che parlava al posto di Iago, fece scappare una leggera risata a Fernando – Chissà che fine ha fatto quell’impostore. – mormorò, chiudendosi in bagno.

Poco distante dal bar, sulla spiaggia, Iago Brudolin si aggirava (barcollante ed ubriaco) tra gli ombrelloni e i bagnanti con in mano una ciabatta, agitandola come se fosse un coltello –  Lo so che sei qui, nel web lo hai scritto ovunque… Vieni fuori grassone schifoso! Se ti becco, io… 

Ma per fortuna, Fernando uscì dal bagno quando Brudolin era ormai dall’altra parte dello stabilimento.

Da quando aveva deciso di intromettersi nella vacanza organizzata dalla sua ex moglie, Muccoso era felice… salvo per alcuni piccoli dettagli.
– Razza di scansafatiche, qualcuno di voi ha visto il mio cellulare?! – Eleonora, si portò dinanzi a Muccoso e Cesare, alternando lo sguardo tra i due.

– No mamma, mi dispiace.

- Ma i cellulari sono passati di moda ormai! Cosa te ne fai? Comprati un tablet!
 – suggerì Fernando.
– Siete proprio inutili! Chissà dove accidenti è finito il mio cellulare. Se lo trovate, ditemelo. – brontolò Eleonora, indicando poi Fernando – Tu, lardoso, se ti vedo nuovamente sulla MIA sdraio ti sotterro nella sabbia. Chiaro?! NON hai prenotato ed è già tanto che ti faccio restare con noi. Il tuo posto è a terra!

- Capito, tesoro. – Muccoso annuì, soffiando un bacio alla ex moglie.

– E NON chiamarmi… Argh! Spero che ti punga un esercito di meduse! 

Non appena Eleonora si allontanò, Cesare si rivolse a suo padre – Papà… il cellulare di mamma… non avrai mica…

- Figliolo, c’è FragolinaPiccina89 che ha condiviso settemila cose nel web. Il cellulare se lo è meritato!

- Ma NON quello di mamma!

– Dici che il modello è brutto?

- No… lascia perdere. – Cesare alzò gli occhi al cielo, notando i nuvoloni grigi che stavano per coprire il sole – Papà, credo che ci serviva conoscere il meteo di oggi…

- Perché dici così, figliolo? – chiese Muccoso, riprendendo posto sulla sdraio di Eleonora e sfogliando una delle riviste della sua ex moglie – Vedo che la mamma non ha smesso di leggere questa spazzatura… Oh wow! Davvero un attore si vuole sposare col suo cane?

- Papà, posa quella rivista… dobbiamo tornare in albergo. Tra poco si mette a piovere!

– Sciocchezze! Al bar della spiaggia ho ascoltato le previsioni del nuovo meteotizio. Oggi sarà tutto bello! – esclamò Muccoso.

Pochi secondi dopo, iniziò a diluviare.

– Papà?

– Figliolo… non fidarti mai dei meteotizi! Sono tutti una massa di bugiardi!
– Come dici tu papà… mi servirebbe una mano per raccogliere le nostre cose.

- Hai due mani, usale! – brontolò Fernando, riparandosi sotto l’ombrellone – Però non possiamo lamentarci. Su sette giorni, solo oggi ha piovuto…

– Ah papà, una domanda… ma non avevi solo tre giorni di ferie?!

- OH PORC!!! – esclamò Muccoso, mentre l’ombrellone gli si chiuse in testa.

Categorie

Lascia un commento

82 Commenti

  1. Eeeeee… siamo giunti alla fine del mio racconto!
    Questo è stato il mio esordio su The Incipit e non posso che esserne molto soddisfatto. Ho avuto modo di cimentarmi in un’esperienza nuova e gratificante, che mi ha portato a ragionare su come una storia può evolversi in modi che, inizialmente, neanche pensi.
    Il mio grazie va soprattutto a coloro che hanno letto, votato, seguito e commentato i vari capitoli di questa mia buffa avventura humor 😛
    Con la speranza di avervi divertito, auguro a tutti una felice vacanza!

    Al prossimo racconto 😉

  2. I tanti dialoghi rendono lettura ancor più divertente di quanto già non lo sia. Fantastica l’idea del cellulare in premio 😀 non sono riuscito a immaginare un finale diverso dal l’intrusione alla riconquista di Cesare. Bravo!!

  3. Non ero proprio convinto, però alla fine ci ho riflettuto su un attimo e ho deciso per la vendetta. Confido adesso nella tua inventiva per qualche folle piano. Non so perché la parola fosse si è quasi scritta da sola… Un segno del destino?

  4. Stavo ridendo davanti allo schermo quando ho letto che Muccoso gli ha telefonato 80 volte! Che poi mi immagino la faccia mentre lo dice… Sempre spassosi i tuoi capitoli, quanto all’opzione, ho scelto che darà libero sfogo alla sua inventiva. Ti seguo come sempre!
    PS = il mio racconto per l’estate è al nono capitolo, mi servono gli incipit per il gran finale. thanks!

  5. Una delle storie più divertenti che abbia letto qui in circolazione, complimenti! Tutti possono far piangere, ma pochi riescono a far ridere. I dialoghi delle telefonata sono davvero spassosi. Proprio per questo, sono convinto che una seconda telefonata, magari anche più breve, ci delizierà 🙂 Ho votato questa opzione anche perchè mi sembra in un certo senso anche la più verosimile, ma non so se sono sulla strada giusta…Ancora complimenti 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi