Una scintilla di luce

Dove eravamo rimasti?

Ultimo episodio. Quale sarà il finale di Aurora? Trova Filippo e vissero felici e contenti. (60%)

Atto finale

Diedi troppe cose per scontato. Visto che non potei cambiare il mio mondo, fu più logico crearne uno come volevo io. Ma capii che non sarebbe stato meglio della realtà solo grazie a Filippo. Lui mi diede la possibilità di rendermi conto dell’errore che stavo facendo, ma non fu abbastanza. Anche se imparai a affrontare i miei problemi, ne avevo molti da risolvere. Ritrovare Filippo era un di questi.

La prima volta che lo vidi fu nella piazza dove c’era la grande casa bianca con le persiane verdi. Lui e quella casa divennero il mio sogno di normalità. Mi fermai e iniziai a camminare quando arrivai in piazza. Proprio lì davanti c’era Filippo che stava armeggiando vicino a una moto. Il sole stava tramontando e intorno a noi c’era ancora gente.

Dentro di me si agitavano mille sensazioni. Forse alla mia vista si sarebbe allontanato subito. Oppure mi avrebbe guardato con freddezza? Più mi avvicinavo e più era chiaro che si stava preparando a partire. Dopo aver stretto l’ultimo laccio per tenere salda la sua borsa aveva alzato gli occhi e aveva visto me.

Non gli diedi neanche il tempo di dire qualcosa. «Lo so che non dovrei essere qui dopo quello che ho fatto, ma non può finire così. Tu sei importante per me e non posso fare finta che tu non esista. Sarebbe impossibile. So che continuerei a chiedermi dove sei e che cosa stai facendo. Se mia hai perdonato. E soprattutto se ci potrà ancora essere un futuro per me insieme a te.»

Filippo non parlò subito e quei secondi sembrarono macigni. «Vorrei dirti che c’è un futuro, ma rimane il fatto che tu sei una strega … »

«No! Non lo sono più. Cioè sì lo sono, ma senza specchio è come non avere poteri. Non posso usarli.»

Senza volerlo l’avevo confuso. Gli avevo spiegato che cosa era successo con Sole dopo che se ne era andato. Gli raccontai della rottura dello specchio e di che fine aveva fatto Layla. Di come ero scappata da Sole che mi aveva proibito di vederlo.

Qualunque cosa disse non riuscii a sentirlo perché la nostra attenzione fu catturata da un fulmine che illuminò il cielo sopra la piazza. Ritornando a guardare Filippo vidi che aveva gli occhi sbarrati e questo mi spinse girarmi per capire che cosa c’era dietro di me. La gente aveva iniziato a correre per paura che cominciasse a piovere. Tra di loro c’era Sole. In un attimo fu davanti a me e la sua mano si strinse intorno al mio collo. Venni avvolta da una luce oscura e nel buio sentii la sua voce dire che non meritavo d’essere una strega. Al rumore del tuono Sole era sparita e io ero finita per terra. Aveva iniziato a piovere e Filippo si era avvicinato per aiutarmi.

«Che cosa è successo?»

Mentre mi stava aiutando a rialzarmi non fu difficile capire quello che Sole aveva fatto. «Mi ha tolto i poteri.»

Guardai Filippo incredula, lui sembrava ancora scosso. «Avevi detto già di non averli.»

«No, me li ha tolti del tutto. Non sono più una strega. Sono libera.»

Fece la stessa cosa che io avevo fatto a Layla, ne ero sicura. Filippo ci mise qualche secondo per realizzare come me che non c’erano più impedimenti. Il sorriso che fece me ne diede la conferma. Niente ci legava più alla magia. Mi diede il casco e disse di montare in sella, non voleva rimanere più lì. Se era per questo nemmeno io lo volevo. Finalmente eravamo liberi dai nemici e dalla magia.

Categorie

Lascia un commento

110 Commenti

  1. Che bello siamo alle battue finali! Da una parte sono contenta perché già pregusto la coppia felice e contenta, dall’altra, come per tutte le storie che mi piacciono e che seguo mi dispiacerà. Ma poi mi affezionerò a una nuova storia, mica finirai qui, no?
    La mia scelta già l’ho detta, l’amore che trionfa su tutto. Poi vedremo. Attendo l’ultimo capitolo con ansia! Brava.

  2. Ho votato per la ribellione.

    Però non ho proprio capito chi fosse in quale specchio/mondo, è tutto troppo confuso.

    Filippo adesso è nel “nostro” mondo, quello della prima parte, o in quello delle streghe, diciamo lo stesso in cui si trovano Aurora e Sole (che presumo stiano nello stesso mondo).

    Giusto per capire il seguito.

    • Riassumo le puntate precedenti. 😉
      Il primo mondo incontrato era quello all’interno dello specchio, dove Aurora era stata rinchiusa a tradimento. Arriva Filippo a salvarla, ma anche lui viene ingannato. Perché scopre che era stata Aurora stessa a creare quel mondo per se e per lui.
      Ora che sono di nuovo nel mondo reale Aurora deve chiarire l’ultimo problema. Affrontare la realtà difficile dalla quale voleva fuggire. E viste le esperienze precedenti adesso ha qualche possibilità in più di capire come affrontare la realtà.
      Comunque chiedo scusa. E’ la prima volta che mi cimento con storie del genere e devo fare ancora pratica.

  3. Questo capitolo mi è piaciuto più degli altri, a parte la fine della strega, ora c’è la perdita di Filippo che pesa. Secondo me Sole le proibisce di rivedere Filippo ma Aurora si ribellerà, aveva creato un mondo per stare con lui, troverà una scappatoia. Ti seguo 🙂
    PS= vieni a votare il mio “Giardino di Pietra?” sono già al secondo episodio.

  4. Ho una predilezione per gli specchi, quindi sono particolarmente interessata al tuo racconto. Direi che Aurora entra nello specchio e quindi nel mondo della strega affrontandola sul suo stesso terreno. Magari la strega al di là dello specchio non ha gli stessi poteri che ha qui. Oppure oltrepassando lo specchio Aurora acquista gli stessi poteri che ha lei. Di evoluzioni ce ne potrebbero essere parecchie, staremo a vedere. Ti seguo!

  5. >>Secondo voi dove e come dovrebbe svolgersi lo scontro?
    Quando Aurora tocca lo specchio succede l’inaspettato: si infrange insieme al mondo che li circonda! Aurora e la strega si trovano in un luogo che non è né il mondo dove stava Aurora né quello dove stava la strega e, contemporaneamente, sono entrambi i luoghi… ^_^

    Ciao 🙂

  6. Ho due critiche (perdona se vado diretta al punto):
    1. il tono non è da fiaba, è più da racconto fantasy/horror, e questo stona con le aspettative che uno ha sul genere;
    2. il dativo di “lei” è “le” (che cosa le è successo, le hai parlato, le rivelo ecc.).

    🙂

    • Nessun problema, la tua è una critica costruttiva.
      Posso risponderti che ci avevo pensato al fantasy, ma quello fiabesco. Per questo ho scelto questa sezione. Riguardo il tono horror non capisco dove l’hai letto. Solo per capire.
      Riguardo il dativo hai ragione, ho fatto un brutto errore.

      • Be’, dipende dal risvolto che vuoi dare alla storia: per ora abbiamo una strega, qualcuno che viene sequestrato magicamente (la ragazza) e qualcun altro che viene picchiato, potrebbe evolvere verso l’horror. 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi