L’estate non esiste

Chat, amicizia, amore...

Sono giorni che mi affaccio sempre più spesso sul mio social preferito, per distrarmi dalle ore che trascorro lavorando e per lavorare, croce e delizia, fate voi… sono costretta a servirmi del computer: sono una giornalista. Fresca di scuola, concentratissima nel tentativo di crearmi una discreta reputazione che mi possa spalancare almeno una delle porte più prestigiose e consentirmi, come auspico con tutto il cuore, di permettermi di fare questo per il resto della vita e intendo, mantenendomi. Una misera vita, potrei anche aggiungere… sono vicina ai trent’anni, sono sola e delusa da un amore che si è preso e prosciugato tutto il bene che poteva fare parte di me e mi ha lasciato tutto il male che mi sta logorando. 

Torniamo al mio social preferito, Facebook… ci bazzico da sempre, lo amo e lo uso sfacciatamente, non nego a chi mi frequenta di sapere chi sono e cosa penso. Non ho pudore, almeno qui… qui, posso e voglio essere me stessa. Alla faccia di questa vita svuotata dal mio grande ed unico amore, che ha un nome ma che non sono più capace di pronunciare… ed è scappando dal dolore che mi ha lasciato in eredità lui, che mi sono andata a cacciare in un guaio.

Chiodo scaccia chiodo? Non ci ho mai creduto e non ci credo ancora. Sono sempre fuggita da quel meccanismo diabolico che considero siano le chat ed anche in questa bella casa virtuale che è diventata Facebook, soprattutto ora che comincia l’estate e che mi vede sforzarmi di non pensarci – perché la detesto ma questa è un’altra storia ancora… – ho volutamente evitato di usarla. Mi nego quotidianamente, limitandomi a mantenerla disattivata, in modo da celarmi da eventuali malintenzionati.

E’ stato così fino a qualche mese fa, quando Massimiliano ha cominciato a cercarmi e senza rendermi nemmeno conto, mi sono lasciata coinvolgere nella nostra prima chat alla quale ne sono seguite altre ed altre ancora. Dapprima brevi, giusto per scambiarci pareri e consigli sulla nostra professione… già, anche lui fa il giornalista ed è così che siamo entrati in contatto. Poi, le nostre quasi quotidiane chat, sono diventate più impegnative e senza che potessi rendermene conto, siamo entrati in confidenza. Non è stato difficile, raccontargli di me e dell’amore da cui sto provando a scappare… non mi sono sentita a disagio, rivelandogli di essermi innamorata di un uomo che si è divertito ad usarmi e che non mi ha mai contraccambiato.

Se mi fermo a riflettere e lo faccio, perché è parte della mia indole razionale, almeno un paio di volte al giorno… mi ritrovo a chiedermi se non stia compiendo una colossale cavolata, continuando ad alimentare una relazione virtuale con una persona che non conosco affatto e a cui sto rovesciando addosso la parte più intima di me, quella che ultimamente sto negando persino alle amiche del cuore!

Ma lui è stato abile a convincermi che potevo fidarmi. Dopo tutto, ha saputo guadagnarsi la mia fiducia e forse, la certezza che non ci saremmo mai fisicamente incontrati, mi ha aiutato anche a superare la mia diffidenza verso l’amicizia tra persone di sesso opposto. “Non esiste l’amicizia tra un uomo e una donna”… lo dico e lo ripeto da sempre e ne sono convintissima!

Ed è probabile che non sarà Massimiliano a indurmi a cambiare idea, né si tramuterà nell’eccezione che conferma la regola… non posso credere che, nonostante sia abile con le parole almeno quanto me, riuscirà a convincermi di non avere secondi fini e dopo tutto, sollevo le spalle e sorrido quando ci penso, nemmeno m’interessa averne o meno la conferma. Stiamo a chilometri di distanza e ognuno ha la sua vita e siamo innamorati di altre persone… e non abbiamo intenzione di incontrarci.

Oggi gli ho detto che per me, l’estate non esiste e mi ha sorpreso, rispondendomi che non esiste neanche per lui. Sono rimasta in silenzio, fissando quelle parole scritte nella chat e per un attimo, ho creduto che volesse prendermi in giro. 

"L'estate non esiste"... come termiinerà questa chat?

  • Massimiliano le dice che vorrebbe parlargliene di persona, ad un Convegno in una città a metà strada tra le loro e la invita a parteciparvi. (0%)
    0
  • Massimiliano le spiega perché la pensa come lei e la colpisce dritto al cuore... (100%)
    100
  • Massimiliano non sa spiegarle il motivo e Cristina non gli crede. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

13 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi