L’Estate che Phoebe Diventa una Strega

Dove eravamo rimasti?

E adesso? Phoebe non sa cosa fare e girella per il bosco?. (71%)

Phoebe Incontra il Grillo Parlante

Phoebe corre lontano dalla casa della Strega Maestra. Lacrime di paura per timore di una punizione, rabbia per la delusione e la sconfitta.

Le voci del bosco la fanno rossa di vergogna.

– Guarda chi arriva, quella buona a nulla di Phoebe – dice uno scoiattolo.

– Speriamo non si avvicini al mio nido, mi romperà tutte le uova – si lamenta la signora del merlo.

Corri Phoebe, ma dove porta questo sentiero? Il fumo di un caminetto attira la sventurata. Appare una casetta costruita con rami e piante.

Phoebe spinge la porta di corteccia di tronco.

– Posso entrare? Sono Phoebe, sto cercando la persona giusta che mi insegni a diventare strega.

Da dentro le risponde una voce canterina:

– Streghe si nasce, non si diventa. Come puoi diventare una strega? Non hai neanche le gambe storte.

Phoebe si sente al sicuro in questa casetta accogliente, dimentica tutte le promesse fatte a sé stessa fino a quel momento durante la fuga: tornerò al villaggio, mai più strega, me ne starò a filare calzette e brustolire pannocchie. Adesso risponde ardita e decisa:

– Non venire dirmi anche tu che devo fare la principessa, imparare il pianoforte e andare ai ricevimenti. Ma tu chi sei?

– Sono il Grillo Parlante, me ne sto qui dentro la zuccheriera, sapevo che il sentiero ti avrebbe portato qui. Ti aspettavo, ho sentito le voci del bosco. Ma ora si può sapere perché vuoi fare la strega?

– Mi piacerebbe fare le magie, gli incantesimi, i sortilegi. Toccare un porcellino con la bacchetta magica e farlo diventare un coniglio nero.

– Se è solo per questo tuo capriccio, posso farti diventare una fatina. Le fatine sono bellissime e dolci proprio come te.

– E cosa fanno le fatine, particolare, di interessante?

– Prendi quella bacchetta magica sul tavolo. Seguimi e vedrai.

Il Grillo Parlante conduce Phoebe a uno stagno, dove un uovo di papera sta per schiudersi.

– Ecco la prima occasione pe te, Phoebe. Tocca con la bacchetta magica il guscio di quell’uovo e pronuncia le parole magiche.

Izy pizy limon squizy.

Una crepa sul guscio dell’uovo! L’uovo si schiude e appare prima il becco e poi la testa di una piccola paperella.

Phoebe saltella per la gioia e la soddisfazione: ha trasformato l’uovo in papera. Il suo primo sortilegio. Bacia sulla testolina il Grillo Parlante.

– Avevi proprio ragione, signor Grillo Parlante, sono nata per fare la fatina. Hai visto come sono brava? Ma col tempo diventerò una vera strega?

Il Grillo Parlante preferisce non rispondere.

Che cosa accade?

  • Phoebe diventerà un principessa? (0%)
    0
  • Phoebe sposerà il Grillo Parlante e si metterà a fare la casalinga? (0%)
    0
  • Phoebe diventerà una vera Strega? (100%)
    100

Voti totali: 2

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

9 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi