L’alba di un nuovo inizio

Dove eravamo rimasti?

Sempre più complicato. e' il momento di scegliere Non sceglierà nessuno, andrà via, lasciando la sua vecchia vita (55%)

La fine e L’inizio

Passiamo velocemente i paesini della mia infanzia. Mi scorrono davanti agli occhi come razzi. I ricordi si susseguono rapidamente, uno dietro l’altro. Giuseppe è presente in tutti. Rappresenta la mia infanzia e la mia adolescenza. E’ sempre stato il mio punto di riferimento. Attraversiamo una galleria, subito dopo ce n’è un’altra. Faccio fatica ad abituarmi al buio pesto, seguito dalla luce accecante.Buio ancora, e di nuovo luce. Buio. Luce. Buio. Luce.

 

<<Così hai venduto alla madre di Lucia…>>

<<Già>>

Passeggio per l’ufficio avanti e indietro. Giuseppe mi osserva silenzioso.

<<Domani vado via.Sono venuta a salutarti>>dico senza fermarmi, continuando a girovagare per la stanza.

 Ha  un attimo di esitazione<<Sei decisa? >>

<<Più che mai>>

Si aggiusta gli occhiali sul naso nervosamente. Gli leggo negli occhi la domanda che vuole pormi. Ma non ha il coraggio di formularla ad alta voce.  Ci abbracciamo; per la prima volta, da quando ci conosciamo,tra noi c’è imbarazzo. Non c’è bisogno di aggiungere altro. Ha già capito. A testa bassa mi incammino verso l’uscita. Sto per chiudermi la porta alle spalle,ma la sua voce mi blocca.

<<Ti rivedrò?>>

Non mi volto.  Il cuore mi martella in petto. Sarebbe così facile dire di si…

<<No>>Gli do il tempo per assorbire l’informazione.

<<Addio>>.

Me ne vado…ma questa volta per sempre.

 

Buio. Luce. 

Usciamo per un secondo fuori binario, si avverte solo il suono stridente del metallo… ma poi tutto torna come prima.  Il paesaggio scorre. Il mare si allontana sempre di più, fino a rimanere un dolce ricordo. Osservo il mio volto riflesso nel vetro. Ho i capelli spettinati, raccolti disordiantamente con una pinza sul capo. Le Rayban mi coprono gli occhi verdi, arrossati dal pianto. E’ bastata una sola estate, per sconvolgere tutte le mie certezze. Le immagini continuano a passarmi incontrollare davanti agli occhi, confondendosi con tutto il resto. Gli occhi neri di Manuele mi appaiono chiari e vividi nel buio delle gallerie.

 

Passeggiamo mentre il mare ci accarezza i piedi. Il sole non è ancora sorto. Nemmeno il cielo tinto in diverse sfumature di rosso, e il sole che si innalza lentamente dal mare come una palla di fuoco, riescono a farmi rilassare. È difficile godersi l’ultima mia alba qui, in questo momento.

<<Non capisco. Non puoi dirmi che non hai scelto lui, che mi ami, ma che vai via!>>

<<Mi dispiace, ma è quello che ho deciso>>. Mi afferra per le spalle bloccandomi. Mi guarda in modo magnetico, penetrante. È bellissimo.  <<Se mi ami, perché vai via?>>

<<Perché la mia vita non è qui, Manu. Anche tu dici di amarmi, ma non lasceresti mai tutto per me>> sussulta sorpreso <<Ti amo nello stesso modo in cui mi ami tu…>>. Mi guarda perplesso. Ci mette un attimo a capire il senso della frase, ma poi capisce. <<Cosa stai cercando di dirmi?>>

<<Hai capito!>>

<<Tu non credi nei miei sentimenti!>> dice in tono offeso e accusatorio. Sorrido. Non sono nervosa. Non sono felice. Sono demoralizzata. <<Io credo nel fatto che ci siano dei sentimenti da parte tua. Ma non so come classificarli>>

<<Perché dici così?>>

<<Dici di amarmi, ma non ti sei mai fatto scrupoli nel chiedermi di abbandonare tutto per restare qui. Io perderei tutto, e tu avresti tutto di guadagnato. Non è equo, non credi?>>

Gli occhi diventano due fessure. Ho ragione, e anche lui lo sa, solo che non vuole ammetterlo. <<Sai che non posso lasciare tutto, ho un attività,non posso…io…>>

Sorrido. Scuoto la testa. <<Non dire altro. Va bene così>> 

 

L’afa e l’umidità emiliana mi accolgono in un abbraccio. La città è in movimento e sono appena le sei del mattino. Respiro l’aria umida di casa. Mi è mancata. Tutto questo mi è mancato. Le mie coinquiline mi abbracciano forte, non appena faccio ingresso in casa. Hanno comprato la colazione al bar apposta per me. Un piccolo gesto che mi fa sentire amata. Non mi importa se dietro di me ho lasciato due uomini che dichiaravano di amarmi, senza saperne nemmeno il significato. Uno di loro si è sempre finto mio amico, con la speranza di trarne beneficio. Per l’altro invece, rimmarrò solo una conquista estiva.

Mi affaccio dal balcone. Bologna freme sotto di me. Le corriere sono già in movimento. Gli studenti scambiano qualche chiacchera svogliata, magari su come hanno passato l’estate, appoggiati agli archi. Uomini e donne ben vestiti, camminano velocemente per i portici; hanno la ventiquattrore in una mano, mentre con l’altra stringono il cellulare per tenerlo ben incollato all’orecchio. Addio, pace, tranquillità e ritmi lenti. Addio mare e cielo tempestato di stelle.  Alzo gli occhi,  il cielo è coperto dai palazzi. Il sole è gia sorto, ma il cielo è ancora rosastro. Sorrido, do il benvenuto al nuovo giorno e al mio nuovo inizio.

Categorie

Lascia un commento

138 Commenti

  1. Con ritardo ma sono riuscita a leggere il finale.Sai me lo aspettavo che lei non avrebbe scelto nessuno dei due pretendenti. È bene vederci chiaro quando di tratta d’amore. Quando lo incontri non ci sono incertezze, ma solo tempeste di emozioni che ti avvolgono il cuore di passione.L’amore,quello vero è come un incendio in un bosco,anche se la vita vuole cancellare,lui ha dispetto di tutto rinasce sempre dalla cenere,più rigoglioso di prima, è eterno.Comunque la protagonista non ha riconosciuto l’amore vero, in realtà era solo semplice e profonda amicizia legata al passato. Ti seguirò in una tua prossima avventura.

  2. Hai scritto dal cellulare?! Ti ci vorrebbero dei punti in più solo per questo XD
    Ad ogni modo non si vede, nel senso che se gli errori ci sono la storia ti prende abbastanza per non notarli. Almeno per me è così 🙂
    Mi è piaciuto il finale che hai scelto. Più o meno come me lo aspettavo, un po’ triste, malinconico, ma rivolto in avanti.

  3. anche se crollo di sonno ho voluto leggerlo il tuo finale.
    innanzi tutto gli abbiam dato praticamente lo stesso titolo 🙂
    a parte gli scherzi, mi è piaciuto da morire e credo che effettivamente dovesse finire proprio così.
    brava, brava, brava!

  4. Miriam, che bel finale, mi è piaciuto molto.
    Non sono d’accordo col modo di vedere l’amore, ma essendo una cosa soggettiva e peculiare non si può certo discutere 🙂 brava, spero di rileggerti.
    ps – hai scritto col cell?? io non ci avrei neanche provato…

  5. Mi dispiace se gli ultimi due capitoli sono stati scritti con molta fretta. C’è l’ho fatta giusto in tempo. Perdonatemi errori di battitura e sviste, perché non ho il pc a portata di mano e ho scritto con il cellulare. Il tempo era davvero poco. Grazie per aver seguito la mia storia. Mi sono divertita insieme a voi, e Grazie a voi! Come prima esperienza, è assolutamente positiva. Spero di iniziare presto un nuovo racconto-gioco insieme a voi, e ovviamente continuerò a leggere i vostri. Con affetto. Miryam.

  6. Non sceglierà nessuno, andrà via, lasciando la sua vecchia vita

    Fra i due sceglierei Giuseppe, anche se adesso sappiamo che Manuele con è ‘sto mostro profittatore, però… boh… ormai la sua vita è altrove da tempo. Forse se uno dei due si decidesse a seguirla, invece di pretendere che lei resti, potrebbe funzionare.

  7. Non sceglierà nessuno secondo me, l’alba di un nuovo inizio non sarà con il passato ma con un nuovo futuro,chissà un nuovo incontro le farà prendere questa decisione.si sa tra i due litiganti……….buon finale.

  8. a questo punto ho sorpreso perfino me stessa votando per : nessuno dei due, per un semplice motivo: se una persona è indecisa significa che non ama nessuno dei due, altrimenti non avrebbe alcun dubbio, perciò ….. via verso la nuova vita, nuove avventure e forse finalmente l’amore, ma quello vero!

  9. allora… da dove inizio?
    numero 1 wowwwww e stra wowwwwww
    non c’è l’opzione che volevo io……….. molla Manuele e corre da Giuseppe
    ho sccelto la mezza verità per ora, se è confusa come fa a dirglielo? prima deve fare chiarezza .
    comunque bellissimo capitolo, la scena del bacio emozionantissima, sembrava di vederli! brava!!!

  10. Ho votato per la reazione di Manuele, lui nonostante tutto la invita a ballare, sfrontato un vecchio lento e lei non può fare a meno di stare al gioco…..sto viaggiando troppo? Mi piacerebbe leggessi il mio numero 7,grazie.Buona scrittura….

  11. Ohhhhh! ti ribecco ora: avevo dimenticato di cliccare segui la storia ecco perché non mi arrivavano notifiche! va be’ ho rimediato. Comunque ho letto tutto insieme e mi sono goduta la storia!
    ho votato per riprendere dove avevamo lasciato… ormai mancano pochi capitoli! 🙂

  12. Purtroppo ho fatto la parità col mio voto, diamo la possibilità a Chiara di sfogarsi.
    Ora faccio la bacchettona: Chiara è un pò stronza eh? Ma povero Peppino, non è che baci uno, così addirittura con le mani intrecciate tra i capelli, ad un’età che queste cose sai benissimo che effetto fanno, solo per stuzzicare un cretino che ti ha paccato durante l’adolescenza!! Chiara cattiva, meriti la A scarlatta.
    😀 scusa mi divertivo!, brava comunque, sempre ben scritto.

  13. Voto per Chiara che decide di non andare al locale, ma… qualcosa ce la porterà sicuramente. Chissà che non sia proprio Giuseppe. Se Chiara si deve proprio vendicare, Giuseppe potrebbe prestarsi al gioco.
    Questo episodio mi è sembrato come la quiete “prima” della tempesta, mi aspetto faville nel prossimo. 😉

  14. Considerando che le mie esperienze adolescenziale sono vive e ancora in fase di maturazione, credo che l’ipotesi che Manuele se ne sia andato lasciandola sola sia la più realistica. D’altra parte erano due ragazzi ad una festa e di certo lui non immaginava neanche lontanamente cosa lei provasse e avesse provato precedentemente nei suoi confronti. Bella storia, complimenti!

  15. Sarò un po’ malinconico, ma la mia opzione preferita è quella che vede Manuele andarsene via. La storia riprende dei modi classici, che non leggevo da tempo, e perciò ho scelto questa opzione per continuare proprio su questa strada. Bene così 🙂

  16. Un incipit davvero interessante, ci sono tutte le premesse per una gran bella storia. Ho votato per la prima cotta al liceo, sperando in qualche riscontro particolare. In bocca al lupo e buona fortuna per i prossimi episodi 🙂 Se ti va, poi passa da me a darmi qualche consiglio 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi