La vera storia di Gabriele Brenta.

1998 - l’inizio.

Bi-bip! Grande invenzione il telecomando per chiudere l’auto, se solo avessi trovato un parcheggio più vicino … vabbé, farò due passi anche se la borsa pesa e fa proprio caldo. Ecco il civico 23. Sto sudando, la camicia è zuppa.  Verdepiano, interno 21: citofono e incrocio le dita. “Chi è?” – “Buonasera, sono Gabriele Brenta. Ricorda? Avevamo un appuntameeeento” (c’è poco da fare, la vocale trascinata fa sempre un certo effetto) – “Buonasera. No, non ricordo.” – “Signooora, come non ricorda? Gabriele Brenta, mago del pulito, re dell’aspirapolvere, principe della scopa..! “ – “Mah, il suo nome non mi dice nulla. Gabriele … come?” – Brenta, signoora, B-R-E-N-T-A!” – “Trenta? Non conosco nessun Gabriele Trenta. Ricordo forse un compagno di scuola, però di cognome faceva Quaranta …” Per un istante taccio, desolato. “Signore? C’è ancora?” – “Certo, signooora, Gabriele Brenta non lascia mai, ritenta!” – “Ohh, certo, ora però se non le dispiace avrei da fare e …” – “Signooora, se ha faccende da sbrigare con Gabriele ne deve parlare! Posso salire un attimo? Le mostro qualcosa che le cambierà la giornata e forse l’intera vita!” – ”Ma, veramente io …” – “Su, apra il portone signooora e le assicuro che non se ne pentirà!” – “E va bene, sesto piano”. Apre, meno male. Devo trovare qualcosa di più efficace di questi appuntamenti o rischio l’insolazione, oggi saranno 40 gradi. Sesto piano, ci siamo: “Signooora?” Clunck, clunck. “Si, buonasera” – “Ecco qui il suo Gabriele Brenta che le farà una dimostrazione del nuovo turbo aspiratutto ad accensione rapida. Se mi fa entrare un attimo….” – “Prego giovanotto, ma solo un minuto.” – “Mi chiami pure Gabriele, cara signooora. Sa qual è il mio motto? Per chi non si accontenta, c’è Gabriele Brenta!… Ahahahah!” Sa che la sua casa potrebbe essere ancora più bella se solo lei avesse…la “tremarella”? E’ il soprannome che ho dato al nuovo modello di aspirapolvere che vado a mostrarle e che fa venire la tremarella a tutti gli acari della polvere …. Perché wooooooo …. accendo la tremarella e agli acari viene la cacar…” – “Bene, ho capito, grazie” – “Tremarella di quaaaa, tremarella di laaaaà, tutta la casa aspireraaaaarà, tra gli acari nessuno resisteraaaaaà ed il vicino tranquillo dormiraaaaaà perché tremarella rumore non faaaaaaa!” Spengo e mi fermo un attimo. “Signoooora, allora, che ne pensa???” – “Beh, giovanotto, in effetti lei non ha ben pulito tutto il salotto, mancherebbe il lato del divano che …” Questa è un osso duro, le altre di solito a questo punto iniziano a cedere. Ma io sono più furbo di lei, ora gliela faccio vedere io. “Ma cara, cara signooooora! Stavo appunto per passare alla seconda strofa della canzone, ecco, il tempo di riaccendere la mia compagna di ballo et voilà: Quando passa tremarellaaaaa la tappezzeria del divano si fa più bellaaaaaa perché tremarella non solo aspiraaaaa, ma il divano te lo rigiraaaaaaaaa!” – “Che mi dice, signooora?” – “Beh, non so, dovrei riflettere e parlarne con mio marito stasera e poi quanto costa?” – “Il costo è ri-di-co-lo! Pensi che, avendo lei fissato un appuntamento la scorsa settimana, la promozione, che sarebbe già scaduta, per lei è ancora valida!! Pagherà questo gioiellino a prezzo scontato, ma che dico scontato, scontatissimo! Contenta? Una firmetta ed il gioco è fatto, signooooora! Non ci pensi, l’occasione è ghiotta e gliela posso offrire una volta, perché da domani il prezzo sarà maggiorato. Guardi, signoooora, le curve sinuose del corpo in resina, le rifiniture anodizzate, il colore che ricorda quello dei suoi occhi, e poi vogliamo parlare degli accessori?” Oddio, se non bevo un bicchiere d’acqua muoio. “Una va-li-gia piena di accessori: pensi che c’è anche il cannellino per aspirare il muco dal naso dei bambini … ahahahah … non mi avrà mica creduto, vero signoooora? “ – “N..no, no, eheheheh … Sa che lei è proprio un gran simpaticone? Gradisce qualcosa da bere?” – “Signooora, mi ha letto nel pensiero, ma lei è una veggente? Una sensitiva? Una maga?” – “Un chinotto fresco?” – “Il chinotto è perfetto, grazie!” – Tracanno un liquido tiepido e sgasato, sempre meglio della morte per disidratazione. “Bene, signooora, se mi firma subito le aggiungo anche un guanto da forno in silicone così non rischierà mai più di scottare le sue preziose manine. Che ne dice?” – “Ma, non saprei …” – “E allora guardi, lo faccio solo per lei, le aggiungo un ferro da stiro da viaggio e si firma il contrattino, via!” – “Mi ha convinta, dove devo firmare?” – “Ecco, metta il suo autografo qui!” – “Grazie, giovanotto, grazie davvero. Allora ci vediamo domani? Torna lei? Alla stessa ora?” – “Eh no, signora bella, dopo la firma viene l’Antonella, è lei che consegna la tremarella!” – “Ma io pensavo che …” – “Arrivederla signora bella e mi saluti l’Antonella!” E anche oggi ne ho vendute quindici: Gabriele, sei grande. Domani riparto con la palazzina nella via parallela, se continua così entro la fine del mese me ne vado un po’ in ferie.

Quale sarà il passo successivo?

  • Cambiare totalmente strada e iniziare un nuovo lavoro e nuove avventure. (20%)
    20
  • Lasciare il campo degli elettrodomestici e diventare rappresentante di altri articoli. (40%)
    40
  • Continuare forzatamente a vendere elettrodomestici durante tutta l'estate. (40%)
    40

Voti totali: 5

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

  1. Per ora il racconto è ancora troppo breve per poterne dire qualcosa, però mi sento di farti notare che, la formattazione, così messa, è scomoda da leggere.
    Vai a capo quando inserisci dei dialoghi, prima dei punti di sospensione non va inserito lo spazio e dopo questi non si può inserire un punto esclamativo.

    A rileggerci 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi