In Our Memory

RicordoRicordo la Promessa.
Ricordo l’Inizio.
Ricordo la Ricerca.
Ricordo l’Amore.
Ricordo la Paura.
Ricordo il Buio.
Ricordo l’Inganno.
Ricordo il Dolore.
Temo la Verità.

Sto correndo, corro, corro e non arrivo mai. Il mondo dietro di me si sta sgretolando cadendo nel vuoto, un vuoto nero e minaccioso. Il Vuoto.
Il mondo esplode in milioni di frammenti colorati, come fosse un mosaico.
Soffro. Il petto brucia. L’aria è gelida, il fumo la rende tossica.
Il Fuoco si alza verso il cielo bruciando nella neve e nel ghiaccio senza scioglierli.
Le fiamme sono rosse, poi fucsia, poi viola e poi di un verde acido che ghigna disegnando un’Inferno nel cielo.
Un’eco distorta e stonata romba tra gli edifici avvolti in una nebbia frastagliata.
La terra oscilla davanti ai miei occhi, come una ripresa fatta mentre si corre. I miei passi poggiano su di essa come se corressi su di un materasso.
Può essere reale? Eppure nulla doveva esserlo. Non è vero, eppure sta accadendo.
Non sarebbe dovuto accadere. Non era programmato, non era previsto.
Non era stato annunciato.
Dove sono tutti? Perché non lo ricordo?
E Sangue.
Perché sanguino? Perché soffro?
L’aria non sa di niente. Il fumo non sa di fumo.
Ma la morte sa di morte.
Non voglio morire.
Poi il Silenzio.
Il mondo sta andando a puttane in un silenzio che mette ansia.
Perché non fa rumore? Perché tutto va in pezzi senza fare rumore?
Sto impazzendo.
Forse vorrei piangere. Forse dovrei.
Ogni respiro è una pugnalata.
Ogni passo mi sento meno me stesso.
Ogni passo sono prossimo a sgretolarmi, a tornare nulla.
Ogni passo ricordo meno.
Nuvole amaranto e rosa intenso si arrotolano all’orizzonte su di un cielo viola e turchese.
D’improvviso qualcosa mi dice di fermarmi. Lo fa sussurrando alla mia testa con una voce dolce e rassicurante che mi pare familiare.
Fermati, non ti affannare. Puoi smettere di correre, va tutto bene. Qui sei al sicuro.
Per un attimo il mio passo rallenta, per un attimo le sto credendo con un sorriso rincuorato.
Poi mi do dell’imbecille.
Il mondo sta cadendo nel vuoto proprio dietro di me, cazzo! Come può andare tutto bene?!
Il fumo deve avermi rimbambito del tutto.
Riprendo a correre verso l’orizzonte che si sta colorando di blu elettrico. Tutto ciò è allucinante.
Dalle case salta fuori una bestia. Una bestia che mentre salta muta. Un leone rosso, una tigre rosa, un cavallo dagli occhi spiritati. Un cervo dalle corna grondanti sangue. Un miscuglio di tutto questo che lancia un grido assordante cercando di divorarmi.
La testa mi scoppia.
Urlo, urlo al mondo il mio terrore. Urlo perché non capisco più niente.
Urlo perché non voglio morire.
Urlo perché Ricordo.
Ricordo che tutto questo non ha senso.
Tutto questo non dovrebbe essere così fottutamente reale.
Tutto questo non dovrebbe fare così male.
Urlo perché ricordo una Promessa.
Dove cazzo è adesso quella Promessa?
DOV’E’?

La Promessa...

  • Vi offriamo la speranza! Un mondo senza dolore, senza malattie... (33%)
    33
  • Vi offriamo una seconda vita! Un mondo dove dare spazio ai vostri desideri più reconditi... (44%)
    44
  • Vi offriamo una nuova vita! Un mondo fantastico dove sfogare lo stress, la fatica e la frustrazione... (22%)
    22
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un commento

80 Commenti

  1. Per quanto il capitolo finale si chiami La Verità, le verità potrebbero essere molteplici e In Our Memory si conclude con una scelta fondamentale da parte di Mathias che plasmerà il seguito in maniera cruciale.
    L’unica cosa di cui, forse, mi son pentita è stata la scelta di un pubblico adulto. Alla fine forse mi son fatta troppe pare sui contenuti… ma vabbeh.
    Ci vediamo a breve nel seguito.
    In Their Memory

  2. Ben tornata. 🙂
    Io voto per la fuga. O almeno per il tentativo di fuga, ecco.
    Mi sono riletto tutti i capitoli, che ricordavo poco, e… beh, è proprio un bel racconto. E mi piace molto tutto questo gioco sui numeri, sulle cifre, sui significati. Vediamo un po’ cosa succederà nel decimo capitolo.

    D.

  3. Mi ero persa tra lavori, scatole di libri, e pseudo vacanze in famiglia X3 ma data la netta maggioranza dei voti, alla fine è venuto fuori un capitolo 6 che è scivolato via veloce e prolisso… dopo un taglio di più di 5000 caratteri eccolo qui. Son curiosa come non mai stavolta, voglio proprio vedere verso che direzione andremo!

  4. Torno. Forse per finta >,>
    Sono stata due ore a decidere la categoria. Premetto che io scrivo Fantasy, e la Fantascienza è per me un campo molto nebuloso. Non la leggo (fa eccezione questo sito e i suoi racconti :p) e non la seguo (se tralasciamo che son cresciuta con una mamma che non si perdeva un episodio di Star Trek).
    Avrei voluto mettere Fantasy solo per sentirmi a “casa, ma alla fine discutendone, pare sia più tendente alla Fantascienza.
    Voi lettori e scrittori di tal genere, abbiate pietà XD non aspettatevi nulla che sia ai vostri livelli!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi