SEGUI L'AUTORE Vai al sito

Erri Porta

Ciao a tutti! Sono Erri Porta, ho sei anni e mezzo e scrivo dall'età di due anni. Ho pubblicato otto libri di narrativa, due saggi, una raccolta di poesie e un manuale di tecniche di tatuaggio. Scrivere mi è necessario come respirare, come le patatine fritte, come fare la cacca. Se mi venisse impedito di scrivere sento che morirei o forse ucciderei chi me lo impedisce e dopo ci scriverei un horror che mi farebbe paura. Essendo un bimbo, scrivo storie per bimbi dove i bimbi fanno i bimbi e i grandi invece... no, be', fanno i bimbi anche loro. Come nella realtà, direi! Mail: ...


Storie scritte
DI DENTINI DA LATTE E ALTRE MAGIE

Quando i bimbi dormono placidi, creature strane, pelose, spesso brutte, talvolta afflitte da ernia del disco, si muovono nell’ombra.
L’obiettivo è chiaro, l’intento è nobile: esse si prodigano perché i cuccioli umani possano avere un felice risveglio.
Anche a costo di affrontare la temibile Giuditta.

  • REVOLVER AGATA

    Dunque la mia ora è giunta.
    Cosa mi aspetta, dall’altra parte?
    Se incontro uno Sborone che si proclama Onnipotente, Lo sfido a creare una tavola di cioccolato così immensa che neppure Lui è in grado di mangiarla tutta.
    E se il cioccolato non Gli piace?
    Sarebbe un Inferno.
    E se questa non fosse la Fine?

  • OMBRETTA DELLE SABBIE

    Il vento, mulinando intorno a noi, trasporta nuvole di sabbia rovente che smeriglia le gambe, si impana con le lacrime, arrostisce le guance! 
    Questa microscopica oasi, brulicante di croccanti, gustose delizie, era per Fedro un vero Paradiso.
    È giusto che ora lui resti qui.
    Per tutto il tempo che c’è.

  • IL DIAVOLETTO DI MAX ROTELLA

    Possono le polverose ali di una falena indigesta generare un vortice di eventi così potente da risucchiare un animale, un bimbo e altre comparse, mischiarli insieme e sputar fuori una storia che non è ancora stata scritta?
    Possono sì, care bimbe e cari bimbi di variegate età!
    Ma solo se mi aiuterete.

  • AVVENTURA TRA I GHIACCIOLI

    Un’afosa giornata d’estate in una grande città, una bambina mortalmente annoiata, uno strano gelataio.
    Cosa c’è di più imprevedibile?
    Molte cose, direte voi. Va bene, ma ormai l’incipit è scritto e se volete che il racconto sia davvero imprevedibile dovrete aiutarmi a scrivere il seguito.
    Lo farete? 

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Usando i nostri servizi dai acconsenti all'uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi