La vergine di pietra

L’arrivo dello straniero

Lo sconosciuto percorreva lentamente la strada principale del villaggio‭; ‬mulinelli di polvere turbinavano per un attimo attorno alle zampe del suo destriero,‭ ‬prima di essere trascinati oltre dalla leggera brezza. Vestiva di tela,‭ ‬cuoio e acciaio in parti uguali,‭ ‬ma nessuno di questi tre elementi riusciva a nascondere il profilo di una corporatura massiccia,‭ ‬ferina e letale:‭ ‬il corpo di un guerriero.‭ ‬I capelli corvini,‭ ‬portati poco più lunghi delle spalle,‭ ‬erano ordinatamente raccolti in una coda di cavallo‭; ‬qualche ciuffo ribelle ondeggiava davanti al volto ad ogni passo della sua cavalcatura,‭ ‬gettando una ragnatela di fugaci ombre sulla pelle olivastra.‭ ‬Ma era soprattutto lo sguardo a colpire:‭ ‬gli occhi,‭ ‬di un verde tendente al grigio,‭ ‬erano attenti, ‬eppure sfiduciati,‭ ‬come se avessero visto troppe cose.

Nessuno turbò il lento incedere del nuovo arrivato.‭ ‬Qua e là,‭ ‬madri richiamavano figli e usci venivano rumorosamente sprangati. ‬Tuttavia,‭ ‬era impossibile scorgere qualcuno:‭ ‬se pure esistevano,‭ ‬i silenziosi abitanti lo tenevano d‭’‬occhio senza farsi vedere.
Questo almeno finché‭ ‬un minuscolo carretto di legno piombò in strada a tutta velocità,‭ ‬impedendogli il passo e‭ ‬facendo imbizzarrire il cavallo.
Il curioso veicolo s‭’‬inclinò paurosamente su un fianco e infine si rovesciò,‭ ‬scaraventando a terra il suo occupante:‭ ‬un bambino di sette anni che,‭ ‬dopo aver ruzzolato alcune volte in strada,‭ ‬si mise a sedere e scoppiò a ridere.‭ “‬È stato fantastico‭!”‬ urlò,‭ ‬con una vocetta resa ancor più stridula dall‭’‬emozione.
Il fiato gli morì in gola‭ ‬quando incrociò lo sguardo severo dell‭’‬uomo,‭ ‬che era appena riuscito a riprendere il controllo della sua cavalcatura.
La sgridata che si apprestava‭ ‬fu interrotta da una ragazza,‭ ‬che sbucò tutta trafelata dallo stesso vicolo.
‭“‬Ti sei fatto male‭?”‬ chiese al bambino.‭ ‬Quando‭ ‬questi scosse la testa,‭ ‬lei tirò un sospiro di sollievo‭…‬ e gli mollò un sonoro scapaccione.‭ “‬Mi pareva di essere stata chiara quando ti ho detto che non si gioca in strada‭!‬” Lo sgridò.‭ ‬Parve accorgersi solo in quel momento dello sconosciuto.‭ “‬lo scusi‭”‬ disse,‭ ‬rivolgendosi a lui stavolta‭ “‬non è‭ ‬davvero‭ ‬cattivo,‭ ‬ma un tale monello‭…‬”
L’uomo fece per agitare la mano in un gesto noncurante,‭ ‬per liquidare la faccenda,‭ ‬ma rimase immobile,‭ ‬come congelato,‭ ‬fissandola ad occhi sgranati.‭ “Linaria‬,‭ ‬sei proprio tu‭?‬” Lei inarcò un sopracciglio e lo squadrò da capo a piedi,‭ ‬poi una scintilla di comprensione brillò nel suo sguardo.‭ “‬Hirundo‭…”‬ Una gioia incredula s‭’‬impossessò di lei.‭ “N‬on posso crederci‭! ‬Quasi non ti riconoscevo‭…‬ Sei diventato un uomo‭! ‬E che uomo‭!”‬ Il bambino la stava tirando per la veste,‭ ‬ma lei non gli badò.‭ “‬Quanto ho desiderato questo giorno:‭ ‬sei tornato‭!”‬ Lui scese da cavallo e le si avvicinò.
‭“‬Anche tu sei‭…‬ Volevo dire che ti trovo‭…‬ Insomma,‭ ‬sei‭…‬ Cresciuta‭…‬ Anche tu.‭”‬ Balbettò,‭ ‬a disagio.‭ ‬Improvvisamente sembrava goffo e impacciato,‭ ‬la maschera del guerriero invincibile momentaneamente dissolta.‭ ‬Lei annuì,‭ ‬accettando‭ ‬con un sorriso‭ ‬quel complimento così male espresso.
Hirundo‭ ‬distolse lo sguardo‭ ‬per calmarsi e si concesse un momento per guardarsi intorno.‭ ‬“Che cosa è successo qui‭?‬” Chiese,‭ ‬abbracciando l’intero paese con un gesto del braccio possente.
Le case abbandonate superavano‭ ‬in numero quelle abitate,‭ ‬imposte parzialmente divelte dalle intemperie battevano su muri dagli intonaci crepati e scrostati.‭ ‬I balconi che nei suoi ricordi di ragazzo erano adorni di fiori colorati s’affacciavano ora spogli sulla via deserta,‭ ‬il cui unico occupante oltre a loro era un anziano che fumava silenziosamente la sua pipa con lo sguardo perso nel vuoto.
Lei abbassò lo sguardo‭ “‬il deserto avanza di anno in anno,‭ ‬le terre aride sono sempre più vicine.‭”‬ Quando‭ ‬la donna‭ ‬sollevò di nuovo la testa,‭ ‬il guerriero lesse la tristezza nei suoi occhi.‭ “‬Abbiamo avuto delle annate difficili ultimamente.‭ ‬I raccolti vengono bruciati dal sole in estate e marciscono affogando nell’acqua durante la stagione umida,‭ ‬che arriva troppo presto.‭ ‬Le bestie si ammalano più facilmente e figliano meno di prima‭…‬ Ma soprattutto da anni non abbiamo più nessuna sacerdotessa in grado di usare la magia‭!”
“Possibile‭?”
Il bambino,‭ ‬annoiato,‭ ‬si mise a prendere a calci i sassi in strada.‭ ‬“In molti hanno creduto che la Dea ci abbia abbandonato.‭ ‬E se ne sono andati.‭”
“Mi dispiace‭”‬.
Linaria‭ ‬gli posò una mano sul braccio.‭ ‬“Beh,‭ ‬almeno tu sei tornato‭”‬ riprese,‭ ‬sorridendo.‭ “‬Questo è certamente un Segno.‭”
Il guerriero si ritrasse,‭ ‬indietreggiando.‭ “‬Io‭…”
Una nuova consapevolezza attraversò il volto della giovane.‭ “‬Tu non sei tornato per restare‭”‬.
Non era una domanda,‭ ‬quindi l‭’‬uomo‭ ‬si limitò a sostenere il suo sguardo in silenzio.
Poi un gran trambusto interruppe la conversazione.
‭“‬Al ladro‭! Hanno rubato la vergine di pietra‭!‬”

Al ladro! Che succede ora?

  • Mentre Linaria cerca di convincere Hirundo a intervenire, i ladri fuggono indisturbati (22%)
    22
  • Hirundo è un menefreghista, tocca a Linaria darsi da fare (22%)
    22
  • Hirundo interviene eroicamente per cercare di impedire il furto (56%)
    56
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

147 Commenti

  1. Ciao Raniero! Chiedo venia per la lunga latitanza!
    Un capitolo ricco e movimentato questo! Forse risente un po’ del limite di caratteri, ma come al solito sei riuscito a renderlo comunque godibile e a creare la giusta atmosfera per permettermi di immedesimarmi! Ottimo lavoro, aspetto con ansia il seguito e nel frattempo… Voto per scoprire qualcosa di più su Linaria!

  2. Ciao Raniero.
    Il capitolo è denso di descrizioni, molto avventuroso e colorato.
    L’unica cosa che ti posso segnalare è questa:
    Se il mago è caduto “esanime” per terra, come mai subito dopo pronuncia le parole “ti sbagli è l’inizio”?
    Esanime significa senz’anima, tramortito, svenuto. Io fossi stata in te, avrei usato un altro aggettivo ma ovviamente il mio è solamente un consiglio 😊
    Ciao alla prossima!
    Ilaria

    • Ciao Ilaria,
      Grazie di avermi seguito fino a qui nonostante le recenti lunghe attese.
      E grazie anche per la segnalazione… A quanto pare ho scelto un termine inadeguato. Volevo che stesse steso senza forze. 😉
      Ci rivediamo nel capitolo finale, sperando che sia pronto a breve e che non ti deluda.
      A presto!

  3. Ciao Raniero,
    in effetti è passato uno’ di tempo, ma avrai avuto i tuoi motivi… Bentornato, quindi.
    Un bel capitolo ricco di azione, io temo di non esserne capace, ma dovrò provarci…
    Io direi che il rito può essere fermato, ma ci sarà un prezzo da pagare, c’è sempre un prezzo da pagare quando è l’umanità intera a essere minacciata.
    Non so se avrei spiegato la provenienza dei nomi dei personaggi e dei luoghi, ma lo trovo comunque interessante.
    Alla prossima!

    • Ciao!
      Grazie per la tua risposta.
      Eh, come si sa “la magia ha sempre un prezzo”! 😛
      Questo capitolo era ben più ricco di azione, l’ho dovuto provare a rifare più volte perché era sempre parecchio più lungo del limite massimo di caratteri! Mi ero lasciato andare a una descrizione minuziosa dei combattimenti… Ma alla fine ho dovuto tagliare, tagliare, tagliare! Più che ricco d’azione, è un riassunto!! XD
      E nel frattempo è passato del tempo… Devo sbrigarmi a finirlo! Spero possa piacerti anche la conclusione. Grazie di avermi seguito fin qui! A presto!

  4. Cari lettori,
    prima di tutto desidero scusarmi per essermi fatto attendere tanto a lungo.

    Ora che siamo a un passo dalla fine, credo sia il momento adatto per svelare il retroscena riguardante il nome dei personaggi di questo racconto.
    Forse qualcuno si sarà chiesto da dove saltano fuori. Ebbene, è da un po’ di tempo che faccio questo giochino… trovo che i nomi scientifici di piante ed animali possano avere un suono adatto alle storie fantasy. Inoltre, è divertente sceglierli in modo che “calzino” a pennello addosso al personaggio. Così, uso come nome la prima parte della nomenclatura binomia, talvolta italianizzandola un pochino, se serve.
    Ed eccoli qui, allora.

    HIRUNDO: è la rondine. Punta sempre in alto, viaggia sempre senza mettere radici, ma non scorda mai il luogo in cui è nata e vi fa sempre ritorno.

    LINARIA: è un fiorellino alpino,bello ma in grado di adattarsi e resistere alle avversità di una natura ostile.

    EMYS: è la tartaruga d’acqua. Si tratta di un predatore preciso e insaziabile, abile nel nascondersi. Se minacciata, è brava a fuggire e rifugiarsi, ma se messa alle strette sa mordere.

    PROTEUS: un anfibio cieco che vive nelle caverne carsiche. Ha deciso di vivere sottoterra, e per farlo ha rinunciato a molte cose, come la vista e… il diventare adulto (neotenia). In pratica, si è ritirato dal mondo pur di poter vivere a modo suo.

    ISURUS: lo squalo Mako. Un predatore feroce, temibile anche per la sua scaltrezza. Perfetto per fare il “cattivo”!

    per quanto riguarda i luoghi:

    OXYRIA, la capitale, è una pianta. L’ho scelta solo per il suono.
    (le paludi di) INOCIBE: si tratta di un fungo, che nel nostro immaginario associamo facilmente sia all’umidità che al veleno, e quindi ci stava a pennello.
    (le catacombe di) EXOS: è il luccio. Quale migliore immagine di un predatore in agguato per il luogo dell’imboscata?

    Se volete, fatemi sapere cosa pensate di questa trovata bizzarra commentando sotto questo intervento 😉 mi farà piacere.

  5. Ciao Raniero!
    Mi unisco al coro che ti fa i complimenti! Come i tuoi personaggi, anche tu hai un potere magico: quella di evocare immagini e personaggi nella mente di chi legge le tue parole!! 🙂
    Resto grande ammiratrice di Linaria, dolce e timida, ma risponde al mago per le rime!! 🙂
    Apprezzo che Isurus sia convinto di fare bene… “Violenza, prepotenza, guerre. Il potere è nelle mani di pochi, che governano senza pensare alla sofferenza dei molti.”… in effetti, è la storia di sempre in ogni mondo, non gli si può dar torto!! 🙂
    Anch’io voto per la fuga di Isurus, nella speranza che questa storia duri mooooolto più a lungo!!! 😀

    • Grazie Keti,
      I tuoi commenti entusiastici mi onorano, a volte mi mettono quasi in imbarazzo!
      Mi fa piacere di aver potuto evocare delle immagini. 🙂

      Per quanto riguarda Isurus, sì, mi sarebbe piaciuto riuscire a dargli un po’ di spessore per non renderlo un cattivo da cartone animato :p purtroppo lo spazio è tiranno, ho fatto meglio che ho potuto.
      Resta sintonizzata per i prossimi! Ciao!

  6. Sto facendo confusione tra i personaggi, non riesco a capire tra Linaria e Hirundo chi debba essere il principale, ho l’impressione che si contendano la scena a scapito della linearità del racconto.
    Non ho ancora votato per questo motivo
    pienne

    • Ciao pienne,
      Grazie per aver voluto lasciare un commento nonostante le difficoltà di comprensione! Mi ha fatto piacere!
      Hirundo e Linaria sono co-protagonisti. I due personaggi sono comparsi contemporaneamente, nel primo episodio, ed insieme hanno proseguito il loro viaggio. Dunque non si stanno “rubando la scena” a vicenda: hanno pari dignità e peso nella storia. 😉
      Grazie di avermi seguito fin qui!

  7. Ciao Raniero,
    e così siamo quasi giunti alla fine…
    Ho trovato questo capitolo molto curato, sei migliorato molto nel tragitto fin qui, bravo. Mi piacciono le immagini che riesci a dipingere con le parole, ho potuto “vedere” i simboli sfavillare sulle pareti, il medaglione e la vergine di pietra illuminarsi e pulsare sulle pareti. Complimenti sono immagini semplici ma molto evocative, l’ideale per una scrittura lineare a piacevole.
    Che ti posso dire d’altro, che aspetto il finale?
    Alla prossima!

    • Ciao Allegra!
      Sono rimasto un po’ indietro con i commenti, con la scrittura… Con tutto! Grazie per il tuo commento. Anche io credo che uno stile di scrittura semplice renda più agevole e divertente la lettura. Se poi con te sono riuscito a evocare delle immagini, non posso che esserne felicissimo!!! Grazie, mi sono messo a scrivere il successivo, spero possa piacerti.
      A presto!

  8. Ciao a tutti!
    Volevo segnalare che mi sono dimenticato di inserire i tre asterischi (***) che di solito uso per separare i paragrafi.
    Quindi dovete immaginarvi una riga vuota tra “…lasciò che la magia fluisse” e “il clangore sordo…” .
    Purtroppo me ne sono accorto solo dopo averlo visto già pubblicato. Mi scuso, spero non renda la lettura meno fluida.
    Buon divertimento!

  9. Ciao Raniero,
    ben scritta la storia, bei personaggi, forse darei loro un po più di spessore, li tratterei meno superficialmente di come hai fatto, in ogni caso la storia ha una trama che prende abbastanza.
    Vediamo dove ci porterà
    pienne

    • Ciao Pienne,
      grazie di essere venuto a leggere la mia storia e soprattutto di aver lasciato un commento!
      Hai ragione, a volte voglio far succedere troppe cose in 5000 caratteri e non rimane abbastanza spazio per la psicologia dei personaggi. Cerco almeno di farli comportare in modo coerente a come li ho immaginati.
      Con l’esercizio e l’aiuto di utenti come te, però, sono sicuro di poter migliorare tantissimo!
      Grazie ancora per il tuo commento!

      Spero possano piacerti anche gli sviluppi futuri.
      Alla prossima!

  10. Ciao Raniero! Ottimo lavoro come al solito. Ogni tuo capitolo è capace di farmi viaggiare per luoghi straordinari e di questo ti ringrazio.
    Anche se ormai la decisione è stata presa a furor di popolo, io scelgo comunque “salvare il mondo” perché uno fuori di testa può avere una visione tutta sua delle cose ed essere convinto di agire per il bene… Mi piace quando le cose, anziché essere bianche o nere, assumono le più variegate sfumature di colore: solo così siamo sicuri di non perderci niente 😉 !

    • Ciao Favola,
      grazie per il tuo commento.
      Anche a me piace cercare di sviluppare le strade meno ovvie, per vedere che salta fuori… ma devo dire che finora mi sono sempre divertito moltissimo, da scrittore, anche quando non condividevo la scelta di voi lettori.
      Spero che anche tu possa trovare interessanti gli sviluppi, a prescindere dalle scelte che portano ad essi.
      A presto!

    • Che bello, un nuovo lettore!
      Ciao Fabiola, grazie per il tuo commento!
      Il tempo è anche il mio tallone d’Achille… ultimamente ho finito col restare indietro anche con quelli che stavo seguendo! Ma recupererò!
      Grazie ancora, spero che tu riesca a trovare un attimo per leggere anche i successivi e che possa continuare a piacerti.
      Ciao!

  11. Ciao Raniero.
    Hai sempre la capacità di farmi vedere il tuo mondo immaginario e di questo ti ringrazio.
    Le scene sono sempre ben descritte, specialmente le ambientazioni.
    Ho scelto il dominio del mondo.
    Ciao buona domenica.
    Ilaria

    • Ciao Ilaria!
      Non so che dire se non… Grazie, davvero, di questo commento stimolante e incoraggiante.
      Partecipare a questo sito è stata davvero una piacevole esperienza; mi sembrate tutti così bravi che non finisco mai di sorprendermi quando ricevo dei complimenti così belli.

      Spero che continuerai a seguirmi fino alla fine.
      A presto!

  12. Finalmenteeeeeeeeee!!! Attendevamo con ansia!!! 😀
    Che coppia meravigliosa Linaria e Hirundo!!! …lei è la sola che riesca a forare la corazza dura di lui, dolcissimo che si sciolga in un sorriso vedendola felice!!
    Fortissimo anche l’uomo di sabbia attonito nel vedere gli umani!! 😀
    Non condivido con Keziarica sulla frase: “possibile che adesso gli bastassero pochi minuti per uscire di testa?”, a mio parere, riflette il modo di esprimersi di Hirundo, e ci sta bene.
    Raniero, prosegui sempre meglio!! Ad astra!! 😉 Vorrei far parte di questo mondo!! 🙂

    Per quanto riguarda le 3 opzioni… La logica mi porterebbe a scegliere “dominare il mondo”, cosa cui ambiscono tutti i cattivi “classici”… Ma se il rito servisse a salvarlo? Sarei proprio curiosa di vedere cosa ne caveresti fuori!! 🙂 Ergo, voto per questo!! 😉

    Non lasciarci troppo sulle spine!! 😛

    • Ciao Keti e bentornata.
      Sei sempre la voce fuori dal coro nelle votazioni… E questo mi piace 😉 cerchi di esplorare le variazioni meno scontate… O forse di mettermi in difficoltà?!? XD
      Il tuo entusiasmo mi mette quasi in imbarazzo, non so che dire se non che spero tanto che il racconto “regga” fino alla fine e che tu non debba subire una delusione 😉

      A presto!
      Grazie!

  13. Ciao Raniero,
    il rito, secondo me, serve a dominare il mondo. Distruggerlo non porterebbe a nulla e se fosse per salvarlo, be’, non ci sarebbe battaglia per giungere alla fine.
    Un bel capitolo, solo un piccolo appunto, riguardante questa frase:
    “possibile che adesso gli bastassero pochi minuti per uscire di testa?”
    secondo me stona un po’ con il resto della narrazione, ma è solo una mia idea.
    Ti saluto e aspetto il nuovo episodio.
    Alla prossima!

    • Ciao K., Grazie di essere passata e di continuare a seguirmi!
      Beh, anche con salvare ci poteva essere uno sviluppo: per esempio, se il male del mondo fossero gli esseri umani, lo stregone potrebbe decidere che per salvare il mondo bisogna ucciderli tutti. E non so se gli altri sarebbero d’accordo. XD

      Grazie per la segnalazione, rileggendolo effettivamente ora noto anche io che l’espressione”uscire di testa” mal si adatta all’ambientazione “medievaleggiante” tipica del fantasy sword e sorcery. Dovrei avere la pazienza di far passare un po’ di tempo dopo averlo finito. Invece, quando è completo, non vedo l’ora di metterlo online! 😛

      A presto!

  14. Distruggere, Dominare o Salvare? Sai che la scelta è difficile? 😛
    Con Distruggere abbiamo un pazzoide esagitato che odia il mondo.
    Con Dominare abbiamo un pazzoide esagitato che vuole per il mondo legge ed ordine… la sua legge! Il suo ordine!
    Con Salvare abbiamo… che abbiamo?

    Alla fine io vado sul classico e voto il Dominare 🙂

    Il capitolo è scritto molto bene: sei riuscito a dosare le scene di calma, a quelle preparative ed alla mossa finale che chiude il capitolo. Direi che siamo a posto e vediamo dove ci porta il prossimo capitolo 🙂

    Ciao 🙂

  15. Ranieroooooooooooooo!!!!!!!!!!!!! 😀 Ma quanto è bello questo capitolo???!! 🙂
    I tempi narrativi, gli scambi di battute, “sabbiolino” (che mi ha fatto ridere pazzamente!)… Tutto è perfettamente armonico, calibrato, hai superato te stesso!! Mi piace moltissimo che il carattere dei personaggi sia suggerito dai loro commenti (scopriamo Hirundo uomo pratico che “francamente se ne infischia” della biblioteca! 😀 ), mi piace l’inversione del punto di vista “voi ne siete lo spauracchio!”, insomma, mi piace tutto!!!
    …e la biblioteca, il mondo sapiente di Proteus!!!! Non so che farei per farne parte!!! Condivido l’entusiasmo di Linaria!!! 😀
    Che dire di più… A mio avviso, quando il lettore vorrebbe entrare nel mondo del racconto… L’autore è degno di tale nome!! 😉 Continua così, fantastico!!
    Keti

    • Keti, così mi fai arrossire!
      Che dire… grazie, grazie e ancora grazie per questo splendido commento.
      Anche io la penso così: un racconto è davvero riuscito quando ci si riesce ad immedesimare nei personaggi e nelle ambientazioni. Se ti sta succedendo questo, non posso che esserne felice… e spronato a cercare di fare sempre meglio.
      Il limite dei caratteri spesso non mi permette di approfondire come si dovrebbe i personaggi, ma mi fa piacere che si noti quando ognuno di loro si comporta secondo il proprio carattere!

      Ti rispondo in concomitanza con la pubblicazione del nuovo capitolo (ultimamente sono un disastro, lo so!): spero possa continuare ad avvincerti!
      A presto!

    • Bentornata Ilaria.
      So che sei un’amante di questo genere: spero di riuscire a non deludere le tue aspettative e di continuare a scrivere episodi di cui tu possa dire, come stavolta: “bello, mi piace”!
      La cosa più bella, per me, è vedere che c’è qualcuno che segue, capitolo dopo capitolo 😉
      Grazie per il tuo commento!

    • Ciao Fue,
      Ti ringrazio di continuare a seguirmi. 🙂
      Emys è una figlia di papà un po’ viziata che fa la scassinatrice per soddisfare la sua sete di avventura… Quindi non la faccio comportare come una malvivente comune. Spero che questo non la renda meno credibile!

      Per il momento le catacombe sono in testa, spero che ci rincontreremo lì 😉
      A presto!

  16. Ciao Raniero,
    continuo a pensare che tu abbia un gran bello stile. Sei lineare e persuasivo al tempo stesso. Le descrizioni sono ben realizzate e dosate in modo giusto, così come i dialoghi.
    La solita vecchia storia, l’ingordigia rovina sempre tutto, una trasposizione di quel che è, in parte, la nostra società, rovinata dalla brama di denaro e potere di alcuni…
    Bel capitolo, vorrei ritrovare i protagonisti nelle catacombe, vediamo che succede.
    Alla prossima!

    • Grazie Keziarica per lo splendido commento. Mi sento quasi in imbarazzo, non sono abituato a riceverne, specie se così articolati. Che posso dire? Spero di riuscire a costruire qualcosa di decente fino alla fine 😛 tu se puoi continua a seguirmi e non farmi mancare i tuoi pareri e i tuoi suggerimenti. Grazie!
      Ci vediamo nelle catacombe…

  17. Ciao Raniero,
    Sei in splendida forma… Letteraria!
    Che dire? Un capitolo molto, molto piacevole, scorrevole, ben scritto e descritto. Un vero piacere per gli occhi e la mente.
    L’uomo di sabbia, seppure appena introdotto, sembra già una mia vecchia conoscenza: me lo figuro qui con la sua calma flemmatica di colui che non ha nulla da temere dal tempo, con quei suoi gesti di noncuranza del tipo “mi scivolate addosso”… Lo adoro.
    Ed Emys? Beh, lei è e resta la mia preferita! Sabbiolino!!! No dico, Sabbiolino!!! 😂😂😂

    Continua Raniero, continua così e regalami ancora di questi spensierati momenti in cui posso addentrarmi silenziosa e non vista in un mondo fantastico pieno di avventure e magia!

    Io voto per le catacombe… Mi pare che si adattino molto bene alla storia!
    A rileggerti presto!

    • Wow! Favola, così mi fai arrossire!
      Sono davvero felice che qualcuno provi delle emozioni piacevoli leggendo il mio racconto. Grazie per aver condiviso il tuo sentire con questo commento!
      Hai inquadrato perfettamente l’uomo di sabbia, anche io me lo immagino così. 😉

      Ce la metterò tutta per continuare ad emozionarti. 🙂
      Grazie ancora, a presto!

  18. Ciao Raniero eccomi qui,
    Ahahahha la parola “sabbiolino” mi ha fatta ridere, mitica Emys! Comunque bravissimo, bella la storia, bello il tuo stile, fantastico Il nuovo personaggio e Figo il coleottero! Bravo continua così!
    Ps.mi piace la parola catacomba, ma le paludi non sono male… Mmmh probabilmente voterò per le catacombe 😂… aspetto il prossimo capitolo a presto 😉

  19. Ciao Raniero!!!
    Il tuo stile mi piace sempre di più! Hai un modo di scrivere evocativo, riesci a trasportare completamente nel mondo che descrivi! …potrei disegnare tutto, tanto ho chiari in mente atmosfere e personaggi (uomo di sabbia compreso!)! Bravo davvero!!
    L’uomo di sabbia è un’ideona e sono curiosissima riguardo a lui, ma fremo per conoscere meglio Linaria e Hirundo, per cui voto per “ascoltare i discorsi”!!
    A presto, Keti 🙂

  20. Ciao Raniero,
    ottimo spunto, l’uomo di sabbia. Direi che vorrei saperne di più.
    Mi piace sempre di più il tuo racconto, lo trovo ben scritto e anche descritto, la cura che poni nei dettagli e il modo in cui spieghi, senza spiegare troppo, mi fa pensare che tu abbia una buona abilità descrittiva.
    Aspetto il nuovo capitolo e ti saluto.
    Alla prossima!

    • Grazie K. , I tuoi complimenti mi onorano.
      In realtà sono spesso in difficoltà a far stare tutto, e devo tagliare non con le forbici, ma direttamente con l’ascia, per far stare tutto nei 5000!!! :P. Però sembra che la “cura” faccia bene al mio stile, che rischia spesso di sfociare nella prolissità. 😉

      Sono felice che ti sia piaciuto l’uomo di sabbia, visto che è nato per merito tuo 😛 volevo cogliere il tuo spunto sulla creatura “risorsa”… Però poi mi sono detto che, visto che l’avevo presentata come “pericolo incombente”, gli altri che avevano votato per “creatura” si aspettavano una bella scazzottata… E così ho deciso di introdurre due creature! 😀 di cui una collaborativa 😉

      Continua a seguirmi…. E a consigliarmi, se ti va 😉
      Grazie ancora.

  21. Ciao Raniero!
    Questa volta ho notato qualche piccolo refuso (un po’ di fretta?), che fortunatamente non ha intaccato la scorrevolezza del racconto. Avrei forse fatto qualche piccolo taglio qua e là per spiegare meglio come viene imprigionata la bestia, ma fortunatamente fantasia e immaginazione sopperiscono alla mancanza di spazio 😉.
    In ogni caso il racconto è, come ho già detto, sempre scorrevole e con una buona scelta dei tempi. Lettura sempre avvincente e interessante!
    Anch’io voto per avere delle informazioni sugli uomini di sabbia!
    Alla prossima!

    • Eh sì cara Favola… Ormai che era pronto ho avuto fretta di pubblicarlo… E il giorno dopo ho notato anche io ripetizioni ed errori 🙁 uno su tutti, sbatte invece di sbatté 😥
      Il modo in cui il bestione viene immobilizzato era chiaro nella mia mente, però effettivamente forse poteva valere la pena di spiegare meglio. È che ho dovuto fare davvero tanti tagli per far stare tutto, anche se non è una giustificazione!
      Meno male che l’hai trovato gradevole lo stesso.
      La prossima volta cercherò di resistere alla tentazione e lo lascerò riposare prima di pubblicarlo 😉
      Continua a seguirmi eh!
      Alla prossima

  22. Ciao Raniero eccomi qui!
    Che dire, davvero favoloso! Bello lo scontro con la creatura, bella l’idea “dell’uomo di sabbia”, e belli anche i dialoghi tra i personaggi. Probabilmente ti avrò già detto che la ladra mi ha completamente conquistata, ma vabè lo ripeterò fino alla nausea 😂
    Ps. Questa volta sono fortemente indecisa tra tutte le opzioni che hai inserito… forse… voterò per “uomini di sabbia”. Aspetto con ansia il seguito, a presto 😉

    • Ciao Red, bentornato.
      A quanto pare siamo l’uno il primo lettore dell’altro 😛

      Sono lieto che ti sia piaciuto il capitolo. Ho messo fuori combattimento la sacerdotessa al primo round sperando di farti contento, sai? Visto che a parer tuo Hirundo stava collezionando figuracce, ho fatto in modo che stavolta se la cavasse da solo 😉

    • Ciao F., benvenuto sulla pagina del mio racconto. 🙂
      Sono contento che tu abbia deciso di passare a trovarmi… E anche di non essermi rivelato una delusione! 😀
      In realtà mi è appena capitata sotto gli occhi una orribile ripetizione ravvicinata 😥 non si rilegge mai abbastanza!
      Ho ancora molto da migliorare, ma sono felice se chi mi legge può passare dei momenti piacevoli. 😉

      Conosco il fumetto che citi. Inizialmente Hirundo avrebbe dovuto essere più come Conan il cimmero, ma non sono durato nemmeno un episodio! 😛 ho cercato di dargli spessore, accennando a un passato che in qualche modo giustificasse ciò che è diventato. 😉
      La creatura ormai ha stravinto, tra pochissimo dovrei pubblicare il capitolo nuovo. Grazie ancora!

  23. Ciao Raniero!! 🙂
    Mi piace molto come stai scoperchiando pian piano lo scrigno dell’animo dei personaggi!! ^_^ Hirundo è estremamente interessante, ha un vissuto sofferto e mi piace immaginare si confiderà solamente a una persona e in circostanze di fiducia estrema… Racconti personali da uno così sono un dono prezioso! 😀
    Inoltre sono affascinata da Linaria… è dolce, modesta, un personaggio in cui immedesimarsi! Non vedo l’ora di saperne di più su di lei!!!! 🙂
    Voto i predoni, nonostante la creatura stia spopolando!
    Continua così!!! 😉 Keti

  24. Ciao Raniero. Ho votato per i predoni, ma la creatura è piuttosto in vantaggio. Conoscendo un po’ il passato di Hirundo la storia è diventata più interessante. Ti do un consiglio: cerca di rendere peculiare ogni personaggio. Attribuisci loro un certo modo di parlare, un gesto ricorrente, un vizio o che so… qualcosa che lo renda subito riconoscibile, che faccia dire al lettore: Ecco Hirundo, o ecco Linaria. Non è facile farlo, ma se ci riesci il risultato, secondo me, è garantito.
    Ciao!

    • Molte grazie muppetz, per essere passato, per aver commentato e… Per il consiglio, davvero molto molto apprezzato. Sento che migliorerò un sacco continuando a giocare su questo sito 😉
      Finora, paradossalmente, il mio personaggio più caratterizzato è Emys. Sicura di sé, un po’ strafottente, ironica.
      Non saprei come fare quello che suggerisci… Ma sai che faccio adesso? Mi rileggo l’abisso di Karalis dall’inizio e provo a cogliere i tratti caratteristici dei tuoi personaggi, per prendere spunto 🙂
      Grazie ancora, davvero! A presto!

  25. Ciao Raniero,
    una storia che pare sospesa tra passato e presente, in quelle pieghe buie e piovigginose dove risiedono le favole fantastiche.
    Mi piace il percorso intrapreso. Un bel capitolo fluido.
    Per il prossimo mi piacerebbe incontrare una creatura, non è detto che sia malvagia, potrebbe anche trattarsi di una risorsa…
    Sta a te decidere.
    Alla prossima!

    • Ben ritrovata keziarika, mi fa molto piacere che tu stia continuando a leggermi… Grazie!
      Ho letto il tuo commento e ho sgranato gli occhi… Una risorsa! Non ci avrei mai pensato!
      Mi sembra una figata… Adesso devo riflettere un po’ su come svilupparla! 😉
      Sono contento che finora ti sia piaciuto, spero che continuerai a leggere e a commentare. Ciao!

  26. Bentornato! E con un altro ottimo capitolo! Mi sono già affezionata a quella facciatosta di una ladra 😁 !
    Perciò io voto per uno dei suoi compagni rimasto indietro… Perché anche se Isurus è stato uno stronzo non vedo perché non possa esserci almeno un’altra anima pia che abbia a cuore la sua sorte quanto me 😝

  27. Bel capitolo, scritto davvero molto bene… “mi portò con sè, mi ripulì, mi restituì la dignità.” Complimenti, mi è piaciuta un sacco questa frase… ho notato che la ladra sta diventando un personaggio molto interessante, continua così.
    Ps. Creatura…Aspetto il prossimo capitolo, a presto 😉

    • Ben ritrovata Atharis,
      Grazie del tuo commento, sono lieto che il racconto continui a piacerti.
      Sì, Emys avrebbe dovuto essere solo una comprimaria, invece mi sta prendendo la mano e cerca di ricavarsi uno spazio e un carattere da protagonista. Speriamo che non rubi la scena agli altri!
      O dovremmo sperare di sì? 😛
      A presto

  28. Una creatura, per il solo fatto che voglio vedere cosa ti inventi ^_^

    “vorresti sentire il racconto strappalacrime dell’orfana Emys? Resterai delusa. Avrei potuto avere tutto ciò che desideravo, tranne ciò che volevo davvero: l’avventura. ”
    “Il fatto che non viva secondo la legge non significa che sia priva di onore. ”
    Con queste due frasi, la ladra è salita di diversi punti sul “barometro di personaggio interessante” 😉

    Interessante come si sono trovati Isurus e Hirundo, anche se questo povero guerriero continua a confezionare figuracce…

    Manca solo Linaria: chissà se ci sarà tempo per dire due frasi su di lei 😉

    Ciao 🙂

    • Ciao Red, grazie per il tuo commento!
      Sono contento che la ladra ti piaccia. Visto che c’era una parità, ho cercato per quanto possibile di non scontentare chi voleva saperne di più su di lei 😉

      Beh, figuracce… Uno può essere anche un dio con la spada… Ma se l’altro ha la magia e ti sbatte come una foglia al vento, c’è poco da fare! 😉
      In fondo, non è mica… Il guerriero più forte dell’universo! 😛
      Scherzi a parte, non ho idea di cosa succederà dopo. A quanto pare la creatura spopola, quindi dovrò inventarne una XD Continua a seguirmi!

  29. Ciao Raniero!!
    Sempre più coinvolgente, i protagonisti cominciano a svelare la loro anima… perfetto!! Sono già seguace di Hirundo e Linaria!! 😀
    Secondo me per la ladra avremo tempo in seguito… Voto per il guerriero!
    …Non farci attendere troppo, siamo scalpitanti e ansiosi di conoscere il seguito!!! 😛
    Ciao, Keti

    • Ciao Keti,
      Grazie di essere passata.
      Sono contento che continui a piacerti, grazie per il tuo commento!
      Non ho previsto un passato per ogni i personaggio, quindi stavo aspettando che la votazione si stabilizzasse per creare quello del vincitore. Forse ci metterò un po’ di più, stavolta, ma cercherò comunque di non farvi aspettare troppo. 😉
      Grazie ancora!

  30. Ciao, ho letto il tuo commento sul mio racconto e mi sono incuriosita per il titolo della tua storia.
    Tra l’altro il fantasy è uno dei miei generi preferiti quindi, sono venuta a dare una sbirciatina e ho letto tutti i capitoli.

    Bel modo di scrivere il tuo, lineare, corretto e limpido. Non ti perdi in giri di parole e questo è molto importante.
    Ti seguo!
    Ciao,
    Ilaria

    • Eccoti qui, Red!
      Il pareggio potrebbe anche essere interessante… Vorrebbe dire che tutti e tre ci raccontano qualcosa! O.o fico! Ma so già che i caratteri non mi basterebbero mai! :p

      Delineare il carattere dei personaggi senza sforare il numero di battute è difficile 😉 ho provato a farlo attraverso i dialoghi, ma alla fine ho dovuto sforbiciare anche quelli. XD ha ha ha :p
      Comunque sono davvero lieto che finora ti sia piaciuto. Al prossimo!

    • Ciao Jaw, grazie di essere tornato anche per questo capitolo! Ho visto in altri racconti che sei un dispensatore di utili consigli ed opinioni, quindi se mi scrivi semplicemente “bravo” mi tocca credere che sia vero… Oppure devo pensare di starti antipatico e che non vale la pena di darmi consigli :p hahaha 🙂
      Scherzi a parte, spero tanto che continui a piacerti.
      Grazie di seguirmi, ci vediamo al prossimo episodio 😉

      • “Dispensatore di consigli” mi piace!
        Ah, ah, mi immagino la scena, tipo quella di Gostbusters:
        «Chi sei?».
        «Io sono il Mastro di Consigli!».
        «E io il Guardia di Parola!».
        😀 😀
        Boh, quando ho qualcosa che mi sembra utile condividere cerco di farlo, l’ho fatto anche nel primo commento qui da te, a dimostrazione che non mi stai antipatico 😀 . Se invece mi rendo conto che la mia opinione origina soprattutto dai miei gusti personali, evito di scrivere qualcosa che potrebbe non avere alcun valore. Mi piace il confronto perché è un momento di crescita per tutti, ma di certo non è utile star lì a dissertare di refusi (quello lo faccio solo per scherzo, con qualcuno col quale ho più confidenza 😀 ).
        Insomma, tranquillo, se troverò qualcosa da dire, lo farò 😉
        Ciao, a presto

  31. Ciao,
    rieccoci.
    Direi che mi piacerebbe sapere qualcosa di più sul guerriero. Ha accennato alle cose orribili che ha dovuto fare nel passato, ne avrà di storie da raccontare…
    Hai dato la giusta impronta al racconto. Il viaggio per il ritrovamento della “vergine di pietà” darà il via a un bella avventura.
    Aspetto il prossimo.
    Ciao!

  32. Ciao Raniero 🙂
    Come al solito ottimo capitolo, sono davvero indecisa tra la ladra e la sacerdotessa… vada per la sacerdotessa XD… mi piace moltissimo il tuo stile di scrittura, e adoro il protagonista! Attendo con ansia il prossimo capitolo 😉

  33. ciao Raniero,
    Mi pareva doveroso passare a dare un’occhiata, per restituirti la cortesia.
    Bene, due capitoli molto scorrevoli, ben scritti e curati.
    Non amo troppo il fantasy, ma se ben scritto ogni genere risulta interessante.
    Aspetto il prossimo e dico che evade aiutata da Hirundo, che magari la segue per farsi condurre dai compari!
    Alla prossima!

    • Oh, ciao!
      Mi rende davvero felice che tu sia passata! E se non ti piace il genere, direi che i tuoi complimenti sono doppiamente apprezzato 😉
      Del resto, a me non piace l’horror, quindi siamo pari… Ma il tuo racconto è davvero superlativo! 🙂
      Spero tanto che continui a piacerti 🙂
      A presto!

  34. Ciao Raniero.
    Ti tolgo dallo stallo e voto “Hirundo la fa evadere”. Secondo me è una buona mossa per recuperare ciò che è stato rubato.
    Il capitolo scorre bene. L’unico elemento che mi è parso strano è il comportamento degli abitanti che nel cap. 1 stavano rintanati in casa senza farsi vedere, intimoriti da un cavaliere, e nel cap. 2 vengono allo scoperto senza paura della banda di furfanti. Ma forse c’è una spiegazione dietro tutto ciò…

    A presto!

    • Ciao Muppetz!
      Grazie del tuo commento e perdonami se sono stato un po’ lento a rispondere, stavolta!
      La tua osservazione è sensata e legittima. Inizialmente avevo inserito delle fantomatiche “guardie del tempio”… Ma poi ho deciso che erano troppo in contrasto con l’immagine di decadenza e abbandono che volevo dare del villaggio.
      Ho inserito gli abitanti perché ho pensato che, per quanto apatici e rassegnati potessero essere, nel momento in cui viene attaccata e portata via la loro reliquia più sacra, ciò che considerano l’unica speranza del villaggio… Beh… Devono provare a intervenire per forza!
      Che ne pensi?
      Forse avrei dovuto sottolineare meglio l’importanza della statua… pensavo di farlo più avanti.
      Tu come avresti sviluppato il finale? Volevo che i cattivi se ne andassero abbandonando la ladra…
      Grazie davvero per i tuoi commenti, li apprezzo molto!

  35. Bravo Raniero! Secondo capitolo ricco e avvincente! Il cattivo scorretto in duello, i poteri di una sacerdotessa che nessuno si aspettava, un tradimento all’interno della banda di ladri…quante emozioni!
    Ottima la tempistica, bello il colpo di scena di Linaria, che proprio non me lo aspettavo, e soprattutto sempre ben scritto.
    Per quanto riguarda la votazione: sebbene la ladra mi pare una che sappia il fatto suo, con una sacerdotessa in giro credo che ci penserà due volte prima di tagliare la corda… Ma siccome Hirundo rivuole indietro la refurtiva, quale modo migliore che seguire la malvivente per raggiungere il resto del branco? Quindi per me è lui che la fa scappare.
    Adesso, sulle spine, aspetto il prossimo capitolo! 😍

  36. Ciao, il racconto mi piace, sopratutto la forma che dai al protagonista: eroe tutto d’un pezzo che però si scioglie davanti ad una vecchia amica (o fiamma 😉 ). Aspetto il seguito e spero tu possa finire la storia. Sono anche curioso di scoprire qualcosa di più su di lei. Ovviamente ho voato per l’atto eroico 😉

    • Ciao Selleri,
      grazie di aver lasciato un commento sul mio racconto!
      Sono davvero felice che per ora ti piaccia, farò del mio meglio affinché tu non debba cambiare idea nei prossimi episodi! 😉
      Direi che ormai l’intervento eroico è un plebiscito, quindi posso cominciare a scrivere il secondo.
      A presto!

  37. Ciao Raniero,
    Ho votato per “Hirundo è un menfreghista” per due ragioni: la prima è che mi piace l’idea di lasciare ai personaggi la possibilità di crescere lungo lo svolgimento della storia; la seconda è che… Mi piacciono le donne che non hanno necessariamente bisogno di essere salvate dall’eroe e che si danno da fare!
    Ciò detto, non sono d’accordo con JAW sul proliferare di aggettivi. A me piacciono un sacco gli aggettivi e le descrizioni, che hanno il potere di tasportarmi in luoghi diversi, di farmi pensare che il protagonista di una storia sia un mio vecchio amico, o di immedesimarmi in esso.
    Certo la quantità di caratteri a disposizione non lascia ampio spazio di manovra per le descrizioni, o per entrare nel vivo del racconto sin dal primo capitolo, ma mi pare che gli ingredienti per una buona avventura non manchino… E quindi… Aspetto il seguito!
    A rileggerti presto!

    • Ciao Favola,
      Grazie x il tuo commento!
      Anche io preferirei una delle altre due opzioni e non “hirundo interviene eroicamente”: gli eroi tutti di un pezzo mi hanno un po’ stancato, e preferirei costruire un personaggio meno politicamente corretto 😉 poi non so ancora come riuscirò a gestire la storia restando nel limite dei caratteri: vorrei caratterizzare i personaggi e dar loro modo di crescere, ma vedremo!

      Per quanto riguarda gli aggettivi, probabilmente la verità sta nel mezzo: va bene che ci siano, ma non devono essere troppi. Cercherò di migliorare 😉
      Spero tanto che la storia continui a piacerti!
      Ora aspetto ancora un po’ per vedere se vota qualcun altro, e poi comincio a scrivere il capitolo successivo.
      A rileggerci presto!

  38. Benvenuto, Raniero.
    Alla fine ho scelto l’opzione che a mio parere ti mantiene aperti più scenari per il prosieguo: i ladri fuggono mentre Linaria cerca di convincere Hirundo. A mio parere lascia aperti spunti anche umoristici che puoi o no sfruttare.
    Il tuo incipit mi pare molto curato e scorrevole, si legge con piacere. Ho sbirciato i commenti sotto e devo dire che non sono del tutto accordo con l’ottimo Muppetz riguardo al fatto che Hirundo sia troppo impacciato per il tipo di personaggio che vuoi rappresentare.
    Io la vedo piuttosto come una sfaccettatura del suo carattere: magari ha difficoltà nel rapportarsi con le ragazze ma può squartare un demone con la facilità con cui io mi scaccolo 😀
    Ho ben poche osservazioni costruttive da fare, tranne forse questo: soprattutto nella seconda parte del capitolo, ho trovato qua e là un proliferare di aggettivi:
    – il braccio è “possente” (ma già sappiamo che Hirundo è “massiccio,‭ ‬ferino e letale”, attenzione a non esasperare la sua fisicità, potresti ottenere risultati non voluti).
    – intonaci “crepati e scrostati” (sono due cose diverse, lo so, ma anche uno solo degli aggettivi mi comunica “vetustà”).
    – adorni di fiori colorati (da un fiore mi aspetto che sia colorato)
    Sia chiaro, sono tutte osservazioni opinabilissime, le mie, ma anche in considerazione della scarsità dei caratteri a disposizione, chiediti quanti degli aggettivi che usi siano veramente necessari a esprimere ciò che vuoi.

    Ciao, a presto

    • Ciao Jaw,
      Grazie per il tuo commento!
      Trovo molto bello che diversi utenti decidano di usare il proprio tempo per pubblicare interventi così completi, articolati e utili.
      Per Hirundo volevo provare a costruire un contrasto tra l’immagine del duro che non deve chiedere mai e il suo essere impacciato con la ragazza, ma probabilmente ho un po’ esagerato con i balbettamenti :p Muppets non ha tutti i torti 😉

      Per quanto riguarda gli aggettivi, invece, forse ti farà sorridere ma normalmente mi devo “sforzare” di aggiungerne, xké la mia prosa improntata soprattutto sull’azione altrimenti risulta un po’ “povera”. In questo che è il mio primo scritto pubblicato sul sito, forse ho esagerato, x la paura di sfigurare troppo rispetto ad altri autori così bravi. 😉

      Condivido in pieno la tua scelta, vediamo cosa succede.
      A rileggerci, spero che continuerai a seguirmi… E soprattutto spero che ne valga la pena :p

  39. Ciao Raniero. Ci ritroviamo nella tua storia.
    Allora, iniziamo dalla tua biografia: ho letto He-Man e quindi mi sei già simpatico. Leggo anche che non sai se riuscirai a portare questo racconto a termine… Se la scrittura è davvero una passione per te, allora prendi questo come un impegno. Ora che hai composto l’incipit non mollare. Solo correndo, cadendo e rialzandoti, potrai migliorare e raggiungere il tuo obiettivo. Lasciatelo dire da uno che è caduto più volte.
    Passiamo al capitolo: finora non abbiamo visto molto della trama, ma un inizio lento non è necessariamente un male.
    Una nota su Hirundo: da un uomo con “una corporatura massiccia,‭ ‬ferina e letale”, non mi aspetto una frase come ‭“‬Anche tu sei‭…‬ Volevo dire che ti trovo‭…‬ Insomma,‭ ‬sei‭…‬ Cresciuta‭…‬ Anche tu.‭”‬ Va bene, la sorpresa, un minimo di impaccio, ma qui mi sembra troppo. Ultimo consiglio: cerca di caratterizzare i tuoi personaggi.
    E a questo punto, secondo me, Hirundo è un menefreghista.

    Forza, vai avanti, e non mollare. Ciao!

    • Ciao!
      Grazie di essere passato e di aver lasciato un commento!
      E anche per le parole incoraggianti 😉
      Certo che lo prendo come un impegno e ci terrei a finirlo… Il mio dubbio è solo sulle mie capacità. Qui mi sembrate tutti bravissimi e non so se riuscirò a tenere il vostro passo (specie dopo aver sperimentato quanto pochi siano 5000 caratteri!!) , ma sicuramente ce la metterò tutta! 🙂
      Spero che la storia possa piacerti. A presto

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi