[Ep. 6] La fuga

Episodio 6. ( [prevEp] – [nextEp] )
davide franzetti the incipit pleased to meet you

Appeso alla parete destra dello scantinato vi era un vecchio quadro impolverato; esso raffigurava una dama inglese del 18° secolo. L’espressione era tranquilla; ad adornarne il capo un enorme cappello con all’estremità una folta piuma nera. “SCAPPA!” si sentì urlare e chi si fosse trovato lì con lo sguardo proprio in quella direzione avrebbe potuto dire di aver visto per pochi secondi il busto della dama uscire dalla cornice e la donna tenere le mani ai lati del viso, con lo sguardo terrorizzato. Sarah aveva il fiato corto per la paura; a quell’urlo si mosse in fretta verso il vecchio tavolo, spingendolo verso la grata. Prima di salirvi sopra afferrò un cacciavite che stava per terra poco distante; aiutandosi con quello iniziò a scardinare la grata. Ora il cane all’esterno aveva smesso sia di abbaiare che di ringhiare; se ne stava seduto in religioso silenzio, tenendo d’occhio ciò che accadeva all’interno dello scantinato. Quando udì tre colpi di pistola Sarah cercò di sbrigarsi ma anche adesso non era del tutto sicura quei rumori fossero reali o meno. Il viso della ragazzina era rigato dal sudore ed il fatto che avesse il cuore in gola di certo non le era di aiuto. Finalmente vide la grata cadere a terra; nonostante le difficoltà per uscire dallo scantinato non si era arresa. Aiutandosi con le braccia e cercando con i piedi di trovare appigli sul muro, Sarah si tirò su fino a raggiungere la finestrella: troppo stretta per un adulto ma giusto della larghezza per far passare un bambino. Vedendola, il cane si mise ad abbaiare e a correre come in precedenza: si allontanava di qualche metro per poi tornarle subito accanto. Voleva essere seguito.
Non si sentirono voci o rumori provenire dalla casa. Ciò era molto strano, dopo tutto il trambusto creato dai due agenti al suo interno.

[suggerisci poll="175"]

Sarah seguirà il cane?

  • Fino ad un tratto, poi lo perde di vista (83%)
  • No (0%)
  • (17%)
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un Commento

4 Comments