[Ep. 11] Fabula

Episodio 11. ( [prevEp] – [nextEp] )
nereide metropolitana the incipit beatrice varetto

Maria Carla non se lo fece ripetere, con un secco “Andiamo!” si incamminò sulla passerella per montare sulla barca. Manu e Simone si guardarono interdetti, ma non osando lasciare sola l’amica la seguirono sulle assi scricchiolanti. Quando furono sul ponte della nave il capitano, che nel frattempo era andato a fermare il timone in previsione della sosta, si fece loro incontro e li invitò a scendere nella stiva. I tre amici lo seguirono per una ripida scala. Passarono alcuni istanti prima che i loro occhi si abituassero alla semioscurità della grossa stanza in cui si trovavano. Su un tavolo, in un angolo, c’erano delle carte nautiche arrotolate e fermate da un nastro consunto, un antico astrolabio ed una scodella sbeccata.
“Accomodatevi”, li esortò il capitano, “posso farvi preparare un tè?”, i tre amici si scambiarono uno sguardo interrogativo, “Non crederete che i pirati bevano solo Rum, vero?!”. “Certo che no”, rispose Maria Carla con un filo di voce che tradiva imbarazzo, “saremo felici di accettare una tazza di tè”.
“Benissimo” si voltò verso la porta dove comparve un ragazzino con due vivacissimi occhi azzurri ed il naso pieno di lentiggini “fai preparare il tè per i nostri ospiti”. Il ragazzino annuì e, senza dire una parola, si dileguò nell’oscurità delle scale.
“Possiamo accomodarci su quei divani”, disse il capitano indicando due sofà rivestiti di un taffetà rosso, liso dal tempo, “arriverà subito.” Mentre prendevano posto Maria Carla, impaziente, chiese “Allora, capitano, qual è la storia che voleva raccontarci?”

[suggerisci poll="167"]

Di cosa parla la storia?

  • Di un bambino (50%)
  • Di una sposa (50%)
  • Di un tesoro (0%)
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un Commento

3 Comments