[Ep. 8] Il risveglio

Episodio 8. ( [prevEp] – [nextEp] )
viaggio dentro una storia the incipit giovanni venturi chiara effe

Il risveglio non fu un vero e proprio risveglio. Daniele era assente. La sua mente ricordava ancora il sangue fermo lì sulla neve e il lupetto che lo osserva con due occhietti piccoli e innocenti, ma il ragazzo era ancora lì steso in terra, impossibilitato a riprendere i sensi.
Poi il buio e subito dopo una luce accecante.
«Secondo voi si risveglierà?» la voce di una ragazza.
«Certo che si riprenderà. Deve!» stavolta gli sembra familiare, ma dovrebbe sentirla ancora parlare per capire davvero.
Il macchinario accompagna il soggiorno delle persone nella stanza con gli impulsi sul monitor che indicano uno stato stazionario, come dicono sempre i dottori in certi casi.
La luce è forte, bianca, ma Daniele ha gli occhi chiusi. Serrati.
Forse è inutilmente tardi.

«Senti ancora freddo?»
Prova a riaprire le pupille. Lentamente schiude gli occhi.
C’è una candela e la piccola fiammella – unica fonte di luce – che illumina l’ambiente tremola. È una stanza da letto. Gli sembra la sua. Ha un’aria familiare.
«Cosa ricordi?» ancora quella voce.
«Non ho capito…»
«Cosa ricordi, Daniele?» insiste sedendosi accanto a lui.
«Ricordo poco…»
«Dove sei stato?» gli chiede carezzandogli il viso.
«C’era un libro, lo stavo leggendo, poi sono uscito…»
«Prima di questo, cosa ricordi?»
La fiammella danza un po’. Le ombre sulle pareti cambiano posto. L’ambiente cambia forma. Non è più la stanza di prima.
«Nulla. Ricordo che ero su quella sedia a leggere e che ho chiesto delle fragole, ma prima di allora il buio.»
«Lo sapevo.»
«Sono morto, vero?»
L’uomo non risponde. Si alza dal letto, si allontana ed esce dalla porta.
«Alfredo, dimmi la verità, ti scongiuro. Sono un fantasma? Devo capire come attraversare la dimensione in cui mi trovo?»
Daniele si alza e si osserva intorno. È di nuovo nella piccola biblioteca e la porta è di nuovo chiusa.
«Sono morto» inizia a urlare, poi piange.

[suggerisci poll="149"]

Cosa fa Daniele?

  • Ricorda qualcosa del suo passato (17%)
  • Continua a chiamare Alfredo (50%)
  • Apre la porta (33%)
Loading ... Loading ...

Categorie

Lascia un Commento

9 Comments